Trieste: scoperto dove si nasconde il virus dell’Aids

Alcuni ricercatori italiani hanno scoperto dove prende posto, nell’organismo, il virus dell’Aids, tanto difficile da sconfiggere.

“È come quando entriamo in una sala cinematografica al buio, i posti più comodi magari sono quelli più lontani, ma quelli più facili da raggiungere sono vicini alla porta d’ingresso, ed è li che ci sediamo”. Così fa il virus dell’Aids, secondo Mauro Giacca che ha diretto la ricerca, fatta nell’International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology (Icgeb) di Trieste e pubblicata su ‘Nature”.

Il virus dell’Aids si sistema “nei geni vicino alla porta d’ingresso”, in modo da potersi nascondere meglio ai farmaci.

Proprio per questo, secondo Giacca, oggi, si riesce a rallentare la progressione verso l’Aids, ma non a eliminare l’infezione.

La ricerca, fatta in collaborazione con il Dipartimento di Medicina dell’Università di Trieste, l’Università di Modena e il Genethon di Parigi, ha specificato che, poi, grazie alla presenza di due proteine (NUP153 e LEDGF/p75) il virus riesce a inserirsi nella cellula, trasferendovi il suo Dna, che diventa così parte del patrimonio genetico di essa.

Il virus integra il proprio Dna vicino al ‘guscio’ esterno che delimita il nucleo, in corrispondenza alle strutture del poro nucleare da cui il virus stesso ha avuto accesso all’interno.

Lifestyle News Salute

Andropausa, scoperta una nuova molecola anti-invecchiamento

Ad Abano Terme presentato un peptide inedito (un piccolo frammento di osteocalcina) che interesserà gli ultrasessantenni: un esercito di quattro milioni di maschi italiani è infatti colpito da bassa produzione di testosterone associata ad un quadro clinico caratterizzato da osteoporosi, sindrome metabolica e disturbi della sessualità. Il professor Carlo Foresta: “Gli autori della ricerca sostengono […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Il virus Sars-Covid viaggia nei nervi con dolori muscolari

Nella classifica delle ripercussioni post Covid, la voce dolore ricopre uno spazio importante: basti pensare che circa la metà dei pazienti che ha avuto l’infezione ha dovuto lottare contro i dolori muscolari, seguiti da cefalee acuto (6-21%), dolori toracico (2-21%), oculare (16%), mal di gola (5-17%) e addominale (12%). E ultimamente anche quelli che coinvolgono […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

La terza dose di vaccino porrà un probabile freno al Covid

TERZA DOSE DI VACCINO: L’IMPORTANZA E LA NORMALITA’ – I vaccini ci hanno permesso di superare una situazione di estrema gravità quale quella in cui ci aveva spinto la pandemia di Covid-19 nel 2020. Avendoli però sviluppati in poco tempo, la loro somministrazione è stata programmata in due dosi a intervalli di tempo ravvicinati. L’introduzione […]

Leggi tutto