News IN DIES

Notizie, giorno dopo giorno

Vacanze: genitori, figli (grandi) e nonni insieme per ritrovare il tempo perduto

Dopo il Covid il tempo passato assieme ai propri cari è diventato prezioso e si cerca di recuperarlo in ogni modo. Anche quando si parla di vacanze: è una tendenza in forte ascesa quella dei viaggi multigenerazionali, iniziata dopo la pandemia a livello mondiale e riscontrata anche da noi, come conferma CartOrange, la più grande azienda italiana di consulenti di viaggio, specializzata nelle vacanze su misura.

«Possiamo definire multigenerazionali circa il 14% dei viaggi attualmente da noi confermati per l’estate 2023, e si tratta di numeri molto più alti rispetto al 2019 – afferma Eleonora Sasso, Responsabile Marketing Operativo di CartOrange –. Non stiamo parlando di semplici vacanze di famiglie con bambini, ma di una tipologia ben precisa, che richiede un’organizzazione ad hoc: sono viaggi che in genere mettono insieme genitori e uno o due figli grandi, dai 18 ai 30 anni, che magari vivono già da soli, e a volte comprendono anche i nonni. Altra tipologia molto frequente è quella in cui è presente un genitore single assieme a uno o più figli, sempre grandi. Queste categorie di viaggiatori hanno motivazioni ed esigenze diverse da quelle di tutti gli altri».

Cosa spinge infatti le famiglie a intraprendere un’esperienza di questo tipo? «I figli grandi – prosegue Eleonora Sasso – colgono l’occasione di fare un viaggio con i genitori, a volte anche i nonni, per recuperare un po’ di tempo di qualità con la propria famiglia. Per alcuni è allettante la possibilità di ottimizzare l’aspetto economico: viaggiando assieme ai genitori hanno accesso a mete ed esperienze che altrimenti non sarebbero alla loro portata». Viaggi di questo tipo non sono semplici da organizzare e richiedono una consulenza personalizzata, sottolinea sempre Sasso: «Da una parte non devono mancare le esperienze coinvolgenti per tutti, perché il motivo del viaggio è proprio costruirsi dei ricordi indimenticabili con i propri cari. Dall’altra ognuno ha bisogno dei suoi spazi e di accorgimenti legati alle proprie esigenze, diverse a seconda dell’età. I nostri consulenti hanno l’esperienza e le competenze per raggiungere questo delicato equilibrio e assicurare a tutti la vacanza perfetta». Vacanza alla quale si dedica complessivamente un budget importante: «L’idea è un po’ “adesso o mai più” – conferma Eleonora Sasso – e quindi, proprio ora che la fine della pandemia lo permette, anche chi non aveva mai fatto viaggi “importanti” spesso sceglie destinazioni esotiche e a lungo raggio».

Ma quali sono le mete perfette per un viaggio multigenerazionale? CartOrange ha selezionato alcune idee che metteranno d’accordo tutta la famiglia, per un’esperienza indimenticabile.

La formula On the road negli Stati Uniti e in Canada piace molto perché se ci sono i genitori l’esperienza diventa accessibile anche per i figli con meno di 25 anni quali, altrimenti, avrebbero più difficoltà a noleggiare un’auto. Fra le destinazioni più particolari consigliate da CartOrange ci sono la Florida, «Per unire il relax su spiagge da sogno e l’esperienza di una città che non dorme mai come Miami» spiega Eleonora Sasso, l’Ovest degli Stati Uniti con i grandi Parchi e le città iconiche di Los Angeles, Las Vegas, San Francisco, il Québec, con le sue città multiculturali e la natura incantevole. Altri Paesi consigliati per questo tipo di viaggi sono il Sudafrica, con la sua Garden Route che si snoda in contesti naturali di una bellezza unica, l’Australia e la Nuova Zelanda.

«Un’altra destinazione che va forte per i viaggi multigenerazionali è il Kenya – prosegue Sasso –: in questo caso è possibile vivere il mare e la natura selvaggia, grazie ai safari». Altre esperienze molto particolari, adatte a coinvolgere tutti, si possono fare in Nord Europa: tra fly&drive, escursioni nella natura e avvistamento delle balene, Norvegia e Islanda sono senz’altro due mete in cima alle preferenze delle famiglie con figli grandi.

Un nuovo trend è invece rappresentato dalla Colombia. «Una destinazione sempre più richiesta – spiega Eleonora Sasso – soprattutto dai giovani che seguono serie tv come Narcos, ma che non mancherà di sorprendere anche i genitori. È ancora relativamente poco conosciuta dai viaggiatori italiani: per un primo approccio si può partire da Bogotà, visitare la regione di Huila e terminare il viaggio a Cartagena, il tutto scoprendo testimonianze di antiche civiltà e godendosi esperienze particolari come visitare le piantagioni di caffè»

E per chi ha poco tempo a disposizione? «La formula perfetta è senz’altro quella del long weekend in una metropoli che offra arte, cultura, shopping e divertimento. Le mete più gettonate sono Dubai, che ha un’offerta culturale tutta da scoprire ma anche la possibilità di vivere esperienze magiche nel deserto, e New York, dove CartOrange propone itinerari che toccano le location di film e serie tv. Ritrovarsi tutti insieme nelle location di film come Il Padrino, Taxi Driver, Colazione da Tiffany, ma anche dei più recenti film Marvel; e poi di serie tv di ogni tempo che vanno da I Soprano, a Friends, a Sex & The City e Gossip Girl, è davvero qualcosa che può unire e fare divertire tutte le generazioni».

Pin It on Pinterest