Oms: imporre una tassa sulle bibite zuccherate

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha chiesto l’introduzione di una tassa sulle bevande analcoliche zuccherate, in un importante rapporto sull’obesità infantile.

Il nuovo rapporto ECHO della Commissione dell’OMS sulla obesità infantile (Commission on Ending Childhood Obesity) ha chiesto anche un giro di vite sulla commercializzazione del cibo spazzatura per i bambini e nelle scuole.

“Una carenza di zucchero avrà conseguenze mediche, sociali ed economiche di grande portata”, ha detto l’Organizzazione mondiale della sanità.

L’obesità infantile – dice il rapporto – è una criticità in molti paesi e rappresenta una sfida urgente e seria per i crescenti tassi di obesità infantile, che non possono essere ignorati: I governi devono accettare la responsabilità di affrontare la questione, in nome dei bambini che sono. eticamente tenuti a proteggere.

Secondo ECHO, in generale, la logica delle misure fiscali influenza l’acquisto e i comportamenti e giustifica l’introduzione di una tassa sulle bevande zuccherate.

“E ‘ben noto che il consumo di bevande zuccherate è associato a un aumentato rischio di obesità”, dice il rapporto, notando che la popolazione a basso reddito e i loro figli hanno il più alto rischio di obesità in molte società e sono maggiormente influenzati dal prezzo.

Le politiche di bilancio, osserva, possono incoraggiare i consumatori a fare scelte più sane, oltre a educare indirettamente tutta la popolazione.

“La facilità di accesso ad alimenti ad alta densità energetica e di bevande zuccherate e il tacito incoraggiamento a consumarle attraverso promozioni commerciali hanno contribuito all’aumento dell’apporto calorico quotidiano in aumento in molte popolazioni”, spiega osservando che i bambini con obesità è molto probabile che rimangano obesi anche da adulti e che sono a rischio di malattia croniche.

Le principali fonti di zucchero sono le bevande analcoliche, lo zucchero da tavola, i dolciumi, i succhi di frutta, biscotti, le focacce, le torte, i pasticcini, i cereali da colazione e i budini.

Le bevande analcoliche sono la principale fonte di zucchero per i bambini tra gli 11 e i 18 anni e forniscono il 29 per cento del consumo di zuccheri al giorno, in media.

Il numero dei bambini di età inferiore a 5 anni che sono in sovrappeso è aumentato tra il 1990 e il 2014, passando dal 4,8% al 6,1%, con un numero di bambini affetti da obesità passato da 31 a 41 milioni.
Il numero dei bambini in sovrappeso nei paesi a basso e medio reddito è più che raddoppiato nello stesso periodo, passando da 7.5 a 15.5 milioni.

Lifestyle News

“Antonio” è il secondo italiano che potrà accedere al suicidio assistito

“Antonio”, paziente marchigiano tetraplegico dal 2014, è il secondo italiano che potrà accedere legalmente al suicidio assistito in Italia. Dopo Federico Carboni, ora anche “Antonio”, assistito dal collegio legale dell’Associazione Luca Coscioni*, è riuscito a far valere il proprio diritto di vedere rispettata la sua volontà di accedere al suicidio medicalmente assistito. La procedura in […]

Leggi tutto
Credits: Karina Mendoza
Cultura e Società Lifestyle News

Ferragosto: ecco le idee per una grigliata 100% vegetale

Troppo spesso la griglia è terreno di scontro per chi ha scelto un’alimentazione senza derivati animali e chi invece ne consuma ancora, ma come Animal Equality abbiamo voluto divulgare nuovamente quanto sia semplice e possibile scegliere di sfatare questo mito. Oggi è possibile infatti realizzare un vero e proprio barbecue – con profumi, sapori, salse […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Quando il ballo diventa un alleato per la salute e la felicità

Unione, aggregazione e libertà: sono solo alcuni degli elementi chiave che costituiscono le fondamenta di una delle discipline più antiche del mondo, la danza. Da sempre considerato come un linguaggio universale, il ballo è in grado di raccontare ed esprimere attraverso il movimento del corpo tutto ciò che le parole non sono in grado di […]

Leggi tutto