Anche i gatti possono sviluppare l’AIDS

Anche i gatti possono sviluppare l’AIDS e la stessa malattia che colpisce l’uomo, nei gatti è prodotta dal virus dell’immunodeficienza felina (FIV).

Il virus felino, tuttavia, non può infettare gli esseri umani, o anche altri animali, come i cani.

L’AIDS felino, come negli umani, distrugge le difese immunologiche dei gatti.

Il VIF è stato identificato nel 1986 negli Stati Uniti. Questa malattia può essere trasmessa ai gatti attraverso i morsi.

Durante la fase acuta dell’infezione, un felino può avere febbre, diarrea, linfoadenopatia o neutropenia.

Non esiste un vaccino per curare l’AIDS felino e il veterinario si limita a curare le malattie ad esso collegato.

Cultura e Società News Scienza

Eutanasia, “Mario”, malato tetraplegico denuncia nuovamente l’ASUR

Dopo aver ottenuto il parere favorevole del Comitato Etico sulla presenza dei 4 requisiti per l’accesso al suicidio assistito, Mario, 43 anni tetraplegico marchigiano, è stato costretto a diffidare nuovamente la ASUR Marche, perché inadempiente in merito alle dovute verifiche sul farmaco letale. Questo è, infatti, l’ultimo passaggio da effettuare prima di poter accedere legalmente […]

Leggi tutto
News Scienza

La decarbonizzazione del settore industriale italiano passa da Taranto

A margine della COP26 di Glasgow, il think tank ECCO ha analizzato il settore manufatturiero italiano per suggerire strategie e soluzioni concrete per la riduzione delle emissioni e la decarbonizzazione del settore industriale. Oggi l’Italia rappresenta la settima potenza manifatturiera del mondo e la seconda in Europa. Il settore industriale impiega circa 4 milioni di […]

Leggi tutto
mare
News Scienza

COP26, tutto rimandato al nuovo anno?

Commentando la nuova bozza dell’accordo finale pubblicata a Glasgow, la direttrice esecutiva di Greenpeace International Jennifer Morgan ha detto: «Questa bozza di accordo non è un piano concreto per risolvere la crisi climatica, è solo un incrociare le dita e sperare che vada meglio l’anno prossimo. Nient’altro che una timida richiesta ai governi di fare […]

Leggi tutto