Le notti in bianco deteriorano il cervello

Uno studio dell’Università di Uppsala, in Svezia, ha dimostrato che una notte in bianco aumenta i livelli nel sangue, la mattina seguente, di 2 proteine nel cervello.

Questo studio, pubblicato sulla rivista ‘Sleep’, suggerisce che la mancanza di sonno è associata con il rischio di perdita di tessuto cerebrale.

Lo studio ha trovato che la privazione totale del sonno è seguita da un aumento delle concentrazioni di NSE e di S100 β.

L’enolasi neuro-specifica (NSE) è un enzima glicolitico presente nei neuroni, nel tessuto nervoso periferico e nei tessuti neuroendocrini.

La S100 β, della famiglia delle proteine responsabili dell’omeostasi del calcio, è presente nel cervello in modo fisiologico.

Queste 2 molecole generalmente aumentano in caso di danni al cervello.

I risultati dello studio, secondo gli autori, indicano che la mancanza di sonno può innescare la neurodegenerazione.

Anche se, quello fatto in Svezia è stato uno studio piccolo, condotto su 15 giovani uomini, di peso normale e in buona salute, privati del sonno per una notte, i risultati dicono che dormire bene ogni notte è un fattore importante per il mantenimento della salute del cervello.

Lifestyle News Salute

Le terapie intensive non possono più essere luoghi blindati

Le terapie intensive non possono più essere luoghi blindati, inaccessibili, dove cure, assistenza e dolore sono privi di contatti con il mondo esterno, con gli affetti, con le dinamiche relazionali. La SOCIETA’ ITALIANA DI ANESTESIA, ANALGESIA, RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA-SIAARTI da tempo sta lavorando per avviare una diversa relazione tra operatori, pazienti e famiglie: non […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Covid, Crisanti: i numeri dei contagi non tornano

“Oggi in Italia abbiamo 30-40 decessi al giorno e abbiamo un numero ridicolo di infezioni, evidentemente c’è una discrepanza ingiustificabile perché in tutti gli altri paesi d’Europa e del mondo c’è un rapporto di uno a mille rispetto ai numeri dei casi e dei decessi, quindi dovremmo avere anche noi un numero molto più grande […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

“Droga dello stupro”: è allarme

«I recenti fatti di cronaca legati all’utilizzo di nuovi stupefacenti quali il GHB, la cosiddetta “droga dello stupro”, unitamente all’aumento della violenza e dei femminicidi, fotografano una realtà sempre più difficile da gestire, frutto di frustrazione crescente causata da restrizioni e continui cambiamenti necessari per combattere la pandemia». Ad affermarlo è la dott.ssa Samantha Vitali, […]

Leggi tutto