Più di 1,7 milioni persone hanno provato un’alimentazione vegan

I numeri di Veganuary 2024 sono straordinari. A prendere parte all’iniziativa vegan in Italia, secondo YouGov, è stato il 3% della popolazione adulta italiana, con un ulteriore 16% che ha ridotto il consumo di prodotti animali durante il mese. Sulla base di questi risultati e delle attuali stime sulla popolazione italiana, Essere Animali ha calcolato che circa 1,7 milioni di persone in Italia hanno scelto di provare la dieta vegana questo gennaio.

Numerosissimi gli influencer e i content creator che in Italia hanno sostenuto e promosso l’iniziativa sui loro canali. Per fare solo qualche esempio ci sono stati il duo Di Pazza, seguiti da oltre 130 mila persone e autori di ricette vegetali adatte a tutti i gusti, Charley e Anna, con oltre 400 mila follower, proprietari di un rifugio per animali e di un agriturismo, Mrs Veggy, che con le sue ricette veg e spesso gluten-free ha conquistato oltre 175 mila persone, e infine l’immancabile Silvia Goggi, medico specialista in scienze dell’alimentazione e autrice di numerosi libri sull’alimentazione a base vegetale.

Novità di quest’anno della campagna in Italia è stata la creazione di un ricettario speciale destinato esclusivamente agli iscritti con le ricette preferite di diverse personalità del mondo dello sport, cantanti, giornalisti e creator come Florencia Di Stefano-Abichain, speaker radiofonica di Radio Deejay e conduttrice, Rosita Celentano, attrice e conduttrice televisiva, il duo comico Le Coliche, la giornalista Roberta Ferrari e sua figlia Iris Ferrari, youtuber.

Ma anche tra le aziende italiane è cresciuto l’interesse per Veganuary e nel 2024 si è raggiunto il record di adesioni. Quest’anno sono state più di 100 le imprese che hanno deciso di aderire promuovendo la campagna con il lancio di nuove opzioni a base vegetale e offerte sui loro prodotti veg. Tra queste ci sono supermercati, catene di ristoranti, servizi di delivery come ALDI Italia, Deliveroo, Flower Burger, Pizzium, Rossopomodoro; produttori di alternative vegetali com come KoRo, Alpro e Dreamfarm, ma anche marchi del beauty tra cui tra cui Lush e Aveda, app e addirittura una casa editrice.

«È incredibilmente stimolante vedere quanto la partecipazione e l’influenza di Veganuary continuino a crescere anno dopo anno. Man mano che le persone diventano più consapevoli dell’importante impatto che le nostre scelte alimentari hanno sulla salute del nostro Pianeta, diminuiscono anche i pregiudizi nei confronti dell’alimentazione vegetale, percepita sempre di più come parte della soluzione alla crisi climatica che il mondo sta affrontando. L’approccio giocoso, non giudicante e accessibile di Veganuary ha poi indubbiamente avuto un ruolo fondamentale nel coinvolgere un numero così grande di persone», afferma Brenda Ferretti, campaign manager di Essere Animali, partner ufficiale di Veganuary in Italia.

 

Questa voce è stata pubblicata in Cultura e Società, News e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.