Cambiare stile di vita per prevenire l’Alzheimer

Milioni di casi di morbo di Alzheimer potrebbero essere evitati se i pazienti cambiassero il loro stile di vita, secondo uno studio fatto nell’Università di Cambridge.

Lo studio, condotto da Carol Brayne e pubblicato sulla rivista The Lancet Neurology, ha esaminato sette fattori di rischio correlati con la malattia: diabete, ipertensione, obesità, inattività fisica, depressione, fumo e basso livello di istruzione.

Riducendo del 10% ciascuno di questi fattori di rischio, si potrebbe ridurre la diffusione dell’Alzheimer dell’8,5% entro il 2050.

Con il boom della popolazione e l’aumento della speranza di vita, si teme che 106 milioni persone svilupperanno l’Alzheimer entro il 2050.

Gli esperti ritengono che il morbo di Alzheimer, una malattia neurologica complessa legata all’età, potrebbe essere influenzata sia dai geni che dall’ambiente.

Lifestyle News Salute

Gli anziani continuano a pagare il prezzo più alto in termini di salute

L’URGENZA POST-COVID: LA GESTIONE DELLE MALATTIE CRONICHE NELL’ANZIANO. I VACCINI PER GLI OVER 65 – La vaccinazione della popolazione italiana contro il Covid-19 prosegue con numeri significativi. Tuttavia, si sta presentando il conto della trascuratezza avvertita da molti pazienti, soprattutto anziani, nei programmi di prevenzione e cura delle malattie croniche. “Urge ripartire con i percorsi […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Praticare yoga fa bene alla vita sessuale

In occasione della Giornata Internazionale dello Yoga, che si celebrerà il 21 giugno, MioDottore – piattaforma leader nella prenotazione online di visite mediche e parte del gruppo Docplanner – ha coinvolto una delle sue esperte, la Dottoressa Jole Rosafio, psicologa che ha aderito al progetto di video consulenza online attivato dalla piattaforma, per indagare come […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Pandemia: impennata prime mestruazioni già in terza elementare

Tra i cambiamenti che stiamo ereditando dal Covid, ce n’è uno che riguarda direttamente le giovanissime che si ritrovano a dover gestire le mestruazioni fin dalla terza elementare. Ben due studi, condotti in Italia, confermano questa nuova tendenza che ha visto raddoppiare i casi di pubertà precoce rispetto all’anno precedente. Per intervenire tempestivamente e nel […]

Leggi tutto
News IN DIES