Clima: il pacchetto di proposte politiche “Fit for 55” non è sufficiente

Nonostante gli accattivanti annunci da parte della Commissione europea, il pacchetto di proposte politiche “Fit for 55”, appena reso noto, non è sufficiente ad affrontare seriamente la crisi climatica.

«L’intero pacchetto si basa su un obiettivo troppo basso e non conforme alle indicazioni scientifiche, e non fermerà la distruzione degli ecosistemi» commenta Jorgo Riss, direttore di Greenpeace Ue. «Molte delle politiche presentate non entreranno in vigore prima di dieci anni o più, come lo stop alla vendita di auto inquinanti che non avverrà prima del 2035. Mentre altre scelte andranno ad alimentare la crisi climatica, come l’aver deciso di etichettare l’utilizzo di risorse forestali come energia rinnovabile».

Mentre il pianeta continua ad affrontare ondate di calore mortali, incendi devastanti, tempeste e inondazioni, l’obiettivo dell’Ue del 55% di taglio netto alle emissioni entro il 2030 è ben al di sotto di ciò che la scienza richiede per limitare il riscaldamento globale a 1,5°C e prevenire il collasso degli ecosistemi, dell’economia e della società in generale.

Cultura e Società News

Concorso: condividere le proprie idee per un mondo migliore

Taiwan Excellence lancia l’iniziativa benefica “Sharing is Caring, Taiwan Excellence” dove i cittadini di tutto il mondo sono chiamati a proporre idee creative per trasformare il mondo in un posto migliore. I temi attorno a cui ruota il contest sono l’interesse sociale e la protezione dell’ambiente, oltre all’area di governance aziendale, ambientale e sociale. Taiwan […]

Leggi tutto
News

L’etichettatura benessere animale tradisce i consumatori

Il Sistema di Qualità Nazionale Benessere Animale, portato avanti dai Ministeri delle Politiche Agricole e della Salute insieme con Accredia, e istituito con l’articolo 224 bis nel Decreto Rilancio, prevede la certificazione e l’etichettatura volontaria di prodotti di origine animale che rispettano standard superiori ai requisiti di legge. La certificazione che sta per essere votata […]

Leggi tutto
povertà
News

World Food Programme: anche la classe media fa fatica in Afghanistan

La perdita di posti di lavoro, la mancanza di contante e gli aumenti dei prezzi stanno creando una nuova classe di affamati in Afghanistan. È l’allarme lanciato oggi dall’agenzia ONU World Food Programme (WFP). Per la prima volta, chi vive nelle città soffre l’insicurezza alimentare a livelli simili a quelli delle comunità rurali, devastate da […]

Leggi tutto