Più infarti con l’uso degli anti-infiammatori non steroidei

Un nuovo studio, recentemente pubblicato dall’European Heart Journal ha sottolineato che i farmaci utilizzati per combattere il dolore e l’infiammazione possono compromettere la salute del cuore.

La ricerca ha trovato che l’uso di anti-infiammatori non steroidei (FANS), come il diclofenac (Voltaren) e l’ibuprofene è associato con un rischio aumentato di avere un attacco di cuore.

Non è la prima volta che questa categoria di farmaci è collegata al verificarsi di eventi cardiaci gravi. Lo scorso settembre, un altro sondaggio aveva associato i FANS a un aumentato rischio di insufficienza cardiaca.

Per il nuovo studio, i ricercatori hanno analizzato gli attacchi di cuore, in un periodo di nove anni, tra il 2001 e il 2010, registrati in Danimarca.

In  totale su 29000 persone che avevano avuto un arresto cardiaco, 3000 avevano usato un anti-infiammatorio non steroideo fino a 30 giorni prima dell’attacco.

L’indagine ha mostrato che i più consumati prima dell’evento erano stati l’ibuprofene (51%) e il diclofenac (21%).

Lo studio ha sottolineato che l’aumento del rischio di arresto cardiaco con l’uso dell’ibuprofene era stato di oltre il 30%, mentre l’uso del diclofenac del 50%.

Lifestyle News Salute

Andropausa, scoperta una nuova molecola anti-invecchiamento

Ad Abano Terme presentato un peptide inedito (un piccolo frammento di osteocalcina) che interesserà gli ultrasessantenni: un esercito di quattro milioni di maschi italiani è infatti colpito da bassa produzione di testosterone associata ad un quadro clinico caratterizzato da osteoporosi, sindrome metabolica e disturbi della sessualità. Il professor Carlo Foresta: “Gli autori della ricerca sostengono […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Il virus Sars-Covid viaggia nei nervi con dolori muscolari

Nella classifica delle ripercussioni post Covid, la voce dolore ricopre uno spazio importante: basti pensare che circa la metà dei pazienti che ha avuto l’infezione ha dovuto lottare contro i dolori muscolari, seguiti da cefalee acuto (6-21%), dolori toracico (2-21%), oculare (16%), mal di gola (5-17%) e addominale (12%). E ultimamente anche quelli che coinvolgono […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

La terza dose di vaccino porrà un probabile freno al Covid

TERZA DOSE DI VACCINO: L’IMPORTANZA E LA NORMALITA’ – I vaccini ci hanno permesso di superare una situazione di estrema gravità quale quella in cui ci aveva spinto la pandemia di Covid-19 nel 2020. Avendoli però sviluppati in poco tempo, la loro somministrazione è stata programmata in due dosi a intervalli di tempo ravvicinati. L’introduzione […]

Leggi tutto