Global Leader School forma i futuri leader globali di pace

New York – Ridurre i conflitti armati nel mondo formando i futuri leader globali di pace. È questa l’ambiziosa proposta di Rondine Cittadella della Pace che vuole rispondere così al bisogno di nuove guide capaci di governare le sfide della globalizzazione in un mondo sempre più diviso. Rondine è tornata alle Nazioni Unite, a un anno del lancio della campagna Leaders for Peace, per rinnovare il suo appello e proporre agli Stati che vorranno sostenerla di collaborare alla costruzione di quello che sarà il risultato concreto della campagna: la Global Leaders School. Una proposta di formazione e specializzazione di alto livello per gli studenti e giovani professionisti provenienti da tutto il mondo, in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda ONU 2030 4.7 e 4 per un’istruzione di qualità, equa e inclusiva.

Leggi tutto “Global Leader School forma i futuri leader globali di pace”

Il pasto in viaggio? Per scelta alimentare o motivi di salute purché sia “senza glutine”!
L’artigianalità del Made in Italy ha fatto scuola nella Grande Mela: il 17 e 18
Amore, famiglia, salute...e, indubbiamente, un buon lavoro! Questi i capisaldi della felicità secondo gli italiani,

Vacanze senza glutine: ci sono le destinazioni gluten free

Il pasto in viaggio? Per scelta alimentare o motivi di salute purché sia “senza glutine”! In occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione (16 ottobre), lastminute.com rivela che al momento della prenotazione le richieste per sostituire il normale pasto a bordo di un volo con un pasto  senza glutine  si attestano  al 14%*, superando anche quelle relative alla dieta vegan. Una domanda che viene confermata in Italia dalla crescita sia del mercato degli alimenti senza glutine (+20% l’anno), sia dei ristoranti che offrono ricette prive di glutine, attestati nel nostro Paese al 58%**.

 

Ma quali sono le destinazioni ideali per chi sceglie di viaggiare “senza glutine”? lastminute.com ha stilato la classifica delle 6 destinazioni per vacanze senza glutine, dove è presente il maggior numero di ristoranti pronti a soddisfare le esigenze di tutti i viaggiatori “gluten free” che non intendono rinunciare a sperimentare la cucina locale!

 

1) Londra

Londra è la città che offre più scelta: sono ben 2.850 i ristoranti che propongono ricette senza glutine. In particolare, in un vicoletto a due passi da Covent Garden si trova The Oystermen Seafood Bar & Kitchen, dove provare tantissimi piatti a base di pesce, in particolare granchio, una vera delizia!

 

2) New York
A New York, dove è possibile assaggiare cucine di ogni tipo, non mancano  le opzioni per chi sceglie una vacanza senza glutine: i ristoranti attrezzati sono 1.261, che permettono alla città americana di piazzarsi al secondo posto della classifica. Dopo una passeggiata tra Soho e Nolita, l’ideale potrebbe essere fermarsi per un bagel da Russ & Daughters, che offre anche opzioni senza glutine, Kosher e per vegetariani.

 

3) Barcellona
Con 655 ristoranti gluten free, Barcellona si posiziona  al terzo posto. Sosta perfetta tra le calles catalane potrebbe essere Teoric Taverna Gastronomica, che propone opzioni senza glutine, oltre che vegane e vegetariane.

 

4) Edimburgo

Sono 550 i ristoranti pronti a soddisfare le papille gustative dei viaggiatori gluten free in partenza verso la capitale scozzese. Per un pasto regale, concedetevi  una cena su Princes Street nel ristorante Number One at The Balmoral.

 

5) Dubai

Per chi ama volare verso mete lontane, Dubai è una destinazione perfetta per una vacanza senza glutine: oltre ad offrire tantissimi tipi di cucina, assicura anche 443 ristoranti in cui scegliere portate gluten free. Per una cena davvero unica, prenotate un tavolo da  Al Dawaar,  ristorante “girevole” da cui ammirare Dubai dall’alto.

 

6) Madrid

Con 369 ristoranti attenti alle esigenze di chi opta per una dieta senza glutine, la capitale spagnola non si ferma alla sola offerta di quesos o patanegra! Da Maitia, nel quartiere nord di Chamartin, cuore pulsante del business madrileno, si è accolti come a casa propria, per gustare ottime ricette preparate con ingredienti freschi e genuini dalla chef Covadonga de la Rica.

 

Ecco tutte le offerte di lastminute.com dedicate alle vacanze senza glutine

Il periodo che precede l’inizio delle vacanze ha sempre un sapore agrodolce: alla gioia per l’imminente
L’artigianalità del Made in Italy ha fatto scuola nella Grande Mela: il 17 e 18
Amore, famiglia, salute...e, indubbiamente, un buon lavoro! Questi i capisaldi della felicità secondo gli italiani,

L’artigianalità Made in Italy a Lineapelle New York

L’artigianalità del Made in Italy ha fatto scuola nella Grande Mela: il 17 e 18 luglio Schmid sono stati tra le eccellenze italiane presentate nei workshop Crafting Innovation, realizzato durante i due giorni di Lineapelle New York.

Schmid, produttrice di tessuti per le scarpe e gli accessori dei maggiori marchi italiani e internazionali di moda, si riconferma ancora una volta portavoce dell’eccellenza dell’artigianalità italiana in un contesto di altissimo livello come quello di Lineapelle New York, la manifestazione fieristica che dal 2001 annuncia i trend per le stagioni A/I e P/E direttamente dal Metropolitan Pavilion.

“La finalità del workshop Crafting Innovation – ha dichiarato Paolo Ciccarelli, Presidente e Amministratore Delegato Schmid – è di portare l’eccellenza dei materiali e delle tecniche artigiane che hanno reso famoso il Made in Italy anche oltre i confini nazionali; come Schmid siamo orgogliosi di partecipare a questo progetto con i nostri materiali più pregiati e il nostro know-how costruito in anni di presenza sui mercati internazionali”. 

Costruzione artigianale, tecniche innovative e materiali d’eccellenza, con un focus specifico sulle borse, saranno questi i temi al centro dei workshop, tenuti da Orietta Pelizzari, nota “trend setter” internazionale. Attraverso la descrizione del percorso creativo e con il supporto di immagini e campioni, i partecipanti avranno la possibilità di valutare e apprendere le tecniche ed estetiche del migliore artigianato Made in Italy.

Tra i materiali di Schmid che serviranno per realizzare le creazioni oggetto dei progetti finali del workshop: nylon catarifrangente lavorato con termodeformature bi-face e a vista, un composto (brevettato Schmid) a base di fibra di carbonio, materiali a base 100% gomma ad alta elasticità con possibilità di termosaldatura dinamica, cellulose placcate in 3D o lavorate con stampe digitali o altre frequenze, raso stretch con termodeformature in 3D e organza in poliestere ad alta resistenza.

 

Il pasto in viaggio? Per scelta alimentare o motivi di salute purché sia “senza glutine”!
Amore, famiglia, salute...e, indubbiamente, un buon lavoro! Questi i capisaldi della felicità secondo gli italiani,

Primo Maggio, italiani alla ricerca di un felice compromesso tra lavoro e tempo libero

Amore, famiglia, salute…e, indubbiamente, un buon lavoro! Questi i capisaldi della felicità secondo gli italiani, come rivela un sondaggio di lastminute.com in occasione della Giornata Internazionale del Lavoro.

 

Nel Bel Paese infatti un lavoro sicuro e ben pagato è la chiave per essere felici, come conferma più di un quinto degli italiani, superando la media europea che si attesta al 17% I nostri concittadini sono gomito a gomito soltanto con i vicini spagnoli, per i quali il lavoro è sinonimo di felicità nel 27% dei casi. E se è vero che per sette italiani su dieci i momenti più spensierati sono legati al viaggio o al solo pensiero di una nuova avventura, è anche vero che il 10%  dichiara di trovare il suo angolo di felicità proprio quando è al lavoro. Quando si dice unire dovere e piacere!

 

Non tutti però si sentono pienamente appagati dalla propria vita professionale, anzi. C’è chi la considera come un vero ostacolo al benessere e alla realizzazione dei propri sogni (18%), e chi attribuisce al lavoro la causa per la totale mancanza di tempo libero, addirittura un quarto degli italiani! In entrambi i casi si tratta di percentuali che vanno a braccetto con quelle dei cugini ispanici e che risultano superiori al resto della media europea.

 

Per non farsi mancare proprio nulla, gli italiani (42%) sono il popolo europeo che più si sente impegnato e totalmente assorbito dagli impegni quotidiani: ecco perché oltre la metà dei nostri connazionali sostiene di volersi godere di più la vita e che per farlo conditio sine qua non è quella di imparare a staccare di più la spina dal lavoro ma non solo! Tra gli impedimenti  che oggigiorno sottraggono più tempo prezioso alla vita quotidiana e impediscono agli italiani di godersi fino in fondo i propri interessi ci sono il traffico, le code, e le ore dedicate ai social network. Che sia arrivato il momento del #DeleteFacebook che sta spopolando in rete?

 

Come  individuare quindi il giusto equilibrio tra lavoro e vita privata? Per più di un quarto degli italiani è sufficiente, calendario alla mano, scegliere una destinazione e programmare finalmente un break! Ad approfittarne sono stati i tanti italiani che, in occasione di questo Primo Maggio, hanno colto la palla al balzo prenotando un volo alla ricerca del lato pink della vita: secondo i dati di lastminute.com, l’incremento di partenze è pari al 20% rispetto a quello dello stesso periodo del 2017.

 

In particolare, i lavoratori italiani hanno scelto di regalarsi qualche giornata di felicità lontano dai ritmi dell’ufficio volando soprattutto nel resto d’Europa (55%) per andare alla scoperta di qualche capitale. Londra si conferma tra le destinazioni preferite, nonostante un calo del 12% delle prenotazioni rispetto al ponte del 2017, mentre al secondo posto, complice la fioritura di immense distese di tulipani, c’è Amsterdam, che registra un incremento di turismo italiano pari al 27%. La Spagna è tra le mete più gettonate dai nostri connazionali con Barcellona (+42% di booking), mentre Parigi dal secondo posto del 2017 scende al quarto, con un calo del 12%.

Diminuiscono invece i voli domestici (-9% rispetto allo scorso anno): solo un terzo degli italiani preferisce infatti giocare in casa, magari volando al sud per assaporare un’anteprima dell’estate. Secondo i dati delle prenotazioni di lastminute.com, a farla da padrona è la Sicilia, con Catania (+9% di arrivi rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e al primo posto per arrivi a livello nazionale) e Palermo (+12%), che quest’anno si arricchisce di eventi e rassegne in quanto Capitale Italiana della Cultura 2018; segue a ruota la Campania con Napoli (+53%), pronta a regalare momenti indimenticabili con il suo suggestivo Lungomare. Tra le mete più ambite ci sono anche Milano, con un incremento di prenotazioni del 16%, e Roma, che tuttavia vede un calo negli arrivi del 4%.

Chi decide di regalarsi un volo intercontinentale (12% dei viaggiatori, +21% rispetto al 2017) sceglie New York e Los Angeles, che quest’anno registrano un aumento di prenotazioni rispetto all’anno precedente rispettivamente del 69% e del 82%. Nella Top5 delle destinazioni a lungo raggio ci sono anche Telaviv (+171%), Miami (+100%) e Casablanca (+111%).

 

Il pasto in viaggio? Per scelta alimentare o motivi di salute purché sia “senza glutine”!
L’artigianalità del Made in Italy ha fatto scuola nella Grande Mela: il 17 e 18