Degli hacker hanno aiutato l’FBI ad accedere ai dati dell’iPhone della strage

Degli hacker hanno consentito all’FBI di accedere ai dati dell’iPhone utilizzato dagli aggressori di San Bernardino, in California, che avevano ucciso 14 persone, il 2 dicembre scorso, attraverso un bug che hanno scoperto nel software.

Lo ha riferito il Washington Post, rivelando che questi hacker professionisti sono stati pagati per il loro intervento.

L’FBI non avrebbe avuto problemi a sbloccare il codice PIN a quattro cifre del telefono. Ma la sfida era quella di disattivare una funzione del dispositivo destinata a cancellare tutti i dati memorizzati dopo 10 tentativi falliti per trovare il codice di accesso.

La scoperta di questo bug ha permesso alle autorità statunitensi di aggirare l’identificatore di quattro cifre dell’iPhone senza attivare la funzione che avrebbe cancellato tutti i dati.

Gli autori della strage di San Bernardino, Syed Farook e sua moglie Tashfeen Malik, erano stati uccisi dalla polizia. Altri due telefoni cellulari erano stati trovati sul posto dopo l’attacco.

Il Governo Usa ha avviato una causa contro Apple che aveva rifiutato di fornire il codici personali dell’utente.

Apple, sostenuta da Google e Facebook, si era rifiutata in nome della protezione dei dati.

L’FBI, senza rivelare il metodo utilizzato per sbloccare l’iPhone degli aggressori di San Bernardino, aveva annunciato, nel mese scorso, di essere riuscito a sbloccare il dispositivo, grazie all’intervento di terzi.

Apple dice che non ha intenzione di perseguire l’FBI per costringerlo a rivelare il metodo utilizzato, ma i suoi avvocati hanno detto che richiederanno i dettagli relativi agli strumenti utilizzati per ottenere i dati richiesti.

(Con AFP)

Lifestyle Moda News Tecnologia

Il diavolo veste… Plastica, un capo su 2 è nemico dell’ambiente

Non solo posate, borse della spesa, guanti o cannucce, la plastica è presente anche all’interno degli armadi e viene indossata ogni giorno da milioni di persone. Secondo uno studio pubblicato dalla BBC, un capo su 2 è composto da plastica: il 49% dei 10000 prodotti presi in esame, infatti, risulta interamente realizzato in poliestere, acrilico, […]

Leggi tutto
News Notizie

Natale, Mission Bambini: al fianco dei bimbi fragili delle periferie

Per i bambini che vivono nei contesti disagiati delle periferie delle principali città italiane, il Natale non è sempre un momento di spensieratezza, ma con i regali solidali di Mission Bambini si può donare a questi bambini la possibilità concreta di sperare in un futuro migliore. Le donazioni raccolte con i regali solidali serviranno infatti […]

Leggi tutto
Cultura e Società Lifestyle News Salute Scuola Tecnologia

Aria Pulita in Classe: quali soluzioni?

La scarsa qualità dell’aria nelle aule scolastiche influisce sul benessere di alunni e docenti, incide sul grado di apprendimento e può compromettere la salute. Il ricambio dell’aria può essere lasciato all’intuizione? Come misurare la salubrità dell’aria? Quali soluzioni per migliorala? Sono alcune delle domande che troveranno risposta il 2 dicembre (ore 16.00-17:15) nel webinar “Aria […]

Leggi tutto