Scuola islamica australiana vieta la corsa alle alunne

Le autorità australiane hanno aperto un’inchiesta giovedì su una scuola islamica che avrebbe vietato alle ragazze di frequentare delle gare di corsa per paura che perdessero la verginità.

Il ministro dell’istruzione dello stato di Victoria, James Merlino, ha ordinato l’apertura di questa inchiesta perché, se la cosa fosse confermata, a suo dire, ci sarebbe da preoccuparsi.

Un ex insegnante della scuola di Melbourne, l’Al-Taqwa College, in cui sarebbe accaduto l’episodio, ha accusato il direttore dell’istituzione educativa, Omar Hallak.

Il direttore crederebbe, anche, che, oltre alla perdita della verginità, le ragazze potrebbero diventare sterili correndo.

Il direttore crederebbe, secondo questo insegnante, che “ci siano prove scientifiche secondo cui, se le ragazze si fanno male, per esempio, rompendosi una gamba col gioco del calcio, possano rimanere sterili”.

Anche i ragazzi della scuola, hanno fatto una petizione, scrivendo allo stesso preside, contro questa decisione che ritengono ingiusta.

L’istituzione privata che accoglie 1.700 studenti che hanno dai 5 ai 18 anni, ha ricevuto nel 2013 più di 15 milioni di dollari australiani (10,8 milioni di euro) di fondi pubblici. La decisione del preside anche per questo è al centro di forti polemiche, in Australia, dopo questo episodio.

News Notizie

Poco coinvolgimento e scarsa trasparenza sul Piano Nazionale Ripresa e Resilienza

“Se lo scopo del PNRR è la ripresa e la resilienza del nostro Paese, queste sono irraggiungibili senza il coinvolgimento dei cittadini nelle scelte e nelle proposte che esso contiene, come nel monitoraggio dei progetti che lo tradurranno in interventi concreti. Per questo ci risulta inaccettabile come un piano pluriennale di questa portata, che avrà […]

Leggi tutto
News Notizie

India: l’allarme di Azione contro la Fame

“L’india è alle prese con una ondata di infezioni da Covid-19 senza precedenti, ma oltre a mitigare l’impatto della pandemia, siamo impegnati al massimo anche per contrastare l’impatto sull’accesso al cibo e gli effetti psicologici di questa situazione, soprattutto per le donne incinte, le neomamme e bambini sotto i cinque anni di età”. Lo ha […]

Leggi tutto
cibo
News Notizie

Il sud del Madagascar sull’orlo della carestia. Allarme del WFP

La siccità non dà tregua nel Madagascar del sud, spingendo centinaia di migliaia di persone sull’orlo della carestia. L’allarme dell’agenzia ONU World Food Programme (WFP) indica come, con i tassi di malnutrizione acuta che continuano a crescere, sia necessaria una azione urgente che risponda a questa crisi umanitaria in divenire. Molti distretti nel sud del […]

Leggi tutto
News IN DIES