Regno Unito: trapiantato il cuore di un uomo morto

Nel Regno Unito, alcuni chirurghi hanno completato il primo trapianto di un cuore prelevato da una persona morta. E’ stato il primo intervento di questo genere in Europa. A portarlo a termine sono stati i medici del Papworth Hospital nel Cambridgeshire, all’inizio di questo mese.

Il cuore è stato impiantato sul 60enne Huseyin Ulucan, diventato il primo europeo ad aver avuto il trapianto di un cuore proveniente da un donatore morto.

L’ospedale ha detto che l’uomo sta facendo progressi, dopo aver trascorso solo quattro giorni in ospedale, nell’unità di terapia intensiva.

Vista la scarsità di donatori, si pensa che usando i cuori delle persone morte si potrebbero aumentare gli interventi risparmiando centinaia di vite umane.

Solitamente si trapiantano i cuori ancora in funzione prelevati dai pazienti in stato di morte celebrale. A Papworth, hanno sviluppato una nuova tecnica, non utilizzata altrove nel mondo, per poter utilizzare i cuori dei donatori morti.

Lifestyle News Salute

Gli anziani continuano a pagare il prezzo più alto in termini di salute

L’URGENZA POST-COVID: LA GESTIONE DELLE MALATTIE CRONICHE NELL’ANZIANO. I VACCINI PER GLI OVER 65 – La vaccinazione della popolazione italiana contro il Covid-19 prosegue con numeri significativi. Tuttavia, si sta presentando il conto della trascuratezza avvertita da molti pazienti, soprattutto anziani, nei programmi di prevenzione e cura delle malattie croniche. “Urge ripartire con i percorsi […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Praticare yoga fa bene alla vita sessuale

In occasione della Giornata Internazionale dello Yoga, che si celebrerà il 21 giugno, MioDottore – piattaforma leader nella prenotazione online di visite mediche e parte del gruppo Docplanner – ha coinvolto una delle sue esperte, la Dottoressa Jole Rosafio, psicologa che ha aderito al progetto di video consulenza online attivato dalla piattaforma, per indagare come […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Pandemia: impennata prime mestruazioni già in terza elementare

Tra i cambiamenti che stiamo ereditando dal Covid, ce n’è uno che riguarda direttamente le giovanissime che si ritrovano a dover gestire le mestruazioni fin dalla terza elementare. Ben due studi, condotti in Italia, confermano questa nuova tendenza che ha visto raddoppiare i casi di pubertà precoce rispetto all’anno precedente. Per intervenire tempestivamente e nel […]

Leggi tutto
News IN DIES