La tubercolosi nel mondo uccide quanto l’Hiv

La tubercolosi ha ucciso nell’ultimo anno più di 1,5 milioni di persone nel mondo, ha detto mercoledì l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Più della metà dei casi di tubercolosi in tutto il mondo, il 54%, sono stati registrati in Cina, India, Indonesia, Nigeria e Pakistan.

La tubercolosi ha raggiunto le infezioni da Hiv come malattia infettiva più letale al mondo, secondo l’OMS.

Per ridurre il peso globale della tubercolosi, le lacune nella diagnosi e nel trattamento, sono necessari dei finanziamenti e lo sviluppo di nuovi strumenti diagnostici, nuovi farmaci e nuovi vaccini, dice il rapporto dell’OMS.

Il 3,3% dei casi di tubercolosi trovati nell’ultimo anno era multiresistenti (TB MDR) e con un numero maggiore dei casi in Cina, India e Russia.

Le forme di tubercolosi resistenti alle cure continueranno a diffondersi se non si ridurrà il divario tra le persone malate e quelle curate, secondo Médecins sans Frontières (MSF).

Secondo Medici senza Frontiere i numeri sono “sconfortanti” e il mondo sta “perdendo terreno” nella lotta alle forme resistenti di tubercolosi.

Le Nazioni Unite si sono proposte di ridurre la mortalità per la tubercolosi del 90% entro il 2030.

Questa malattia si è comunque quasi dimezzata dal 1990.

Tuttavia, adesso, la tubercolosi e l’Hiv sono “in competizione per essere la prima causa di morte per malattie infettive di tutto il mondo”, come ha detto alla BBC Mario Raviglione, direttore del dipartimento che si occupa della tubercolosi nell’OMS.

Lifestyle News Salute

Andropausa, scoperta una nuova molecola anti-invecchiamento

Ad Abano Terme presentato un peptide inedito (un piccolo frammento di osteocalcina) che interesserà gli ultrasessantenni: un esercito di quattro milioni di maschi italiani è infatti colpito da bassa produzione di testosterone associata ad un quadro clinico caratterizzato da osteoporosi, sindrome metabolica e disturbi della sessualità. Il professor Carlo Foresta: “Gli autori della ricerca sostengono […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Il virus Sars-Covid viaggia nei nervi con dolori muscolari

Nella classifica delle ripercussioni post Covid, la voce dolore ricopre uno spazio importante: basti pensare che circa la metà dei pazienti che ha avuto l’infezione ha dovuto lottare contro i dolori muscolari, seguiti da cefalee acuto (6-21%), dolori toracico (2-21%), oculare (16%), mal di gola (5-17%) e addominale (12%). E ultimamente anche quelli che coinvolgono […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

La terza dose di vaccino porrà un probabile freno al Covid

TERZA DOSE DI VACCINO: L’IMPORTANZA E LA NORMALITA’ – I vaccini ci hanno permesso di superare una situazione di estrema gravità quale quella in cui ci aveva spinto la pandemia di Covid-19 nel 2020. Avendoli però sviluppati in poco tempo, la loro somministrazione è stata programmata in due dosi a intervalli di tempo ravvicinati. L’introduzione […]

Leggi tutto