I consumatori vogliono innovazioni che migliorano la vita in casa e il pianeta

Un nuovo studio di Whirlpool Corporation (NYSE: WHR) mostra che i consumatori desiderano fortemente innovazioni che migliorino la loro vita a casa. Con il CES 2022, il più grande evento mondiale di elettronica di consumo che ha preso il via la scorsa settimana, sono stati rivelati al mondo molti nuovi gadget alla moda e high-tech.

Tuttavia, uno studio condotto in Italia su più di 2000 persone, ha evidenziato come i consumatori apprezzino soprattutto le innovazioni che utilizzano poca energia (45%) e quelle che hanno una bassa impronta di carbonio (46%), seguite da quelle che permettono di risparmiare denaro (28%) o tempo (19%).

Quando si pensa specificamente agli elettrodomestici, i risultati hanno mostrato che – tralasciando valutazioni su costi e marchi – i consumatori ritengono che la caratteristica più importante sia l’efficienza energetica e idrica (51,7%), evidenziando la necessità di prodotti sostenibili che non ne compromettano le dimensioni o la capacità.

“In Whirlpool Corporation il nostro approccio all’innovazione offre alle persone ciò che desiderano e di cui hanno bisogno per migliorare la propria vita, sia a casa che per l’ambiente”, ha affermato Pam Klyn, Vicepresidente Senior Comunicazione, Relazioni Governative e Sostenibilità di Whirlpool Corporation. “Ad esempio, molte aziende stanno progettando prodotti che collegano tante “cose” diverse in casa, ma non sono tutte significative per la vita quotidiana dei consumatori. Immaginiamo un ecosistema domestico con una coscienza, un mix di elettrodomestici intelligenti e tecnologie emergenti, che forniscono energia, costi e risparmi di tempo”.

Con il 46% della totalità degli elettrodomestici in Italia prodotti da Whirlpool, l’azienda vede un chiaro potenziale nella connettività dei prodotti, anche se ad oggi solo il 5% delle loro funzionalità vengono utilizzate, e per questo i benefici sono ancora limitati.

“Lo studio dimostra che stiamo andando nella giusta direzione per rispondere alle richieste dei consumatori italiani e non solo. Se pensiamo che un nostro frigorifero, prodotto in Italia a Cassinetta di Biandronno, oggi consuma quasi il 90% in meno se confrontato con un modello di venti anni fa, ci rendiamo conto del progresso e dell’impegno che l’azienda da sempre dimostra rispetto a tematiche ambientali. Non ci fermeremo qui, abbiamo obiettivi ambiziosi per il futuro, tra cui il maggiore efficientamento energetico dei nostri prodotti, proseguire il nostro impegno rispetto al riciclo (oggi oltre il 90% degli scarti di produzione viene reimpiegato o riciclato) e di arrivare a emissioni zero entro il 2030” ha affermato Paolo Lioy, Amministratore Delegato Whirlpool Italia.

Lo studio ha evidenziato che i consumatori, oltre a scegliere prodotti sostenibili, sono pronti a modificare il loro comportamento per ridurre il proprio impatto ambientale, supportando ciò che l’esperta di trend Erica Orange chiama “ambientalismo”, ideologia per cui le persone trasformano le loro preoccupazioni per l’ambiente in vere e proprie azioni.

Due terzi dei consumatori (67%) stanno riducendo il loro utilizzo di plastica monouso o si impegnano a riutilizzarla, e quasi la metà (48,6%) ha intenzione di mantenere e accrescere queste abitudini nel prossimo anno, anche relativamente al consumo di acqua. Quasi i due terzi (64,9%) stanno già riducendo i carichi di biancheria settimanali, risparmiando acqua ed energia, e il 43% vuole ridurli ulteriormente.

“È incoraggiante vedere le persone agire”, ha affermato Ron Voglewede, Direttore Globale per la Sostenibilità di Whirlpool Corporation. “I nostri elettrodomestici sono il cuore delle case e se pensiamo alle più grandi sfide della società, abbiamo l’opportunità di svolgere un ruolo unico. Dall’aumento della quantità di materiali riciclati o riciclabili nei nostri prodotti, alla collaborazione con fornitori sostenibili e al trasferimento di sempre minori rifiuti in discarica. Innovare in questo modo fa parte del nostro DNA da oltre 110 anni”.

Questo approccio mirato, ha portato a numerosi sviluppi tra cui l’utilizzo di Internet per rendere gli elettrodomestici connessi nelle case dei consumatori e l’aggiunta di nuove funzionalità. La tecnologia 6° Senso del marchio Whirlpool utilizza sensori intelligenti per adattare il tempo e la temperatura di lavaggio in base alle dimensioni e al tipo di carico, il che permette di aiutare i consumatori a ridurre la loro impronta di carbonio e il peso delle bollette, così come la tecnologia WaterSave presente sulle lavabiancheria Supreme SIlence, grazie alla quale è possibile risparmiare fino al 59% di acqua ad ogni ciclo (-38 lt per lavaggio).

Whirlpool Corporation adotta un approccio innovativo anche alle sue iniziative di impatto sociale. Infatti, l’iniziativa House + Home, svolta in collaborazione con Habitat for Humanity International, ha lo scopo di installare elettrodomestici ad alta efficienza energetica nelle case.

Lifestyle News Salute

Oltre 20 milioni di bambini nei paesi ricchi hanno livelli elevati di piombo nel sangue

Secondo l’ultima Report Card pubblicata ieri dal Centro di Ricerca UNICEF Innocenti, la maggior parte dei Paesi ricchi sta creando condizioni malsane, pericolose e nocive per i bambini di tutto il mondo. La Innocenti Report Card 17: “Luoghi e Spazi – Ambiente e benessere dei bambini” mette a confronto i risultati ottenuti da 39 Paesi […]

Leggi tutto
Cultura e Società News

Ciliegie e amarene: ualità produttive, salutistiche e in cucina

Si è svolto in presenza, giovedì 19 maggio, presso la Sala della Società Medica Chirurgica di Bologna il secondo incontro del ciclo 2022 de “I Giovedì dell’Archiginnasio. L’Odissea del cibo dal campo alla tavola” dedicato alla ciliegia. I relatori dell’incontro sono stati il Dott. Stefano Lugli, Funzionario tecnico Università di Modena e Reggio Emilia, il […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Dopo la pandemia, prioritario riportare gli anziani a una vita sociale attiva

Dopo due anni di chiusure, gli ultimi mesi hanno visto una completa riapertura delle attività lavorative, scolastiche, sociali. Un processo che ha permesso alla popolazione di riprendere le normali attività, ma che spesso ha tenuto ai margini la popolazione anziana, caratterizzata da meno stimoli in tal senso e maggiormente preoccupata dai possibili effetti di un […]

Leggi tutto