Troppo paracetamolo aumenta il rischio di ictus e di infarto

Il paracetamolo aumenta il rischio di avere un attacco cardiaco, se preso ad alte dosi per lungo tempo

Coloro che assumono il farmaco per lunghi periodi hanno fino al 63% più probabilità di morire improvvisamente per un attacco di cuore o un ictus, secondo alcuni ricercatori britannici.

Gli studiosi del Leeds Institute of Rheumatic and Musculoskeletal Medicine, che hanno esaminato 8 studi, riguardanti 666.000 pazienti, dicono che il medicinale blocca un enzima chiamato COX-2.

I pazienti esaminati nella ricerca avevano assunto del paracetamolo ogni giorno per 14 anni, per curare condizioni come l’artrite o mal di schiena.

Il paracetamolo è considerato dai medici più sicuro dell’aspirina, che può causare sanguinamenti allo stomaco, e dell’ibuprofene, che pure stato collegato a infarti e ictus.

Dallo studio è emerso, però, che anche il paracetamolo aumenta di quasi il 50 per cento il rischio di avere un ulcera allo stomaco o un sanguinamento. Inoltre, il farmaco aumenta il rischio di infarto e di ictus.

Lifestyle News Salute

Gli anziani continuano a pagare il prezzo più alto in termini di salute

L’URGENZA POST-COVID: LA GESTIONE DELLE MALATTIE CRONICHE NELL’ANZIANO. I VACCINI PER GLI OVER 65 – La vaccinazione della popolazione italiana contro il Covid-19 prosegue con numeri significativi. Tuttavia, si sta presentando il conto della trascuratezza avvertita da molti pazienti, soprattutto anziani, nei programmi di prevenzione e cura delle malattie croniche. “Urge ripartire con i percorsi […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Praticare yoga fa bene alla vita sessuale

In occasione della Giornata Internazionale dello Yoga, che si celebrerà il 21 giugno, MioDottore – piattaforma leader nella prenotazione online di visite mediche e parte del gruppo Docplanner – ha coinvolto una delle sue esperte, la Dottoressa Jole Rosafio, psicologa che ha aderito al progetto di video consulenza online attivato dalla piattaforma, per indagare come […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Pandemia: impennata prime mestruazioni già in terza elementare

Tra i cambiamenti che stiamo ereditando dal Covid, ce n’è uno che riguarda direttamente le giovanissime che si ritrovano a dover gestire le mestruazioni fin dalla terza elementare. Ben due studi, condotti in Italia, confermano questa nuova tendenza che ha visto raddoppiare i casi di pubertà precoce rispetto all’anno precedente. Per intervenire tempestivamente e nel […]

Leggi tutto
News IN DIES