Anche Samantha Cristoforetti tra le 12 donne dell’anno del Financial Times

Figura anche Samantha Cristoforetti nell’elenco stilato dal Financial Times sulle 12 donne che si sono particolarmente distinte nell’anno 2015.

Il giornale ha tracciato un profilo piacevole e appassionato dell’astronauta italiana, ponendo l’accento non solo sul suo curriculum e sulle sue competenze tecniche e scientifiche, ma anche su un altro fatto molto particolare.

Samantha è stata la prima astronauta a bere un caffè espresso italiano nello spazio.

In fondo, dice il giornale, era l’unica che sapesse utilizzare la macchinetta.

La Cristoforetti nell’elenco del Financial Times figura accanto a un’altra italiana, poco nota nel nostro Paese, ma molto famosa negli Stati Uniti d’America: Elena Ferrante.

Le due italiane sono in buona compagnia di Michelle Obama, la first lady Usa, e di altre donne importanti.

Samantha Cristoforetti : anche nello spazio il meteo è importante

l’astronauta italiana Samantha Cristoforetti, in collegamento dalla Stazione spaziale internazionale con Fabio Fazio, su Rai 3, ha detto, sabato sera, che anche nello spazio le condizioni meteo della terra sono importanti.

L’astronauta, ama fotografare la terra e se ci sono perturbazioni, naturalmente, non può farlo.

Samantha ha anche detto che dallo spazio cerca spesso di sapere spesso sopra quale punto della terra si trovi. Per questo ha un computer apposito.

L’astronauta ha mostrato, tra le altre cose, vari computer, un’insalata che volava, un microfono fluttuante, in assenza di gravità. Sullo sfondo, una bandiera italiana.

Stazione Spaziale Internazionale: allarme rientrato

Allarme rientrato quasi subito sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS), che ospita anche l’italiana Samantha Cristoforetti. Mercoledì, sembrava ci fosse la perdita di una sostanza tossica, proveniente da un circuito di raffreddamento. Questo aveva costretto gli astronauti a evacuare il segmento statunitense della stazione spaziale internazionale.

Ad annunciarlo era stata l’agenzia spaziale russa tramite l’agenzia Roskosmos, precisando che l’equipaggio si era tranquillamente spostato nel segmento russo.

Sembrava che fosse fuoriuscita dell’ammoniaca, un gas incolore che brucia gli occhi e i polmoni, ma la situazione è stata sempre sotto controllo e delle perdite di ammoniaca c’erano già state anche in passato, per cui la cosa non era particolarmente preoccupante.

L’allarme era scattato alle 9,44, ora italiana, poi, però, a un ulteriore controllo la Nasa, l’agenzia spaziale americana, aveva precisato che si era trattato di un falso allarme.

“Grazie a tutti, stiamo tutti bene qui nel segmento russo e siamo al sicuro. Per aggiornamenti seguite @NASA e @Space_Station”, aveva twittato dallo spazio Samantha Cristoforetti.

Samantha Cristoforetti è nello spazio, tornerà fra sei mesi

È decollata da Bajkonur, in Kazakhstan, con un razzo Soyuz, poco dopo le 22 ora italiana, e si è attraccata alla Iss, la Stazione Spaziale Internazionale intorno alle 4, sempre ora italiana, Samantha Cristoforetti, prima astronauta italiana, che insieme a Terry Virts della NASA e Anton Shkaplerov della Roscosmos è ora nello spazio.

I tre astronauti resteranno nella stazione sei mesi e faranno ritorno sulla terra solo nel maggio del 2015.

Samantha Cristoforetti, 34 anni, è originaria di Milano ed era stata assegnata alla missione che sta compiendo più di due anni fa.

Cresciuta a Malè, in Trentino, ingegnere, vanta più di 500 ore in aereo militare ed è un capitano dell’aeronautica italiana.

L’Italia ha inviato vari astronauti nello spazio. La Cristoforetti sta diventando il settimo nostro astronauta a volare tra le stelle, dopo Franco Malerba, Maurizio Chieli, Umbergo Guidoni, Roberto Vittori, Paolo Nespoli e Luca Parmitano.

(Foto Nasa)