Sigaretta elettronica gli esplode in bocca

Un adolescente di 17 anni si è fratturato la mascella dopo che una sigaretta elettronica gli è esplosa in bocca.

Il giovane ha dovuto sottoporsi a varie procedure chirurgiche, secondo il New England Journal of Medicine.

Secondo la stessa fonte, l’adolescente è stato ricoverato in ospedale con gravi lacerazioni in bocca e agli incisivi inferiori.

Ora, il giovane si è ripreso bene dalle operazioni e sta aspettando l’impianto di alcuni denti.

Alcuni fattori possono influenzare seriamente le capacità mentali. Gli scienziati dell'Università di Edimburgo, nel Regno
Un uomo di 30 anni, padre di tre figli, ha perso sette denti ed è
L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), sulla base di vari studi, ha raccomandato,  in un rapporto

Vedere la vegetazione riduce le voglie malsane

Un nuovo studio ha trovato che vedere della vegetazione giorno per giorno può predisporre a un umore migliore e ridurre le voglie di consumare sostanze nocive come l’alcol, le sigarette e il cibo spazzatura.

Secondo questo nuovo studio, fatto nell’Università di Plymouth, essere in grado di vedere il verde e la natura dalla propria casa porterà a desideri meno frequenti e intensi di sostanze nocive.

La ricerca si è basata su lavori precedenti che avevano stabilito un legame tra l’esercizio fisico all’aria aperta e il desiderio ridotto di consumare sostanze nocive, ma gli autori di questo studio affermano che l’esercizio fisico non è necessario per raccogliere i benefici della natura.

Il lavoro è il primo del suo genere e i gli autori affermano che le loro scoperte sottolineano la necessità per le città e le comunità di tutto il mondo di investire in spazi verdi pubblici, proteggendo anche gli spazi esistenti.

Nello studio, i partecipanti hanno compilato un sondaggio online che aveva posto domande sulla loro esposizione quotidiana alla natura, sulle loro voglie abituali di sostanze nocive e sulla frequenza con cui provavano emozioni negative. Per quanto riguarda la natura, l’indagine ha misurato l’esposizione dei partecipanti alla vegetazione nei loro quartieri, la quantità di fogliame visibile dalle loro case, l’accesso a un giardino e la frequenza con cui frequentavano i parchi pubblici.

I risultati dello studio, pubblicato sulla rivista scientifica Health & Place, hanno indicato che l’accesso giornaliero a un giardino o ad altri spazi verdi riduce la frequenza e l’insorgenza di voglie nocive. Inoltre, la possibilità di vedere la natura dalla propria casa provoca risultati simili.

I ricercatori hanno anche preso in considerazione l’esercizio fisico nei sondaggi, ma hanno scoperto che i partecipanti avevano riferito di aver avuto meno desiderio di cose nocive dopo aver visto la natura, indipendentemente dal fatto avessero fatto esercizio fisico o meno.

Un nuovo studio ha mostrato, per la prima volta, che le persone con malattie cardiovascolari
Diversi studi scientifici hanno suggerito che l'attività fisica può rallentare l'accumulo di proteine ​​beta-amiloidi e
Vivere in mezzo alla natura fa bene, in particolare alle donne. Lo ha trovato un

Ciò che è pericoloso per il cuore lo è anche per il cervello

Ciò che è pericoloso per il cuore è anche pericoloso per il cervello, dice un nuovo studio pubblicato recentemente sull’European Heart Journal.

Se era noto che fattori quali il fumo, l’ipertensione, l’obesità, il colesterolo alto e il diabete potessero influenzare la salute dei vasi sanguigni, i ricercatori dell’Università di Edimburgo ora dicono che tutto questo può essere anche associato a cervelli meno sani.

Il dott. Simon Cox e i suoi colleghi, per giungere a queste conclusioni, hanno studiato il cervello di circa 10.000 persone di età compresa tra i 44 e i 79 anni. Hanno scoperto che questi fattori, ad eccezione dell’ipercolesterolemia, erano correlati a un restringimento del cervello, a una minore quantità di materia grigia e a una sostanza bianca meno sana.

Nello studio, più un soggetto presentava rischi vascolari, peggiore era la salute del suo cervello.

L’associazione era altrettanto robusta nella mezza età come in seguito.

Ma non tutte le aree del cervello erano colpite allo stesso modo: le aree colpite erano per lo più quelle associate alla capacità di ragionamento più complesse e quelle che erano state modificate da demenza, come quella causata dal morbo di Alzheimer.

Fumo, diabete e ipertensione erano  i tre fattori di rischio più coerentemente associati a questi cambiamenti.

Bere fino a quattro caffè al giorno può ridurre significativamente il rischio di diabete di
I pazienti con ipertensione e diabete di tipo 2 consumando molte fibre hanno migliorato la
I ricercatori del Beth Israel Deaconess Medical Center (USA) hanno esaminato gli effetti di tre
Le erbe comuni, tra cui la lavanda, il finocchio e la camomilla, sono state a

I quattro fattori che restringono il cervello

Alcuni fattori possono influenzare seriamente le capacità mentali.

Gli scienziati dell’Università di Edimburgo, nel Regno Unito, dicono che ci sono quattro abitudini o situazioni specifiche che causano l’invecchiamento precoce del cervello e la riduzione del suo volume:

fumo
pressione alta
obesità
diabete

Lo studio, pubblicato sull’European Heart Journal, per giungere a queste conclusioni ha esaminato in totale 9.772 soggetti, di età compresa tra i 44 e i 79 anni, utilizzando delle risonanze magnetiche.

E’ emerso che i soggetti con l’abitudine di fumare o con situazioni di diabete, sovrappeso e ipertensione, tendevano a ridurre la quantità di materia grigia nel loro cervello.

Il volume del cervello era diminuito e lo stato della sostanza bianca si era deteriorato in modo rilevabile tra i soggetti che avevano partecipato allo studio e che avevano insane abitudini o patologie non controllate.

I nostri bambini sono troppo grassi. E' un problema. Per affrontarlo, l’Ospedale  Sacra Famiglia di Erba
Limitare l'assunzione di cibo ai pasti o praticare il digiuno intermittente, può aiutare le persone
Le noci possono aiutare ad evitare l'aumento di peso, nonostante siano ricche di calorie. Esse
Il sovrappeso e l'obesità portano migliaia di persone a iniziare una dieta e a fare