L’umiliazione della ragazzina calva con la parrucca rosa

Una bambina di 11 anni, che soffre di una malattia rara, è andata a scuola con una parrucca rosa, che ha dovuto togliere per ordine della scuola che frequenta.

La ragazzina, Ashanti Elliot Smith, soffre della Progeria di Huchinson-Gilford, una malattia genetica rara che porta all’invecchiamento precoce e alla morte, intorno ai 15 anni.

La malattia provoca anche l’alopecia nei pazienti, lasciandoli calvi in giovane età.

La scuola nel West Sussex, in Gran Bretagna, quando ha visto la ragazzina con la parrucca rosa le ha ordinato di toglierla perché avrebbe potuto incoraggiare gli altri alunni a tingersi i capelli dello stesso colore, con grande disagio della ragazzina.

La madre della bambina, Phoebe Smith, 29 anni, ha spiegato al giornale ‘Metro’ che la parrucca era stata donata alla ragazzina da un amico, dato che la famiglia non può permettersi di acquistare parrucche di capelli umani.

Pubblicato in Notizie | Contrassegnato , , , , | Commenti disabilitati su L’umiliazione della ragazzina calva con la parrucca rosa

In arrivo i vaccini contro il cancro e l’Alzheimer

Un vaccino per ogni età e per ogni malattia, o quasi. E’ questo che ha promesso il direttore generale dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), Luca Pani, in occasione del convegno sulle vaccinazioni in Europa, promosso dal Ministero della Salute, nell’ambito del semestre di presidenza italiana Ue.

“Oltre alle vaccinazioni ‘classiche’ contro le malattie infettive”, ha detto Pani, ci sono oggi “i vaccini per l’immunoterapia del cancro, che dovrebbero arrivare nei prossimi tre anni, e i vaccini contro l’Alzheimer e contro le sostanze di abuso come la cocaina, che dovrebbero invece essere pronti in 5-10 anni”.

“Ci saranno vaccini per tutte le età della vita”, ha promesso, dunque, Pani, intervenendo alla conferenza ‘The State of Health of vaccination in the Ue’ a Roma.

Dalla conferenza romana è emerso che, adesso, contro alcune malattie c’è “la possibilità di creare una terapia personalizzata, quasi sartoriale“.

“Oggi siamo in grado di sequenziare il genoma di un virus e inviarlo dall’altra parte del mondo per studiarlo”, hanno detto gli esperti, aggiungendo che “ci sono filoni di ricerca che indagano la risposta immunitaria dell’organismo per capire come lavora e come si accende nel caso di patologie autoimmuni”.

In questo senso, la ricerca è molto importante dato che “gli attacchi che il sistema immunitario rivolge a se stesso…sono alla base di molte malattie“.

(Con Ansa e Adnkronos)

Pubblicato in Lifestyle, Salute | Contrassegnato , , , , , | Commenti disabilitati su In arrivo i vaccini contro il cancro e l’Alzheimer

Nokia potrebbe ricomparire con uno smartphone Android

Nokia potrebbe fare il suo grande ritorno nella telefonia con uno smartphone Android. L’azienda finlandese su cui ha messo le mani Microsoft, in parte è rimasta totalmente indipendente da Redmond.

Secondo un sito d’informazione cinese, il team che aveva sviluppato l’N9, uno dei migliori smartphone del marchio finlandese prima dell’acquisizione di Microsoft, sarebbe stato incaricato di progettare il primo smartphone con sistema operativo Android.

Le applicazioni sviluppate per Windows Phone, per Lumia, oltre al caratteristico design dell’N9, nonché i nomi, non potranno essere comunque utilizzati dagli eventuali nuovi smartphone Nokia, perché ormai appartengono a Microsoft.

Pubblicato in Tecnologia | Contrassegnato , , , , | Commenti disabilitati su Nokia potrebbe ricomparire con uno smartphone Android

Usa / Mid-term: sarà il martedì nero di Obama?

Negli Stati Uniti, oggi, è la prova del nove: è il giorno delle elezioni del Congresso di metà mandato (Mid-term).

I repubblicani sperano di avere la maggioranza assoluta in entrambe le camere del Congresso e nutrono, un cauto ottimismo, alimentato dai sondaggi, stretti ma convergenti.

Come Bush nel 2006, Bill Clinton nel 1994 e Ronald Reagan nel 1986, Barack Obama potrebbe perdere la maggioranza nella camera alta del Congresso, il Senato, di cui 36 dei 100 seggi sono rinnovati oggi per sei anni.

Nella camera dei rappresentanti, che sarà completamente rinnovata per due anni, i repubblicani prevedono anche di rafforzare la loro attuale maggioranza di 233 seggi su 435.

I repubblicani hanno fatto di queste elezioni un referendum contro Barack Obama. “Saranno un ripudio della politica del Presidente” ha detto domenica Paul di Rand senatore repubblicano, che informalmente sta preparando la sua candidatura alla Casa Bianca per il 2016.

Le elezioni di medio termine sono raramente favorevoli al partito al potere alla Casa Bianca.

Dopo le elezioni del novembre 2010, il Congresso statunitense è diviso tra una camera dominata dai repubblicani e un Senato dominato dai democratici e per oggi si profila un vero e proprio ‘martedì nero’.

Pubblicato in Notizie | Contrassegnato , , , , | Commenti disabilitati su Usa / Mid-term: sarà il martedì nero di Obama?

Invita a casa lo stupratore di sua figlia e lo tortura fino ad ucciderlo

Singolare vendetta quella messa in atto da un 36enne indiano nei confronti di uno stupratore che aveva violentato la figlia 14enne, mettendola incinta e chiedendole di abortire

L’uomo, padre di altri sei figli, ha invitato lo strupratore, suo vicino di casa nel nordest di Nuova Delhi, a casa sua. Ma non c’è stato un banchetto normale, perché il 36enne ha legato lo stupratore, bruciandogli le parti intime, con delle pinze infuocate, prima di strangolarlo.

L’omicida ha detto alla polizia che avrebbe voluto solo punire lo stupratore della figlia minore, ma, evidentemente ha ecceduto con la violenza. Così, quando si è accorto di aver brutalmente assassinato il violentatore ha lasciato il suo corpo nella stanza, in cui aveva compiuto l’omicidio, ed è andato in Questura, portando con sé un’asta di ferro.

Il fatto è avvenuto sabato scorso. La polizia ha arrestato il reo confesso, mentre una squadra di agenti si è precipitata immediatamente nella casa segnalata, trovando il corpo di un uomo disteso sul pavimento con segni di strangolamento sulla gola e le parti intime bruciate.

Lo stupratore si chiamava Omkar Singh (45 anni) e aveva violentato la figlia 14enne del suo assassino, tre mesi fa. L’aveva anche minacciata di non dire niente alla polizia sostenendo che, avrebbe avuto conseguenze terribili se avesse parlato, avendo egli delle amicizie altolocate.

Singh, un rappresentante medico, aveva in affitto una stanza adiacente all’abitazione della famiglia della 14enne violentata.

(Nell’immagine, la zona in cui è avvenuto lo stupro)

Pubblicato in Notizie | Contrassegnato , , , , , | Commenti disabilitati su Invita a casa lo stupratore di sua figlia e lo tortura fino ad ucciderlo

Dachau, rubata la targa “Arbeit macht frei”

Rubata di nuovo una scritta con la frase “Arbeit Macht Frei” (Il lavoro rende liberi) posta davanti ai campi di concentramento nazisti.

Questa volta, il furto è avvenuto a Dachau, nel campo di sterminio, trasformato in un memoriale, che si trova a 16 km da Monaco di Baviera.

Nel dicembre del 2009, nel campo di sterminio di Auschwitz, in Polonia, era stata trafugata una scritta identica.

Ora, la stessa sorte è toccata alla scritta posta nel primo campo di concentramento nazista, quello di Dachau, aperto nel 1933 e rimasto attivo fino al 1945.

I guardiani del memoriale hanno riferito ai giornali tedeschi che la scritta era ancora al suo posto, nella notte tra sabato e domenica, mentre domenica mattina era scomparsa.

Pubblicato in Notizie | Contrassegnato , , , , , | Commenti disabilitati su Dachau, rubata la targa “Arbeit macht frei”

Allarme Onu: gas serra al massimo in 800mila anni

Bisogna agire in fretta: a questa conclusione sono giunti gli esperti Onu del clima (Ipcc), che hanno pubblicato domenica a Copenaghen una valutazione globale sul riscaldamento globale.

E’ emerso che, adesso, la concentrazione di gas serra ha raggiunto un massimo che è senza precedenti in 800mila anni.

Per evitare di giungere a qualcosa di veramente catastrofico, a livello mondiale, è necessario ridurre le emissioni dal 40% al 70% tra il 2010 e il 2050.

Bisogna ridurre rapidamente le emissioni di CO2, oltretutto, ciò è possibile, secondo gli esperti, senza compromettere la crescita.

Gli forzi per la riduzione dei gas serra abbasserebbero solo di 0,06 punti la crescita mondiale, stimata tra l’1.6 e il 3% all’anno nel corso del XXI secolo, ma “più aspettiamo ad agire, più questo sarà costoso”, ha detto il gruppo intergovernativo di esperti dell’Onu sull’evoluzione del clima.

Per gli esperti Onu, i mezzi per limitare i cambiamenti climatici ci sono. Esistono numerose soluzioni e abbiamo bisogno soltanto di volontà. Mancano politiche e istituzioni appropriate.

“L’influenza umana sul sistema climatico è chiara, dobbiamo agire rapidamente e in modo decisivo, e abbiamo i mezzi per limitare cambiamenti climatici e costruire un futuro migliore”, ha detto testualmente il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon.

Pubblicato in Cultura e Società, Scienza | Contrassegnato , , , , | Commenti disabilitati su Allarme Onu: gas serra al massimo in 800mila anni