La dieta mediterranea contrasta i danni dell’inquinamento atmosferico

La dieta mediterranea può aiutare a contenere i danni causati dallo smog e dalle polveri sottili. Alimenti quali il pesce, l’olio d’oliva e le verdure possono ridurre il rischio di contrarre le malattie derivanti dall’inquinamento atmosferico.

Le polveri sottili abbattono più del 50% il livello di vitamina E nel sangue e allo stesso tempo alzano quello di una proteina legata allo stress ossidativo delle cellule.

Uno studio fatto su 100 lavoratori di un’acciaieria di Milano, fortemente esposti alle polveri sottili PM10 e PM5, a livelli non diversi da quelli che si possono respirare nel centro di una città inquinata come Roma, ha mostrato che la dieta può contrastare gli effetti negativi provocati dallo smog.

Lo studio, coordinato dal professor Francesco Violi, dell’Università La Sapienza di Roma, è stato diffuso al Congresso nazionale della Società italiana di medicina interna.

matrimonio
Lifestyle News

Matrimoni ai laghi con Varese Destination Wedding

Un territorio ricco di storia che, già dai tempi dei romani era apprezzato per le sue caratteristiche, diventato poi meta di vacanze per la nobiltà milanese e infine trasformato in iconica immagine delle vacanze spensierate del periodo della dolce vita, negli anni ‘50 e ’60, che vedevano feste, balli, tornei sportivi, sfilate di moda ed […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Covid e HIV, gli anticorpi monoclonali potranno eradicare il virus

ICAR fa 13! Si sta concludendo la 13a edizione del Congresso ICAR – Italian Conference on AIDS and Antiviral Research, punto di riferimento per la comunità scientifica in tema di HIV-AIDS, Epatiti, Infezioni Sessualmente Trasmissibili e virali. ICAR è organizzato sotto l’egida della SIMIT, Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali, di tutte le maggiori […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Giornata nazionale dell’andrologia: il 50% dei giovani ha rapporti sessuali non protetti

Da un’indagine condotta su 10.000 adolescenti nell’ultimo anno è emerso che il 30% ha riportato un consumo eccessivo di fumo o alcool e circa il 50% l’uso di sostanze illecite o rapporti sessuali non protetti   Il 21 ottobre 2021 è stata la prima giornata nazionale dell’andrologia promossa dalla società italiana di andrologia e medicina […]

Leggi tutto