A Cuba la più grande amnistia per l’arrivo di papa Francesco

Le autorità cubane hanno annunciato che concederanno un’amnistia a 3522 prigionieri in occasione della visita sull’isola di Papa Francesco, in programma dal 19 al 22 settembre.

Saranno amnistiati i prigionieri di oltre 60 anni, le persone con meno di 20 anni senza precedenti penali, i malati cronici, le donne, coloro che finiranno di scontare la pena nel 2016 e gli stranieri il cui paese assicura l’estradizione.

Salvo qualche “eccezione umanitaria”, non saranno liberati gli autori di omicidi, stupri, traffico di droga, violenza e attentati contro la sicurezza dello stato, i pedofili.

Sarà il più grande numero di amnistiati dalla rivoluzione del 1959, quello che Cuba farà in occasione di questa visita papale.

L’organo ufficiale del partito comunista di Cuba ha ricordato che l’Havana aveva già amnistiato quasi 3000 prigionieri prima della visita di Benedetto XVI nel 2012 e circa altri 300 un mese dopo quella di Giovanni Paolo II nel 1998.

Durante la sua visita all’isola, il Papa successivamente andrà a L’Avana, a Holguin e a Santiago de Cuba e incontrerà il presidente Raul Castro, prima di recarsi negli Stati Uniti.

Caso di Dengue a Bologna: disinfestazione delle aree pubbliche

A Bologna questa notte è stata ancora attuata la disinfestazione, compiuta dopo che un caso di Dengue è stato accertato nei Quartieri Santo Stefano e Navile.

La Dengue è una malattia infettiva trasmessa dalle zanzare del genere Aedes. E’ un’infezione virale endemica in alcuni paesi tropicali.

“Nelle notti tra i giorni 10 e il 13 settembre si procederà con le disinfestazione delle aree pubbliche circostanti l’abitazione della persona colpita (come previsto dallo specifico protocollo regionale) e delle aree frequentate dalla stessa e con la disinfestazione e rimozione di eventuali focolai larvali accedendo alle aree private”, aveva fatto sapere il Comune, dopo l’accertamento del caso.

Il Comune, ha fatto anche presente nel comunicato che la Dengue “è una malattia infettiva che normalmente ha un decorso benigno con una fase acuta che dura circa una settimana, mentre possono rimanere dolori articolari per alcuni mesi. La terapia è di tipo sintomatico e serve soprattutto a ridurre i dolori”.

A fine settembre l`ultima luna di sangue

Durante la notte tra domenica 27 settembre lunedì 28 ci sarà l’ultima eclissi totale di luna del 2015, che completerà il ciclo di “Luna Rossa” o “Luna di sangue”, come è noto a questo fenomeno.

C’è stata un’eclissi di luna totale quest’anno, sabato, 4 aprile, ma l’eclissi lunare totale di settembre sarà diversa perché si potrà vedere dall’inizio alla fine.

Il ciclo delle quattro lune di sangue, un evento che non si verificava da 10 anni, è cominciato il 14-15 aprile 2014; la seconda luna rossa c’è stata l’8 ottobre 2014, la terza, il 4 aprile 2015 e l’ultima, ci sarà dal 27 al 28 settembre.

In Italia, la Luna entrerà nella penombra alle 2:11 del 28 settembre, il massimo dell’eclisse ci sarà alle 4:47 e l’evento si concluderà alle 7:22 del mattino.

La luna di sangue è solo un’illusione ottica che si verifica quando il nostro pianeta si interpone tra il sole e la luna, mentre il satellite si trova nella zona più scura dell’ombra della terra e si verifica un’eclissi lunare totale. In questi casi, la luna si tinge di rosso a causa della diffrazione della luce del sole che attraversa l’atmosfera celeste del nostro pianeta.

Gli aerei sono pieni di germi, che non sono dove si pensa

Gli aeroporti e gli aerei sono pieni di germi, ma le parti più contaminate di essi non sono quelli tradizionalmente considerate impure, secondo una nuova ricerca.

La zona più inquinata in aereo è il vassoio in cui si appoggia il cibo, quindi si consiglia di evitare di farci toccare il pane o il cucchiaio e di disinfettarsi le mani con panni speciali, prima di toccare gli alimenti.

Per quanto riguarda gli aeroporti, le zone più inquinate sono i pulsanti degli sciacquoni d’acqua e le maniglie delle porte dei servizi igienici.

Una ricerca condotta per conto del team dei microbiologi del sito TravelMath ha analizzato dei campioni provenienti da cinque aeroporti e da quattro aerei durante il volo, trovando che i vassoi e i tavolini per il cibo dell’aereo sono i più contaminati.

Poi ci sono i pulsanti per sistemi di ventilazione che sono sopra la testa dei viaggiatori, il pulsante per lo sciacquone del gabinetto e la fibbia della cintura di sicurezza.

Al contrario, le superfici dei bagni sono risultate pulite, presumibilmente perché disinfettate continuamente.

Per Travelmath i vassoi del cibo sono i più contaminati perché probabilmente il personale della compagnia aerea avendo poco tempo tra i voli non riesce a pulire bene questo materiale.

Anche se lo studio non specifica quali tipi di batteri siano stati trovati, Travelmath ha detto che in tutti i campioni prelevati dagli aeroporti e dagli aerei non è stata rilevata la presenza dell’e. coli, che può essere particolarmente infettivo.

Pin It on Pinterest