Per non riguadagnare peso, meglio una dieta a basso contenuto di carboidrati

Riguadagnare dei chili indesiderati dopo una perdita di peso è un problema fin troppo comune… e non si tratta solo di forza di volontà. Anche quando le persone seguono la loro dieta e l’esercizio di routine, non è raro che i loro corpi brucino meno calorie.

Ora, un nuovo studio suggerisce che ridurre i carboidrati potrebbe aumentare il metabolismo e aiutare le persone a bruciare più calorie.

Secondo una nuova ricerca pubblicata su BMJ il temuto riacquisto del peso dopo la dieta può essere evitato attenendosi a un piano alimentare a basso contenuto di carboidrati.

Lo studio, per giungere le sue conclusioni, ha coinvolto 164 individui in sovrappeso, che avevano appena perso dal 10 al 14% del peso corporeo, durante un periodo di dieta iniziale di 10 settimane.

Queste persone sono state suddivise in gruppi e sono state assegnate a una dieta a basso, moderato o alto contenuto di carboidrati per ulteriori 20 settimane.

L’apporto calorico totale in tutti e tre i gruppi è stato adattato durante lo studio in modo che nessuno dei partecipanti acquisisse o perdesse peso.

In queste 20 settimane, gli autori dello studio hanno tenuto traccia del dispendio energetico dei partecipanti o del numero totale di calorie bruciate. E hanno scoperto che, a parità di peso corporeo, chi seguiva un regime a basso contenuto di carboidrati bruciava circa 250 calorie in più al giorno rispetto a chi seguiva una dieta ad alto contenuto di carboidrati.

Hanno anche scoperto che la grelina, l’ormone della fame, era significativamente inferiore nella dieta a basso contenuto di carboidrati.

Lifestyle News Salute

Andropausa, scoperta una nuova molecola anti-invecchiamento

Ad Abano Terme presentato un peptide inedito (un piccolo frammento di osteocalcina) che interesserà gli ultrasessantenni: un esercito di quattro milioni di maschi italiani è infatti colpito da bassa produzione di testosterone associata ad un quadro clinico caratterizzato da osteoporosi, sindrome metabolica e disturbi della sessualità. Il professor Carlo Foresta: “Gli autori della ricerca sostengono […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Il virus Sars-Covid viaggia nei nervi con dolori muscolari

Nella classifica delle ripercussioni post Covid, la voce dolore ricopre uno spazio importante: basti pensare che circa la metà dei pazienti che ha avuto l’infezione ha dovuto lottare contro i dolori muscolari, seguiti da cefalee acuto (6-21%), dolori toracico (2-21%), oculare (16%), mal di gola (5-17%) e addominale (12%). E ultimamente anche quelli che coinvolgono […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

La terza dose di vaccino porrà un probabile freno al Covid

TERZA DOSE DI VACCINO: L’IMPORTANZA E LA NORMALITA’ – I vaccini ci hanno permesso di superare una situazione di estrema gravità quale quella in cui ci aveva spinto la pandemia di Covid-19 nel 2020. Avendoli però sviluppati in poco tempo, la loro somministrazione è stata programmata in due dosi a intervalli di tempo ravvicinati. L’introduzione […]

Leggi tutto