Il fumo potrebbe provocare 8 milioni di morti in più all’anno entro il 2020

Circa 5,4 milioni di persone muoiono ogni anno in tutto il mondo per gli effetti del fumo. Il dato è emerso  in occasione della “Giornata mondiale” senza tabacco, celebrata in tutto il mondo il 31 di maggio.

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha sottolineato l’importanza di questa giornata per ricordare i rischi del fumo per la salute, sia che si è fumatori o che si è esposti al fumo dpassivo.

Per l’Oms sono anche necessarie politiche efficaci che contribuiscano a ridurre il consumo di tabacco.

Per la Giornata mondiale senza tabacco 2016 (World no-tobacco day 2016), il tema scelto è stato quello del confezionamento anonimo delle sigarette, vertente cioè su una serie di misure da attuare per “limitare o proibire l’uso di loghi, colori, immagini, marchi o informazioni promozionali al di là del nome del brand e del prodotto, da mostrare con caratteri standardizzati”.

L’imballaggio neutro è una delle tante iniziative da prendere: se adesso muoiono 5,4 milioni di fumatori all’anno, se non si interverrà con misure di controllo adeguate, questa cifra aumenterà e raggiungerà oltre gli 8 milioni di morti in più all’anno per fumo, entro il 2020.

Casa Lifestyle News Tecnologia

Come abiteremo nelle nostre case in futuro?

Come abiteremo nelle nostre case in futuro? Come saranno progettate e che ruolo svolgerà la tecnologia digitale? Queste domande sono alla base di Tomorrow Living, un progetto di ricerca sul futuro dell’abitare trasformato dalla tecnologia, condotto dal Huawei Milan Aesthetic Research Center e curato da Robert Thiemann, direttore di Frame magazine. Per trovare risposte abbiamo […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Long Covid: la metà dei pazienti ha sintomi due anni dopo l’infezione

Dopo due anni di pandemia abbiamo imparato a convivere con il Covid-19, ma oggi sappiamo di più sugli effetti a lungo termine. Secondo il più lungo studio di follow-up fino effettuato pubblicato sul Lancet Respiratory Medicine, la metà dei pazienti che sono stati ricoverati in ospedale ha ancora almeno un sintomo due anni dopo l’infezione […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Allergie primaverili, quanto incidono sugli occhi?

Con l’’arrivo del caldo e della bella stagione arrivano anche le allergie primaverili; questo periodo dell’anno è infatti quello con la maggior produzione di pollini da parte delle piante, che si concentrano nell’aria e possono far nascere le temute reazioni allergiche. Anche se in generale si parla di allergie primaverili questo termine di solito si […]

Leggi tutto