Alcol: il movimento fisico riduce il rischio di malattie legate all’abuso

Un’attività fisica regolare potrebbe compensare in parte l’aumento del rischio di morire a causa del consumo di alcol, secondo un nuovo studio osservazionale.

Esaminando le risposte fornite da circa 36.000 britannici, date a più di 40 questionari, tra il 1994 e il 2006, i ricercatori hanno trovato che il consumo di alcol è collegato a un rischio aumentato di morte.

Più il consumo era alto nei partecipanti allo studio, più il rischio di morire di cancro era importante, anche quando il consumo totale di alcol settimanale non aveva superato il massimo consigliato.

Tuttavia, l’attività fisica potrebbe compensare l’impatto negativo dell’alcool dice lo studio i cui risultati sono stati illustrati nel British Journal of Sports Medicine.

I ricercatori hanno trovato nella loro ricerca che le morti fra i bevitori diminuiva o era addirittura annullata in coloro che praticavano almeno 150 minuti di moderata o intensa attività fisica alla settimana.

Questi minuti di attività fisica a settimana sono raccomandati anche dall’Organizzazione mondiale della sanità per migliorare la salute, prevenire l’obesità, le malattie cardiovascolari, come pure determinati tipi di cancro.

L’attività motoria è ormai inconfutabilmente riconosciuta come elemento fondamentale per mantenere uno stato di benessere
Alcuni ricercatori hanno scoperto che le persone che fanno esercizio fisico prima di colazione hanno
Un nuovo studio ha mostrato, per la prima volta, che le persone con malattie cardiovascolari
Diversi studi scientifici hanno suggerito che l'attività fisica può rallentare l'accumulo di proteine ​​beta-amiloidi e

Un test per prevenire la trombosi e migliorare lo stile di vita

Il 17 aprile 2013, in Italia è stata celebrata la seconda Giornata Nazionale per la Lotta alla Trombosi.
Leggi tutto “Un test per prevenire la trombosi e migliorare lo stile di vita”

Gli sciroppi per la tosse sarebbero efficaci nel prevenire l'ictus, secondo un nuovo studio pubblicato sulla 
Vuoi per l'invecchiamento della popolazione, vuoi per lo stile di vita contemporaneo, in Italia sono
La trombosi uccide eppure in pochi la conoscono. A dirlo un’indagine voluta da ALT, l'Associazione