Mangiare carne bovina è uno spreco

Se alcune o tutte le terre utilizzate per la produzione di mangimi per animali e bio carburante fossero riallocate e producessero direttamente il cibo per la gente, i terreni agricoli del mondo potrebbero sfamare 4 miliardi di più persone in più.

BOVINOE’ quello che è emerso da una ricerca fatta dall’Istituto per l’ambiente dell’Università del Minnesota,negli Usa, pubblicata su Environmental Research Letters.

Il team di ricerca ha esaminato la ripartizione delle calorie raccolte in quattro principali paesi: India, Cina, Brasile e Stati Uniti. Ha trovato che, mentre l’India utilizza la terra al 90% per l’alimentazione delle persone, gli altri tre la utilizzano per questo fine rispettivamente solo per il 58%, il 45% e il 27%.

Anche un più piccolo, parziale spostamento dalla coltura intensiva del bestiame, come il manzo, agli animali come il pollo o il maiale potrebbe aumentare l’efficienza agricola e fornire cibo per milioni di persone in più, dice lo studio.

Fonte Univ. del Minnesota

Cultura e Società News Scuola

Leggere ad alta voce: i risultati di due anni di progetto in Toscana

Settantacinquemila ore di lettura, 50mila tra studentesse e studenti (e bambine e bambini), 5500 tra educatori e insegnanti, quasi tremila classi, 2mila servizi educativi coinvolti. E ancora: per le più piccole e i più piccoli maggiore capacità di comunicare, di far proprio un numero di parole più ampio e anche di imparare a muoversi meglio. […]

Leggi tutto
Cultura e Società Lifestyle News Salute

La disabilità in età pediatrica

“Un bambino di 10 anni che ha una invalidità al 100% con accompagno riceverà la Disability Card? In sua vece chi potrà usarla, il genitore/tutore? Non lo sappiamo ancora e ci chiediamo se questo strumento riguarderà anche i minori under 18?”. A porre tali interrogativi è Marina Aimati, medico di Medicina Generale della Società Italiana […]

Leggi tutto
Cultura e Società News Viaggi

Natale in Umbria, tra le mura del borgo di Cannara

Sita nel cuore dell’Umbria, Cannara (Pg), dove San Francesco predicò agli uccelli, deriva il suo nome dalla parola “canna”, poiché sorge su una zona acquitrinosa e ricca di canneti, lungo la sponda sinistra del fiume Topino, al centro della Valle Umbra, proprio di fronte ad Assisi e Spello. Nota per due prodotti di eccellenza locale: […]

Leggi tutto