Il caro energia non basta a fermare la richiesta dei condizionatori d’aria

È ancora caldo record in Italia, con i termometri prossimi a superare i 40°C in molte zone della penisola. Temperature che rischiano di battere quelle dell’estate del 2003, quando l’intera Europa fu investita da un’anomala ondata di calore. E stando alle previsioni, questo caldo è destinato a protrarsi durante i mesi di luglio e agosto che toccheranno temperature altrettanto elevate.

A fronte di un quadro meteorologico del genere, non stupiscono i nuovi dati rilasciati da idealo – portale internazionale di comparazione prezzi leader in Europa – secondo cui nel solo mese di giugno la richiesta di condizionatori d’aria è salita del 97% rispetto al mese precedente, mentre quella di ventilatori ha interessato il 73% in più dei consumatori.

Dunque, anche se il caro energia ha fatto impennare i costi dell’elettricità in bolletta, il caldo anomalo del periodo ha fatto ugualmente registrare un incremento nella richiesta di condizionatori d’aria e ventilatori: il picco per i primi si è registrato in una delle settimane al momento più calde della stagione, quella del 27 giugno, mentre il picco di domanda per i ventilatori si è registrato la settimana del 13 giugno. A seguito della quale, è subentrato un calo verosimilmente legato all’idea che lo strumento non fosse sufficiente a contenere il caldo del periodo.

A far crescere tanto la domanda di condizionatori, probabilmente, concorre anche il fatto che si tratti di una delle poche categorie a non aver subito rincari online, rispetto all’anno scorso in media un condizionatore d’aria costa il 19% in meno. A differenza dei ventilatori che, in media, quest’anno costano il 22% in più[3]. Attraverso la comparazione prezzi, però, se si acquista nel momento più conveniente, è possibile risparmiare fino al 9% sui condizionatori (circa 55€) e fino al 33% sui ventilatori (circa 66€)[4].

È essenziale ricordare che i condizionatori d’aria sono tra gli elettrodomestici più energivori, un tema di grande rilevanza in un momento come quello attuale: la crescita del costo dell’energia, resa esponenziale dal conflitto in Ucraina, ha già presentato negli ultimi mesi un conto salatissimo alle tasche di tutti i consumatori. Motivo per cui risulta essenziale più che mai non eccedere nel loro utilizzo; utilizzare la funzione di deumidificazione, ad esempio, impatta molto meno sui consumi.

Una curiosità: tra i metodi alternativi prescelti dagli italiani per rinfrescarsi, l’interesse nei confronti delle piscine è salito del 27% a giugno rispetto al mese precedente, e allo stesso modo l’acquisto delle gelatiere ha fatto registrare nel corso dell’ultimo mese un +100% di interesse rispetto al mese precedente. Due dolci modi per refrigerarsi dalla calura estiva.

Lifestyle News

“Antonio” è il secondo italiano che potrà accedere al suicidio assistito

“Antonio”, paziente marchigiano tetraplegico dal 2014, è il secondo italiano che potrà accedere legalmente al suicidio assistito in Italia. Dopo Federico Carboni, ora anche “Antonio”, assistito dal collegio legale dell’Associazione Luca Coscioni*, è riuscito a far valere il proprio diritto di vedere rispettata la sua volontà di accedere al suicidio medicalmente assistito. La procedura in […]

Leggi tutto
Intrattenimento News

Rome International Documentary Festival: scelti i dieci film in concorso

Sono state selezionate le dieci opere documentarie, tutte realizzate nel biennio 2021-22, che concorreranno al Rome International Documentary Festival (RIDF), in programma dal 24 al 30 settembre al Cinema delle Provincie, a Roma. La manifestazione, alla sua prima edizione, si propone di festeggiare il cinema documentario e fornire occasioni di ispirazione e crescita per tutti […]

Leggi tutto
Cultura e Società News Tecnologia Viaggi

Cagliari: meta turistica italiana preferita del 2022

Dopo due anni di pandemia, la voglia di mettersi in viaggio è più forte che mai. Secondo lo studio dell’Osservatorio Confturismo-Confcommercio, quest’anno gli italiani pronti a partire per le ferie sono stati ben 23 milioni, numero che si avvicina ai dati degli anni pre-pandemia. Circa l’85% del campione ha scelto per le proprie vacanze mete […]

Leggi tutto