Linea d’Ombra Festival, XXIII edizione a Salerno

Si svolgerà dall’8 al 15 dicembre a Salerno la XXIII edizione di Linea d’Ombra Festival.

Con la direzione artistica di Luigi Marmo e la supervisione di Peppe D’Antonio, il festival organizzato dall’Associazione SalernoInFestival con il sostegno della Regione Campania e del Comune di  Salerno, continua il suo viaggio nel contemporaneo, riproponendo e indagando le opere della creatività del nostro tempo, attraverso il cinema e le arti audiovisive, allestendo uno spazio ad hoc.

Gli ospiti: il regista Gabriele Muccino, il disegnatore e regista Gipi, il regista Marino Guarnieri, l’attore e presentatore tv Paolo Ruffini, il regista e sceneggiatore Luca Miniero, i registi campani Matilde De Feo, Francesco Mucci, Valerio Vestoso, Elio Di Pace, il collettivo comico Villa Perbene, lo youtuber Sabaku No Maiku, il giornalista siriano Fouad Roueiha e gli speaker radiofonici Giancarlo Cattaneo e Maurizio Rossato autori del format “Parole Note” (Radio Capital e Radio Deejay) e Massimiliano Troiani e Mixo che chiuderanno il festival con un’ eroika-pink-party con musica e visual cinematografici.

Tutti gli eventi in programma sono ad ingresso gratuito

Il programma di Linea d’Ombra Festival 2018

Nei pressi del Teatro Diana – Sala Pasolini, infatti, sorgerà il Cinedrome, un piccolo villaggio del cinema con 4 sale, in cui saranno proiettati durante la kermesse circa 200 titoli tra lungometraggi e  cortometraggi,  anteprime e proiezioni inedite, documentari, animazioni e nuovi formati (video verticali). Luogo anche di incontri, focus ed eventi speciali, che animeranno per 8 giorni e 8 notti in centro salernitano, indagando il tema di questa edizione: Eroika!

Tra le sezioni in concorso, oltre alla consolidata sezione CortoEuropa120 opere selezionate tra gli oltre 2900 cortometraggi iscritti da 45 Paesi Europei – si aggiunge Linea Doc, vetrina di 48 documentari provenienti da 103 paesi del mondo. Altra novità di quest’anno è VedoVerticale, sezione dedicata ai cortometraggi realizzati in 9:16. A chiudere la parte in concorso la sezione dedicata alle animazioni e alle produzioni europee: VedoAnimato.

Numerose anche le sezioni fuori concorso: Cinecargo, la consolidata sezione del festival dedicata alla migliore produzione cinematografica di una nazione, quest’anno approdata in Argentina, una delle più dinamiche e audaci scene cinematografiche contemporanee. Antieroi del cinema, una selezione di capolavori sulla controversa figura dell’antieroe, svelata attraverso gli 8 lungometraggi proposti. Gesta d’eroi,una serie di documentari tra grandi classici e novità dell’ultimo anno,  che racconta storie di eroi quotidiani, persone comuni che si rendono protagoniste di azioni straordinarie. La tradizionale maratona cinematografica notturna, stavolta dedicata a uno dei più grandi registi di Hollywood: Steven Spielberg. Un’ampia selezione della filmografia del regista statunitense sarà proiettata in tre sale del cinedrome durante l’intera notte. Al termine delle proiezioni verrà somministrato un questionario. Chi tra gli eroici partecipanti sarà il vincitore?

Novità di quest’anno è la Maratona serie tv. Gli 8 episodi di “The Night of – Cos’è successo quella notte?” da gustare uno dopo l’altro all night long.

Oltre ai numerosi eventi di  cinema, in programma anche la performance Parole Note, in scena nella serata inaugurale del festival, sabato 8 dicembre alle 20.30 alla Sala Pasolini. Un reading sempre diverso accompagnato da un dj set decisamente sorprendente e da immagini estremamente evocative ed avvolgenti: Maurizio Rossato crea un flusso di musica elettronica su cui Giancarlo Cattaneo legge i testi e le poesie più belle di Parole Note, tratte anche dal libro “Parole dritte al cuore”.

Ampio spazio, inoltre, è riservato anche ai focus e ai momenti di approfondimento con varie sezioni specifiche.

Siria, la verità e lo schermo. Informazioni e deformazioni delle vicende siriane.

La complessità drammatica della vicenda siriana, per tutte le incredibili implicazioni che ha sullo scenario medio-orientale e per la stessa Europa (dalla fuga di milioni di uomini, donne e bambini, al rapporto UE-Turchia), e, insieme, la difficoltà estrema di avere notizie dirette, col rischio, più volte paventato, di una strategica manipolazione dell’informazione. Per molti versi la vicenda sembra dichiarare i limiti e la forza della stampa libera e indipendente. L’incontro precede la proiezione del documentario Still recording, di Saeed Al Batal e Ghiath Ayoub, Premio del Pubblico e il Premio FIPRESCI alla 33ma Settimana Internazionale della Critica di Venezia.

Il cinema utile. Le disabilità raccontano.

In collaborazione con il Festival del Cinema Nuovo di Gorgonzola, che rappresenta oggi la più conosciuta rassegna cinematografica sulla disabilità,  avrà luogo un incontro sull’utilizzo del mezzo cinematografico nei centri diurni per disabili. Il focus  prevede la partecipazione attiva di operatori e utenti delle comunità, centri diurni, residenziali e associazioni di volontariato. L’incontro sarà preceduto dalla proiezione di tre cortometraggi vincitori dell’ultima edizione del Festival del Cinema Nuovo.

Cinema e Video games. Osmosi dei due mondi.

I video games si ispirano ai film. I film si ispirano ai video games. I due mondi interagiscono, i linguaggi si influenzano, le strutture narrative dei video games diventano sempre più cinematografiche, il ritmo narrativo dei film si allinea a quello dei video games. Quale futuro si prospetta per questi due giganti settori dell’intrattenimento? Cosa potremo guardare o a cosa potremo giocare nei prossimi anni alla luce della rapida evoluzione tecnologica? Proviamo a dare qualche risposta in un incontro di approfondimento con Michele Poggi aka Sabaku No Maiku (youtuber e content creator ), Alfonso Amendola (docente di Sociologia degli audiovisivi sperimentali presso l’Università degli Studi di Salerno) e Vincenzo Auriemma (ricercatore DISPSC – Università degli Studi di Salerno).

Focus: video web

Villa Perbene

MEC – Nuovo Cinema Campania

Il Mec (Media Education Cinema), giunto alla sua 22° edizione, sposta l’attenzione dal panorama cinematografico internazionale alle giovani promesse del territorio campano. Gli alunni delle scuole superiori di Salerno e provincia incontrano 4 giovani autori campani: Valerio Vestoso, Matilde De Feo, Elio Di Pace e Francesco Mucci. Dopo la proiezione delle opere degli autori avrà luogo il dibattito per conoscere il percorso e le ambizioni dei giovani di talento del territorio ma anche le opportunità e le tendenze del cinema in Campania.

Martedì 29 gennaio, alle ore 10:30, presso la Sala Scozia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria San Giovanni
Con la manifestazione “LUCI DELL’IRNO – COSTELLAZIONI INFINITE”, giovani artisti della scena internazionale accendono le notti

Malattie cardiovascolari, un programma per ridurne gli effetti

Rappresenta una delle cause più frequenti di morte in Italia, e riguarda circa il 38% dei decessi. Secondo una ricerca tedesca un programma di allenamento MihaBodytec con elettrostimolazione muscolare ne riduce gli effetti. 

In Italia, la mortalità per le malattie del sistema circolatorio è la più frequente costituendo il 38% di tutte le morti. Nella popolazione adulta (35-74 anni) il 23% delle morti è causato da malattie cardiovascolari; in particolare, il 9% è dovuto a malattie ischemiche del cuore e il 5% a malattie cerebrovascolari (dati Istat relativi al 2012).

Le evidenze scientifiche

Secondo i ricercatori dalla Clinica cardiologica tedesca di Bad Oeynhausen la modalità di allenamento EMS su cui si basa Mihabodytec, dimostra di avere grandi potenzialità nel trattamento di pazienti affetti da insufficienza cardiaca. Lo studio ha dimostrato per la prima volta l’effetto positivo di questo tipo di allenamento, superando di gran lunga i risultati degli allenamenti tradizionali per la riabilitazione cardiaca primaria e secondaria. Le persone che si sono sottoposte al trattamento hanno infatti evidenziato un netto miglioramento nell’ottimizzazione dei parametri muscolo-fisiologici e metabolici, e una maggiore capacità di raggiungere i propri obiettivi.

Schermata 2018 09 18alle 13.42.57

La ricerca

Secondo lo studio l’EMS potrebbe rappresentare un’efficace forma di prevenzione secondaria, ovvero uno strumento in grado di attenuare gli effetti della sindrome e di prevenirne i rischi più gravi. E’ ormai assodato, infatti, che un moderato allenamento alla resistenza migliori la prognosi di insufficienza cardiaca cronica. Allo stesso tempo, però, le esperienze degli ultimi anni hanno evidenziato come in realtà siano relativamente pochi, perlopiù giovani e altamente motivati, i pazienti  che possono essere trattati con terapia sportiva complementare nella realtà clinica. L’elettrostimolazione invece potrebbe permettere di estendere i  benefici dell’allenamento alla resistenza a un numero di pazienti molto più ampio e di età avanzata.

Come funziona 

Quindici pazienti con diagnosi confermata di insufficienza cardiaca hanno completato un programma di allenamento di 6 mesi (EMS dell’intero corpo) con un’apparecchiatura MihaBodytec. Venti minuti per ogni singola seduta, alternando 4 secondi di impulso a circa 80 Hz a 4 secondi di pausa. Al termine del programma, nei pazienti è stato riscontrato un aumento fino al 96%della capacità di assunzione di ossigeno alla soglia anaerobica, la pressione diastolica si è ridotta significativamente, e la crescita muscolare è arrivata al 14%a peso costante. Il metodo di allenamento è stato completamente accettato (non ci sono stati abbandoni), e i pazienti hanno percepito come notevolmente aumentata la propria capacità personale.

Si svolgerà dall'8 al 15 dicembre a Salerno la XXIII edizione di Linea d’Ombra Festival.
Venerdì 17 novembre, alle ore 20.30, al Teatro Dal Verme si inaugura BOOKCITY MILANO 2017;
Un piccolo studio fatto su 10 pazienti ha trovato che un trattamento con terapia personalizzata

BOOKCITY MILANO 2017, inaugurazione con Marc Augé

Venerdì 17 novembre, alle ore 20.30, al Teatro Dal Verme si inaugura BOOKCITY MILANO 2017; Daria Bignardi e Marc Augé parleranno dell’ultimo libro dello scrittore francese intitolato “La felicità. Nonostante tutto”, di quei momenti di felicità che rappresentano piccole forme di resistenza all’inquietudine e all’incertezza che caratterizzano le nostre esistenze.
A Marc Augé sarà consegnato il Sigillo della città dal Sindaco di Milano, Giuseppe Sala. Alla cerimonia parteciperà il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini.
La serata sarà arricchita da interludi musicali a cura di Mario Mariotti. Al termine dell’incontro seguirà un aperitivo Campari. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Nella giornata precedente, giovedì 16 novembre, si terrà in decine di librerie una festa diffusa in cui sarà presentato alla città il programma di BookCity, e, in anteprima, saranno esposti i temi, gli incontri, le idee, le letture che nei giorni successivi animeranno Milano. Un’occasione simpatica e informale per uno scambio d’idee alla scoperta dei libri, veri protagonisti di BookCity.

Il 17 novembre parte il progetto LAIV a BookCity, a cura della Fondazione Cariplo e della Casa della Carità. Una rassegna di performance centrate sulla coralità – gli spettacoli sono di gruppo – la creatività interpretativa  e il protagonismo dei ragazzi appartenenti alla fucina creativa di LAIV – Laboratorio delle Arti Interpretative dal Vivo, che coinvolge oltre duecento Istituti Superiori in un progetto che  unisce teatro, musica, letteratura.

Alle ore 17, a Palazzo Marino si terrà, sempre a cura della Fondazione Cariplo l’incontro,  tra il Sindaco Giuseppe Sala, il Presidente di Fondazione Cariplo Giuseppe Guzzetti ed esponenti del mondo del sociale e della cultura, sul tema “Dal mecenatismo alla filantropia di comunità”, un’occasione per ritrovare la Milano della solidarietà: dalla tradizione filantropica delle grandi famiglie milanesi alle nuove istanze sociali e civili di Milano, città globale chiamata a confrontarsi con le grandi contraddizioni della modernità.

Il programma di BookCity Milano si arricchisce di nuovi progetti come MILANO EXP in cui alcuni autori condivideranno con i loro lettori l’esperienza di scoprire (o riscoprire) alcuni luoghi simbolici raccontando pubblicamente i loro pensieri e le loro emozioni. Il primo appuntamento è alla Pinacoteca di Brera, venerdì 17 novembre alle ore 16.30, con il direttore James Bradbourne. Le altre sedi coinvolte nei giorni successivi sono: Biblioteca Dergano, Headquarter 5vie, Museo della Pietà Rondanini, Orto Botanico, Mudec, Ada Stecca. Prenotazione obbligatoria su www.bookcitymilano.it.

Tra gli appuntamenti della giornata ricordiamo: al Civico Planetario “Viaggio al centro…dell’universo!” con Armando Massarenti, Fabio Peri Daniele Bignami; ai Frigoriferi Milanesi “La leggendaria fotografa Gerda Taro” con Helena Janeczek e Francesco M. Cataluccio; alla Gam Galleria d’Arte Moderna “Austenmania” con Stefania Bertola,Beatrice Masini, Bianca Pitzorno e Roberto Bertinetti; al Mudec – Museo delle Culture, dove è stata da pochi giorni inaugurata la biblioteca, “Scritti dalla Città Mondo. Il grande viaggio da Milano a Kathmandu ripercorso da un giornalista a distanza di 40 anni” con Emanuele Giordana e Guido Corradi; al Museo della Scienza e della Tecnica Leonardo da Vinci “Google compie vent’anni: come ci sta cambiando la vita e il futuro” con Giovanni Boccia Artieri, Giulia Ceriani, Vincenza Del Marco, Ruggero Eugeni, Federico Gennari Santori e Isabella Pezzini e “WE women. Cambiare, insieme. Alla ricerca della felicità” con Laura Donnini, Antonella Bussi, Francesca Isola, Claudia Parzani e Elisa Bulgheroni; a Palazzo Reale “Uno straniero in Italia” con Philippe Daverio e Paolo Foschini; alla Triennale di Milano “Diavoli custodi” con Erri De Luca Alessandro Mendini.

Nei giorni di BookCity alla Stazione Milano Centrale un’assoluta novità e un momento di vero piacere. Il 17, 18, 19 novembre i visitatori e i viaggiatori potranno scoprire “Parole in Centrale – Massaggio voce”, dieci minuti di storie e relax. Nell’atrio principale, in un bellissimo spazio dedicato, sdraiati su una comoda poltrona, potranno godere gratuitamente di un benefico massaggio ascoltando in cuffia una selezione di brani letti ad alta voce.

BOOKCITY YOUNG – Il programma delle biblioteche dedicato agli under 18 
Laboratori creativi di scrittura, di disegno e illustrazione, e di robotica. La mostra “Mamma lingua” raccoglie 127 libri per l’infanzia nei principali idiomi parlati in città all’insegna della partecipazione attiva, per sperimentare in prima persona, interpretare e avvicinarsi all’universo variegato dell’infanzia.

BOOKCITY NELLE UNIVERSITÀ
Fin dalla prima edizione le Università milanesi hanno promosso eventi nei loro spazi. Quest’anno offrono un palinsesto condiviso per riflettere sul Novecento, secolo di accelerazione della storia e di profondi cambiamenti. Organizzato da Accademia di Brera, Bicocca, Bocconi, Cattolica, IULM, Politecnico, San Raffaele, Statale e Fondazione Collegio delle Università milanesi.

BOOKCITY PER LE SCUOLE
L’Associazione BookCity Milano e l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia hanno sottoscritto un protocollo d’intesa che consolida il rapporto di collaborazione finalizzato alla realizzazione di iniziative e attività congiunte. Quest’anno 170 progetti sono stati presentati da 90 promotori, 1200 classi di ogni ordine e grado coinvolte in attività che, ponendo al centro la lettura, affronteranno temi di attualità come il rapporto tra informazione e digitale, la mediazione interculturale, il ruolo dei sogni, la lettura ad alta voce, scoprendo nuovi mestieri e nuove professioni nella prospettiva anche di avvicinare sempre più la formazione al mercato del lavoro.

BOOKCITY PER IL SOCIALE
Incontri, eventi e spettacoli negli ospedali milanesi e nelle carceri di Bollate, Opera e San Vittore, nelle Case delle Associazioni e del Volontariato, luoghi “marginali” che hanno sviluppato un proprio ricco programma di iniziative da offrire non solo al territorio di riferimento, ma all’intera cittadinanza, e nelle tante Biblioteche Condominiali.

BOOKCITY MILANO è una manifestazione dedicata al libro e alla lettura che si svolge in più di 200 spazi della città metropolitana e che fin dalla prima edizione ha registrato una straordinaria partecipazione di pubblico. È promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e dall’Associazione BOOKCITY MILANO, fondata da Fondazione Corriere della Sera, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Arnoldo e Alberto  Mondadori  e  Fondazione Umberto e Elisabetta Mauri. L’Associazione BookCity Milano ha acquisito il riconoscimento regionale come persona giuridica.

BookCity Milano è sostenuto da Intesa Sanpaolo (main partner) e da Fondazione Cariplo. Partecipano inoltre Borsa Italiana, Lavazza, Federazione della Filiera della Carta e della Grafica, Fiera Milano, Fondazione Fiera Milano e Treccani Cultura. Collaborano il Teatro alla Scala, Intesa Sanpaolo Assicura, Cavanna, Fpe, Ricoh, Bird&Bird, Bauer, Campari, Scuola Holden, Società Esercizi Aeroportuali, Lavazza e Fondazione Fiera.
BookCity Milano è realizzato sotto gli auspici del Centro per il Libro e la Lettura, in collaborazione con AIE (Associazione Italiana Editori), AIB (Associazione Italiana Biblioteche), ALI (Associazione Librai Italiani) e LIM (Librerie Indipendenti Milano).

Sono media partner dell’edizione 2017 di BOOKCITY MILANO: Corriere della Sera, Gruppo Mondadori, laeffe, RAI Radio2 e Radio3, ibs.it, ilLibraio.it.
Gli appuntamenti di BOOKCITY MILANO sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, salvo dove diversamente indicato.

Il programma di BOOKCITY MILANO è scaricabile al link:
http://bookcitymilano.it/themes/bookcity/assets/files/programma-2017.pdf

Si svolgerà dall'8 al 15 dicembre a Salerno la XXIII edizione di Linea d’Ombra Festival.
Rappresenta una delle cause più frequenti di morte in Italia, e riguarda circa il 38%
Un piccolo studio fatto su 10 pazienti ha trovato che un trattamento con terapia personalizzata

Alzheimer: si può fermare la perdita di memoria

Un piccolo studio fatto su 10 pazienti ha trovato che un trattamento con terapia personalizzata può invertire la perdita di memoria causata dal morbo di Alzheimer

I ricercatori della University of California, Los Angeles (UCLA) in uno studio, pubblicato sulla rivista ‘Aging’, hanno dimostrato che la perdita di memoria può essere invertita utilizzando un programma terapeutico personalizzato consistente in 36 punti che comportano cambiamenti nella dieta, stimolazione cerebrale, esercizio fisico, ottimizzazione del sonno, prodotti farmaceutici specifici e vitamine che influiscono sulla chimica del cervello.

Lo studio è stato fatto su pazienti con danno cognitivo lieve diagnosticato prima di iniziare il programma.

Alcuni pazienti che avevano dovuto interrompere il lavoro con il programma sono stati in grado di tornare a lavorare e quelli che nel loro lavoro avevano problemi sono stati in grado di migliorare le loro prestazioni.

Secondo i ricercatori, uno dei casi più clamorosi è stato quello di un uomo di 66 anni che ha visto dopo 10 mesi di cura un aumento del volume del suo ippocampo di quasi il 12 per cento.

un imprenditore di 69 anni che stava chiudendo la sua attività dopo 11 anni di perdita di memoria progressiva, dopo sei mesi di cura ha avuto un miglioramento della sua memoria.

Una donna di 49 anni con difficoltà progressiva di parlare e riconoscere le persone dopo diversi mesi ha avuto un netto miglioramento nel leggere, navigare, ricordare parole e avere migliore chiarezza mentale e riconoscimento facciale.

La voglia di consumare cibi calorici potrebbe ridursi con la stimolazione cerebrale, secondo uno studio
La stimolazione cerebrale può aiutare chi soffre di anoressia nervosa. Solo una sessione di una