Farmaco fa ricrescere i capelli in 12 settimane

Un farmaco utilizzato per curare una malattia rara del midollo osseo, il ruxolitinib, potrebbe riattivare la crescita dei capelli nei pazienti affetti da alopecia areata.

Uno studio della Columbia University Medical Center (CUMC), ha recentemente pubblicato i risultati iniziali di una sua sperimentazione del farmaco sulla rivista ‘Nature Medicine’.

Il prodotto già approvato in America dalla Food and Drug Administration (FDA) ha fatto ricrescere i peli nei topi entro 12 settimane. Inoltre, la ricrescita dei peli è durata per mesi,  una volta finito il trattamento.

Il farmaco, utilizzato per curare la mielofibrosi, fa parte di una classe di medicinali noti come inibitori JAK, che contrastano le cellule T responsabili di attaccare i follicoli dei capelli.

L’alopecia areata è, infatti, una malattia, in cui il sistema immunitario attacca i follicoli piliferi, da cui cresce il capello.

Lifestyle News Salute Tecnologia

Caldo record, dalla SIPREC il decalogo per i pazienti cardiovascolari

CAMBIAMENTI CLIMATICI E PREVENZIONE CARDIOVASCOLARE – Da metà maggio l’Italia è interessata da ondate di calore senza precedenti. Tra i rischi da prevenire, vi sono anche quelli per l’apparato cardiovascolare. Da qui nasce l’impegno istituzionale e sociale della Società Italiana per la Prevenzione Cardiovascolare – SIPREC a consigliare norme di comportamento per salvaguardare la propria […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

India: il COVID-19 ha reso i bambini ansiosi

Durante la pandemia da COVID-19, i bambini di tutta l’India hanno avuto problemi a dormire e hanno dovuto affrontare un aumento dei casi di violenza domestica. Un numero maggiore di loro è stato costretto a lavorare. È quanto emerge da uno studio condotto da Save the Children, l’Organizzazione da oltre 100 anni lotta per salvare […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Porpora trombotica: la diagnosi può arrivare in ritardo

La porpora trombotica trombocitopenica (TTP) non è solo una patologia dal nome difficile, ma è anche ultra-rara: l’incidenza della sua forma acquisita (aTTP), di origine autoimmune, che corrisponde al 95% dei casi totali, è di circa 1,2 – 6 casi per milione di persone per anno e nel nostro Paese si stima che si verifichino […]

Leggi tutto