Street Art a Castellina Scalo: i Putti colorano la facciata dell’ex cinema

Continua il progetto di riqualificazione urbana che coinvolge sei artisti contemporanei

 

Monteriggioni. Una serie di angioletti paffuti che porgono dei colorati televisori spenti dipinti sulla facciata dell’ex cinema di Castellina Scalo. E’ questo il secondo intervento di Street Art che giovedì 6 luglio colorerà la frazione di Monteriggioni con la creatività di Pierluigi Pagni, artista contemporaneo senese, sotto il titolo ‘Putti Tv Color’. L’intervento si colloca nell’ambito del progetto ‘Percorsi in Comune Vol.1’, iniziativa di riqualificazione urbana ideata e curata da Gaia Pasi, con il patrocinio del Comune, che coinvolgerà per tutta l’estate sei artisti contemporanei in opere creative e colorate su palazzi, stazione ferroviaria, pensiline degli autobus e noleggio delle biciclette e altri arredi urbani. Ad aprire il progetto, nei giorni scorsi, è stata la creatività di Clet Abraham su circa 50 cartelli stradali fra il Castello di Monteriggioni e la frazione di Castellina Scalo, mentre l’intero progetto sarà presentato venerdì 22 settembre, durante la prima Notte dell’Arte Contemporanea e della Street Art promossa dal Comune di Monteriggioni, alla presenza di tutti gli artisti coinvolti: Clet Abraham, Colette Baraldi, BLUB, Benedetto Cristofani, Pierluigi Pagni e Jacopo Pischedda.

 

L’opera ‘Putti Tv Color’ che colorerà la facciata dell’ex cinema, sul lato Piazza della Pace, è realizzata con acrilici, colla Vinavil e acqua e vuole richiamare l’attenzione sulla spiritualità piuttosto che consegnare la mente e il corpo ai messaggi promossi dalle televisioni.

 

Pierluigi Pagni è nato a Siena nel 1979 e dopo gli studi al Liceo artistico ‘Duccio di Buoninsegna’, sezione architettura, ha seguito il corso di  scenografia all’Accademia  di Belle  Arti di Firenze, dove ha approfondito lo studio  del  disegno geometrico e del  disegno  a   mano  libera. Al tempo stesso, nasceva in  lui  la  necessità   di   uscire  dagli   schemi   imposti  dal  disegno  tecnico,  spingendolo  a   lasciare  l’Accademia  dopo  due  anni per dedicarsi  completamente alla  pittura.  Oggi Pagni utilizza principalmente smalti  ad acqua e colori a olio su supporti vari, quali tela, legno e PVC, ma anche materiali per l’edilizia, quali cemento, gesso, poliuretano e stucchi per le sculture.

Cagliari: al via il Web Marketing Training ((8-9 luglio 2017)

LUGLIO 2017, Cagliari – Anche l’edizione 2017 del WEB Marketing Training registra il tutto esaurito. Con una settimana di anticipo si sono infatti dovute chiudere le registrazioni per l’evento che da 4 anni fa il pienone, con oltre 450 persone che si recano in Sardegna, a Cagliari, per poter partecipare al Web Marketing Training. Un evento che ha saputo distinguersi dai classici format, seppur molto più famosi, in cui si partecipa per ascoltare; al Web Marketing Training si partecipa per fare e vivere un’esperienza, è un format di evento pratico che permette di interagire con i più famosi esperti Digital a livello nazionale e internazionale e portare a casa tips and tricks da utilizzare sul proprio progetto il giorno dopo.

Ideato e organizzato personalmente da Roberto Serra, consulente per la Social Media Week, nonché esperto e appassionato di SEO e SEM, l’evento vede la collaborazione con l’Università di Cagliari, facoltà di Economia, con l’obiettivo di garantire borse di studio agli studenti, per generare valore territoriale in termini di formazione e marketing ma anche di promozione che ne consegue.

“Il WMT è nato 5 anni fa per colmare il gap che vede i sardi di fatto esclusi dalle principali esperienze formative presenti in tutta Italia – dichiara Roberto Serra, ideatore del WMT, che prosegue – Dopo il tutto esaurito delle ultime edizioni, ho deciso di aggiornare il format che vedrà l’evento svilupparsi in due giornate molto diverse tra loro. Rimane invariato invece il diktat da cui è partito tutto: tenere un tono informale e fornire casi di studio e suggerimenti che i partecipanti possano mettere in atto già dal giorno dopo aver partecipato all’evento”.

Tra i temi che verranno affrontati nell’edizione 2017 figurano: l’incremento esponenziale di fatturato grazie ai Social e alla SEO, il legame profondo tra vendita e Neuromarketing, l’importanza di una strategia.

“In un periodo come questo dove gli eventi formativi sono diventati business e il mercato è saturo, scegliere di privilegiare prima di ogni cosa la qualità è rimasto obiettivo di pochi” – dichiara Andrea Saletti, consulente di Neuromarketing e da tre anni relatore al WMT – “Quest’anno cercherò di trasferire ai partecipanti in sala una forma mentis ben precisa, che attraverso casi studio reali presi dalla mia esperienza lavorativa consentirà loro di cimentarsi da subito in un vero e proprio processo di ottimizzazione della conversione per i siti che hanno sviluppato o gestiscono”. Saletti conclude: “Poi, sinceramente, quali altri eventi conoscete che dedicano un giorno intero al networking tra relatori e partecipanti?”.

Networking sembra essere la parola chiave del Web Marketing Training. Il programma del Web Marketing Training edizione 2017 si divide infatti in due momenti:

  • 8 luglio: dedicato all’aggiornamento e training in aula, con i migliori relatori italiani e internazionali in ambito SEO, copywriting, search, ecommerce, neuromarketing, web e social media marketing.
  • 9 luglio: dedicato al networking; Web Marketing Training Boat, una seconda giornata formativa che si svolge in un contesto informale come una barca che naviga nel mare della Sardegna con la presenza di tutti i relatori, dove è possibile ottenere risposte alle proprie domande direttamente dai relatori e fare Networking in infradito e davanti a un piatto di malloreddus e un bicchiere di vermentino sardo.

L’intero programma è disponibile a questo link: http://www.web-marketing-training.it/corso-web-marketing-wmt2017/.

 

A Lisbona l’estate non finisce mai

 Lisbona è una città calda, in tutti i sensi. In estate, la luce del sole illumina le piazze e i vicoli della città dall’alba al tramonto esaltandone i colori, primo tra tutti il blu cobalto degli azulejos. Soleggiate sono anche le spiagge cittadine e non, che in questa stagione si trasformano nel punto d’incontro per grandi e piccoli, provenienti da ogni dove. Oltre al sole – presente nella bella capitale lusitana ben 290 giorni all’anno – a scaldare l’atmosfera ci pensano i suoi abitanti, tra i più gentili, ospitali e sorridenti in Europa. Ed è anche grazie a loro che passeggiando per Lisbona avrete la sensazione che l’estate non finisca mai…

Le attività che Lisbona offre per la stagione estiva spaziano dalla cultura allo sport, senza dimenticare un po’ di sano relax sulle belle spiagge che si affacciano sull’oceano.

Ma andiamo con ordine. Chi ha in programma un viaggio culturale ma non vuole rinchiudersi nei musei non deve preoccuparsi. Lisbona è infatti un museo a cielo aperto e ovunque si vada si può ammirare il ricco patrimonio storico, artistico e culturale. Una menzione speciale spetta però al Centro Culturale di Belém, concepito come una micro-città, con edifici, vie, piazze e ponti, il tutto circondato da un prato verde brillante con vista sul Tago. In poche parole, il posto ideale per coniugare cultura e diletto.

Tuttavia, in estate il fascino di Lisbona sta tutto nelle sue spiagge, molte delle quali sono raggiungibili anche con mezzi pubblici. Seguite le indicazioni e passare dalla città all’ombrellone in meno di un’ora sarà un gioco da ragazzi.

Sintra
Tra le distese sabbiose più belle a portata di mano, vi sono senza dubbio quelle di Sintra. Esempi ne sono Praia Grande e Praia das Maçãs, spiagge tipicamente atlantiche circondate da montagne e con una particolarità, quella di essere raggiungibili direttamente con un trenino dal centro della città. I più avventurosi possono invece partire alla volta della spiaggia dell’orsa (Praia da Ursa), a pochi minuti da Cabo da Roca o, perché no, surfare le onde della sensazionale Praia do Guincho, all’interno del Parco Naturale di Sintra-Cascais. I principianti possono invece scegliere una lezione di surf o kitesurf alla spiaggia di Azenhas do Mar, un paesino pittoresco a picco sull’oceano.

Ericeira
Sono le spiagge di Ericeira, tuttavia, il vero paradiso per i surfisti: nel loro insieme, Pedra Branca, Coxos e Ribeira d’Ilhas costituiscono la prima Riserva Mondiale del Surf e sono note internazionalmente per le condizioni perfette delle onde. Se la tavola non fa per voi, la Praia dos Pescadores è una delle più calme e riparate della zona. Infine, la spiaggia di São Lourenço merita una visita: qui troverete anche tanti chioschi dove rilassarvi e ristorantini che offrono pesce freschissimo.

Arrábida e Sesimbra
Da Lisbona si raggiungono facilmente anche le calette idilliache del Parque Natural da Arrábida, a sud della capitale. Qui, il colore dorato della sabbia si fonde con il turchese intenso del mare e col verde della lussureggiante vegetazione, formando un paesaggio di una meraviglia difficile da euguagliare. Proseguendo poi per Sesimbra, una sosta è d’obbligo alla Lagoa de Albufeira, dove, grazie alla pineta che la circonda, è possibile godere della tanto desiderata ombra, difficile da trovare altrove. Quest’anno, poi, esiste un motivo in più per scoprire la zona diArrábida: la spiaggia di Galapinhos è appena stata nominata Best Europe beach da Tripadvisor!

Insomma, avete solo l’imbarazzo della scelta per vivere un’estate all’insegna del relax e del divertimento. Siete pronti a tuffarvi in quest’avventura?

Pin It on Pinterest