Nuova tragedia dell’immigrazione, 40 migranti morti soffocati

Almeno quaranta migranti sono stati trovati morti soffocati nella stiva di un barcone sovraccarico, sabato, al largo della Libia.

Il barcone era stato avvistato alle 07.00 circa di ieri da un elicottero della Marina. Nel pomeriggio, 312 sopravvissuti, tra cui 45 donne e 3 bambini, sono stati tratti in salvo dal pattugliatore della Marina Militare Cigala Fulgosi e sono stati trasferiti a bordo di una nave norvegese, la Siem Pilot, che partecipa all’operazione europea Triton coordinata dall’Agenzia Frontex.

Secondo le storie dei migranti arrivati in Italia dal Mediterraneo, gli scafisti hanno stipato nella stiva i migranti che hanno pagato di meno.

Durante la giornata di sabato, 700 persone sono state salvate in tre diverse operazioni.

“La nuova tragedia di oggi non sarà l’ultima se non si risolve il problema della Libia” ha detto il ministro dell’Interno Angelino Alfano, chiedendo alle autorità europee un maggiore impegno.

Il numero dei migranti arrivati dal Mediterraneo in Italia è già stato, quest’anno, pari a 103.226 unità, dal 1 ° gennaio.

News Notizie

Poco coinvolgimento e scarsa trasparenza sul Piano Nazionale Ripresa e Resilienza

“Se lo scopo del PNRR è la ripresa e la resilienza del nostro Paese, queste sono irraggiungibili senza il coinvolgimento dei cittadini nelle scelte e nelle proposte che esso contiene, come nel monitoraggio dei progetti che lo tradurranno in interventi concreti. Per questo ci risulta inaccettabile come un piano pluriennale di questa portata, che avrà […]

Leggi tutto
News Notizie

India: l’allarme di Azione contro la Fame

“L’india è alle prese con una ondata di infezioni da Covid-19 senza precedenti, ma oltre a mitigare l’impatto della pandemia, siamo impegnati al massimo anche per contrastare l’impatto sull’accesso al cibo e gli effetti psicologici di questa situazione, soprattutto per le donne incinte, le neomamme e bambini sotto i cinque anni di età”. Lo ha […]

Leggi tutto
cibo
News Notizie

Il sud del Madagascar sull’orlo della carestia. Allarme del WFP

La siccità non dà tregua nel Madagascar del sud, spingendo centinaia di migliaia di persone sull’orlo della carestia. L’allarme dell’agenzia ONU World Food Programme (WFP) indica come, con i tassi di malnutrizione acuta che continuano a crescere, sia necessaria una azione urgente che risponda a questa crisi umanitaria in divenire. Molti distretti nel sud del […]

Leggi tutto
News IN DIES