“Incontriamoci d’estate”, degustazioni sulle spiagge di Senigallia

Sarà l’appuntamento di venerdì 9 agosto, a Senigallia, a dare il via a “Incontriamoci d’estate”, il ciclo di incontri gratuiti promosso da Trevalli Cooperlat per far conoscere a marchigiani e turisti, il gusto e il racconto legati a grandi prodotti simbolo della regione Marche.

Si parte con un’eccellenza “quotidiana”, il Latte Alta Qualità QM che, venerdì alle ore 10, ai bagni Armando 98 (lungomare Dante Alighieri) regalerà tutto il sapore della “Colazione Marchigiana”. Cerimonieri della mattinata saranno Paolo Cesaretti, brand manager di Trevalli Cooperlat e Gianfranco Scatolini, presidente della cooperativa Il Biroccio – Pane e Dolci (dal 1970 di Filottrano) a cui spetterà il compito di raccontare le ricette e i valori nutrizionali di tutto il buono che sarà servito ai bagnanti: paste del batte, biscotti con uvetta, paste con cacao e mandorle. A “sfornare” caffè sarà la ciclopica moka da 24 porzioni, usata per preparare il caffè d’orzo.

Protagonista assoluto della mattinata sarà però il latte Alta Qualità QM (Qualità Marche), un prodotto 100% marchigiano. Confezionato entro 48 ore dalla mungitura, è sottoposto al solo processo di pastorizzazione tradizionale, per conservare tutte le sue caratteristiche nutrizionali e il suo gusto naturale. È realizzato attraverso un modello produttivo che integra agricoltura e allevamento per ottenere qualità eccellente e sostenere un metodo di lavoro capace di valorizzare il territorio.

Si prosegue poi martedì 13 agosto, ore 17, ai Bagni Sandra 32 (Lungomare Mameli di Senigallia) con la degustazione di Mozzarella STG – Specialità Tradizionale Garantita, prodotto fresco a pasta filata realizzato con latte vaccino selezionato 100% Italiano nell’area dei Monti Sibillini; si conclude martedì 20 agosto, sempre alle 17, ancora una volta ai Bagni Sandra che ospiteranno la degustazione e il racconto della storia e del gusto della Casciotta d’Urbino Dop, la prima Denominaziona casearia d’Italia che cela, nel suo passato, una appassionata storia d’amore tra Michelangelo Buonarroti e il cacio che a lui veniva spedito a Roma dal suo fido domestico Francesco Amadori detto “l’Urbino”. Le degustazioni casearie del 13 e 20 agosto saranno guidate dal sommelier ed enogastronomo Sauro Boria.

Incontriamoci d’estate, il modo coinvolgente – e goloso – per recuperare la tradizione.

Non una semplice occasione di svago e divertimento, ma un momento concreto di crescita e
Dall'estro purissimo e dalla geniale intuizione del team di designer scandinavi al cui capo c’è
Il cantante canadese Justin Bieber per il centesimo numero di Clash Magazine è apparso nudo

Senigallia, Summer Jamboree, tappa dell’Aperol Spritz Tour

Continua il tour del van Aperol Spritz che anche quest’anno porta i colori del suo happy hour in giro per l’Italia. Per il tour 2019 – anno del centenario di Aperol, ricco di festeggiamenti e iniziative per celebrare l’iconico drink italiano – l’onda arancione di Aperol Spritz fa tappa a Senigallia, per tante serate all’insegna del motto #HappyTogether, del divertimento e dello stare insieme.

Dal 31 luglio all’11 agosto, ad animare Senigallia in occasione della prossima edizione del Summer Jamboree – il grande festival internazionale ricco di musica, cultura ed esibizioni, dedicato agli anni Quaranta e Cinquanta – ci saranno così anche i colori e la vivacità del van Volkswagen Hostaria del Vecio dove sarà possibile godersi un Aperol Spritz, per un momento di condivisione e spensieratezza.

Con il suo tour, Aperol Spritz porterà momenti di gioia e condivisione in tutta Italia, raccontando il suo legame con la regione e al tempo stesso il suo carattere internazionale, in grado di unire le persone ovunque si trovino nel mondo, attraverso il suo linguaggio universale.

L’appuntamento con il van di Aperol Spritz in occasione del Summer Jamboree è dal 31 luglio all’11 agosto dalle 17.30 all’1.30 a Senigallia, presso il giardino di Rocca Roveresca. 

Non servono occhiali 3D per immergersi nella vivace entusiasmante multidimensione del sogno americano anni ’40
Il 31 Dicembre 2016 ritorna alla Rotonda a mare di Senigallia il New Year’s Eve
Il Summer Jamboree ha raggiunto nuovi traguardi e si è confermato un fenomeno in crescita,

Matelica wine festival, tra cibo, musica, intrattenimento

Cibo, musica, intrattenimento e soprattutto Verdicchio. Fino a sabato 20 Matelica celebra il suo grande bianco Dop con il Matelica wine festival. Nei calici i vini di 13 tra le principali cantine del territorio e un calendario di appuntamenti enoici targato Istituto marchigiano di tutela vini (Imt). Ogni giorno dalle 16.00, degustazioni nel foyer del Teatro Piermarini (via Umberto I, 22), mentre domani sera appuntamento a Palazzo Ottoni per una cena in corte dedicata ai 50 anni dallo sbarco sulla luna, con menù ‘a quattro mani’ firmato dalla chef Serena D’Alesio, del relais Marchese del Grillo di Fabriano (An) e da Simone Scipioni, vincitore di Masterchef Italia 2018. In abbinamento 13 diverse espressioni di Verdicchio di Matelica Doc e Verdicchio di Matelica Riserva Docg.  Sul fronte entertainment, un talk show con i cuochi moderato dalla conduttrice televisiva Veronica Maya e l’esibizione di Dante Mancuso, vincitore dell’ultima edizione de La Corrida. Sabato invece, street food in piazza Enrico Mattei con le specialità dei ristoranti matelicesi e i punti-degustazione del Verdicchio di Matelica Doc e Riserva Docg (a partire dalle 20.30). Ad animare il centro storico la magia del mago illusionista Flavio Coleman e dalle 21.30 musica, con il djset di Ricky Battini e Melania Agrimano (RDS), il concerto dei Dhamm e la console notturna di Luca Rotili. In programma anche il concorso “La vetrina più bella del Matelica wine festival”, che premia il negozio con il miglior allestimento in onore del Verdicchio di Matelica con 13 pregiate etichette dei produttori aderenti all’iniziativa.

Con 2 milioni di bottiglie prodotte nel 2018 e una superficie vitata complessiva di 235 ettari, il Verdicchio di Matelica è una denominazione dalle dimensioni contenute ma dall’elevatissimo valore qualitativo, espressione del vitigno bianco ambasciatore dell’enologia marchigiana. Assieme al Verdicchio dei Castelli di Jesi è infatti premiato dalle principali guide enologiche nazionali – miglior vino bianco fermo d’Italia – e dai più importanti concorsi enoici mondiali, come i Decanter World Wine Awards 2018, oltre a comparire puntualmente tra i consigli per gli acquisti di alcune tra le più blasonate testate giornalistiche internazionali, dal Wall Street Journal a Forbes, fino al New York Times.

 

Le cantine partecipanti al Matelica wine festival: Belisario, Bisci, Borgo Paglianetto, Cavalieri, Collestefano, Colpaola, Gagliardi, Gatti, Lamelia, Maraviglia, Provima, Tenuta Piano di Rustano, Vigneto Fernando Alberto.

Il vino continua a essere ancora oggi tra le bevande più apprezzate. Basti pensare che
Dedicate a tutti coloro che amano il mondo del vino e vogliono approfondire le proprie
Le Notti Rosa: si brinda con I migliori 100 vini rosa d’Italia Slow Food Editore e

Passeggiare Degustando a Montecosaro (MC)

Soffia sulle quindici candeline Passeggiare Degustando, l’evento della Pro Loco di Montecosaro in collaborazione con il Comune e il fondamentale supporto di Moim Immobiliare, Simply Market Montecosaro, D’Angelo Daniela, Grafiche Fioroni e di numerosi altri sponsor. Nel weekend del 20 e 21 luglio, infatti, la manifestazione torna a raccontare la storia e la tradizione popolare attraversando in lungo e in largo la cucina del territorio e aggiungendo un contorno di musica, spettacolo e artigianato.

Il borgo antico di Montecosaro per due giorni ferma il tempo e fa respirare ai visitatori l’atmosfera contadina di una volta tra pietanze riscoperte, artisti, spettacoli di strada e musica live. A partire dalle ore 19 infatti tanti stand enogastronomici serviranno le pietanze della tradizione contadina, con attenzione alla materia prima utilizzata e alla territorialità senza dimenticare però la ricerca culinaria. Ospiti dell’edizione saranno due personaggi molto vicini alla buona tavola e alla cultura del buon cibo. Sabato sul palco principale e tra le vie del borgo, sarà ospite Tessa Gelisio, conduttrice di “Cotto e Mangiato” su Italia 1 mentre domenica sarà la volta di Antonio Ciotola, lo chef non vedente de “La taverna degli archi” a Belvedere Ostrense nell’anconetano. Altri personaggi popoleranno il pianeta cibo, ad iniziare da Michele Biagiola con il suo “Signore te ne ringrazi” che domenica allestirà uno stand in piazza e dall’estro creativo del settimo Masterchef Italia Simone Scipioni con una cena ad hoc con prenotazione obbligatoria presso l’Orto dei Pensatori, o ancora Ludovica Baiocco dell’Osteria Il San Lorenzo. A degustare e commentare ci sarà anche l’ironia tutta a chilometro zero di Trippadvisor con Deborah Trippa Iannacci.

Ai tanti stand gastronomici dove poter assaggiare dai frascarelli alla trippa, dalla polenta alla pasta alla norcina, dagli arrosticini alla pizza, passando per i fritti, i panzerotti, le birre artigianali, il mistrà, i dolcetti tradizionali e i bicchieri di frutta, si intrecciano i percorsi tra arte e musica. Sabato infatti in compagnia del progetto musicale Favola, Luca Cerpella e i suoi attraverseranno la tradizione cantautorale italiana, mentre domenica con lo Zigàtrìo si viaggerà nella musica tradizionale del sud e centro Italia tra pizzica e taranta.  Altro appuntamento da non perdere è quello di domenica presso il Cassero con la presentazione del libro“Una volta è abbastanza” edito Rizzoli e scritto da Giulia Ciarapica.  Una passeggiata nella via dell’arte, le atmosfere magiche delle danzatrici, le fiabe per i più piccoli, i giochi di un tempo e gli artigiani di una volta. Passeggiare Degustando propone anche quest’anno un ricco programma di iniziative e di proposte per una edizione che riserverà davvero tantissime sorprese.

Imparare la geografia d’Italia divertendosi e sviluppare uno spirito green ed ecosostenibile grazie a un’avventurosa scoperta della bellezza del nostro
Una nuova imbarcazione, per l’esattezza una Dragon Boat, da destinare sia a uso sportivo ma
La prima edizione del Premio Montecosarese dell’Anno, il riconoscimento a quanti si sono distinti nel