Conoscete Giampaolo Carli, il “maestro” della calzatura?

Giampaolo Carli protagonista a Uno Mattina per raccontare la sua storia di maestro delle scarpe. La popolare trasmissione di Rai Uno ha dedicato giorni fa una parte della puntata alle calzature: dalla produzione al marketing attraverso le esperienze di bloggers e professionisti. Non poteva mancare, Giampaolo Carli, che ormai in Italia in molti conoscono, tanto da essersi guadagnato l’appellativo di “maestro” della calzatura.

Carli, infatti, è conosciuto come “il tatuatore delle sneakers”, perchè grazie a una tecnica del tutto manuale dipinge le calzature. Ha iniziato con le famose Stan Smith per proseguire con molti altri marchi e tipologie. Le sue performance sono dedicate alle aziende, che se lo contendono sia per le scarpe, sia per gli interni e l’arredamento personalizzato.

Carli alterna le sue “live performance” con sessioni di lavoro personalizzate realizzate nel suo studio a Macerata dove dà vita ai prodotti di mobilieri e designer che vogliono interni fuori dal comune.

Carli è nato a Lucca, ma fin da piccolo abita a Macerata, dove vive e lavora. Le Marche, dunque, lo hanno adottato ed è in questa regione che ha iniziato a muovere i primi passi nel mondo dell’arredamento e del design. Con il passare del tempo la sua fama ha oltrepassato i confini della regione e anche all’estero, dove è possibile ordinare scarpe personalizzate dalla sua pagina Facebook.

“Ho realizzato il mio sogno semplicemente vivendo la mia dimensione d’artista, sia nell’arredamento, sia nell’arte orafa e ora anche in questa nuova avventura – dice Giampaolo Carli – mi emoziona vedere che piace quello che faccio. Per me il regalo più bello è la felicità dei miei clienti, che spesso diventano confidenti. Continuerò a portare la mia arte tra la gente, in strada e nelle creazioni di prodotto confrontandomi con tutti quegli imprenditori che vogliono dare valore aggiunto attraverso l’arte e la ricerca creativa”.

Tratti precisi ed eleganti che non sembrano fatti a mano. Le sue creazioni sono ai piedi e negli interni di molti testimonial famosi, tra cui artisti, cantanti e imprenditori, tanto che le sue calzature sono state protagoniste anche al Festival di Sanremo.

Un anno fa l’incontro tra Giampaolo e l’imprenditore Francesco Gironacci, e poi con Morris Giuliani, professionista, con i quali Carli ha dato vita a un sodalizio sfociato nella nascita della società FMG, proprietaria del marchio Giampaolo Carli.

“Ci siamo impegnati per farci conoscere e per conquistare la fiducia di testimonial importanti anche attraverso una strategia social – continua Giampaolo Carli – Le nostre performance sono diventate richiestissime e molte aziende stanno decidendo di utilizzare le nostre creazioni. Crediamo che la nostra regione oltre alle calzature potrà presto esportare anche la creatività e l’ingegno per personalizzare sia le calzature, sia gli ambienti”.

News Notizie

Natale, Mission Bambini: al fianco dei bimbi fragili delle periferie

Per i bambini che vivono nei contesti disagiati delle periferie delle principali città italiane, il Natale non è sempre un momento di spensieratezza, ma con i regali solidali di Mission Bambini si può donare a questi bambini la possibilità concreta di sperare in un futuro migliore. Le donazioni raccolte con i regali solidali serviranno infatti […]

Leggi tutto
Cultura e Società News Notizie

Aviaria in Italia: abbattuti milioni di capi

Sono milioni gli animali finora abbattuti per contenere l’influenza aviaria ad alta patogenicità che da oltre un mese si sta diffondendo in Italia infettando tacchini, quaglie, polli e galline all’interno di allevamenti intensivi di Lazio, Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia. L’influenza aviaria diffusasi a partire da ottobre 2021 negli allevamenti italiani sta condannando […]

Leggi tutto
News Notizie

Rinnovabili: la risposta alla crisi energetica

A cura di Jennifer Boscardin-Ching, Client Portfolio Manager del fondo Pictet-Clean Energy di Pictet Asset Management Nelle scorse settimane i leader mondiali si sono riuniti alla conferenza COP26 di Glasgow al fine di stabilire i prossimi passi per l’azzeramento delle emissioni nette globali di gas serra entro il 2050. Nel frattempo, però, la carenza di […]

Leggi tutto