World Trade Center: 15esimo anniversario dell’11 settembre

Non solo morti sul posto, ma morti anche per le malattie sviluppate a seguito dell’evento: sono questi i numeri relativi agli attacchi tragici dell’11 settembre, alle Torri Gemelle di New York.

Se 2.996 persone morirono a seguito del tragico evento (265 sui quattro aerei dirottati, 125 nel Pentagono e 2.606 nel World Trade Center e dintorni) e più di 411 soccorritori perirono quel giorno (1064 fino a oggi), sono 5mila le persone hanno sviluppato il cancro a causa degli attacchi dell’11 settembre.

Tumore a tiroide, polmone, pancreas o leucemia, tra gli altri, sono stati diagnosticati a più di 5.400 persone in collegamento agli attacchi terroristici operati da al Qaeda, l’11 settembre del 2011.

Tra le 4,692 persone, i soccorritori, che avevano aiutato i feriti e recuperato i corpi delle vittime, gli operai che ripulirono e ripristinarono il sito.

Altri 750 malati sono stati rilevati tra le persone che vivevano, risiedevano o frequentavano le scuole vicino alle due torri gemelle, l’11 settembre 2011 e nei mesi successivi.

Circa 12 mila persone inoltre hanno sviluppato gravi problemi di salute mentale che vanno dall’ansia cronica fino agli attacchi di panico e alla depressione; 32 mila persone sono affette da problemi del sistema respiratorio o digestivo: asma, tosse cronica, malattia ostruttiva cronica, a causa di questi attacchi.

Le cifre sono state segnalate dai media americani in occasione del 15esimo anniversario della tragedia.

Lifestyle News Salute

Quando il ballo diventa un alleato per la salute e la felicità

Unione, aggregazione e libertà: sono solo alcuni degli elementi chiave che costituiscono le fondamenta di una delle discipline più antiche del mondo, la danza. Da sempre considerato come un linguaggio universale, il ballo è in grado di raccontare ed esprimere attraverso il movimento del corpo tutto ciò che le parole non sono in grado di […]

Leggi tutto
News Notizie

Invasione dell’Ucraina e rincaro dei generi alimentari, un impatto destinato a durare

A cura di Felix Odey, Portfolio Manager, Global Resource Equities, Schroders Le oscillazioni dei prezzi di alcune materie prime agricole sono state drammatiche da quando la Russia ha invaso l’Ucraina alla fine di febbraio: i prezzi, in particolare del grano, hanno fatto un balzo in avanti e riteniamo che possano rimanere su livelli così alti […]

Leggi tutto
News Notizie

“Guerra economica”: fine della globalizzazione e del regno del dollaro?

A cura di Jeffrey Cleveland, Chief Economist di Payden & Rygel L’invasione russa dell’Ucraina ha scatenato una risposta unitaria da parte dell’Occidente, apparentemente senza precedenti, consistente in una raffica di sanzioni economiche contro Mosca. I commentatori hanno prontamente dichiarato la fine della globalizzazione e del regno del dollaro statunitense come valuta di riserva. La Storia […]

Leggi tutto