Migliora il paziente infettato dall’Ebola. Gli auguri di Napolitano

Sta finalmente meglio, il medico catanese infettato dall’Ebola in Sierra Leone, ricoverato allo Spallanzani di Roma.

Dopo fasi altalenanti, scomparsa e ricomparsa della febbre, problemi intestinali e respiratori, per lui i sanitari iniziano a intravedere l’uscita dal tunnel.

“Le condizioni cliniche del paziente sono migliorate. Ha recuperato una buona autonomia, la prognosi rimane per ora riservata”, dice l’ultimo bollettino emesso dall’ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma, sulle condizioni del medico di Emergency.

Ieri, il paziente aveva ricevuto anche la telefonata del Capo dello Stato. Lo ha reso noto lo stesso Quirinale, osservando che Giorgio Napolitano ha avuto “una cordiale ed intensa conversazione telefonica”, con il medico “per esprimergli solidarietà e auguri”.

“Il rischio al quale lei si è sottoposto merita l’ammirazione del nostro Paese”, ha detto il Capo dello Stato al paziente, dopo che, in queste settimane, si era tenuto informato sulle sue condizioni cliniche.

Casa Lifestyle News Tecnologia

Come abiteremo nelle nostre case in futuro?

Come abiteremo nelle nostre case in futuro? Come saranno progettate e che ruolo svolgerà la tecnologia digitale? Queste domande sono alla base di Tomorrow Living, un progetto di ricerca sul futuro dell’abitare trasformato dalla tecnologia, condotto dal Huawei Milan Aesthetic Research Center e curato da Robert Thiemann, direttore di Frame magazine. Per trovare risposte abbiamo […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Long Covid: la metà dei pazienti ha sintomi due anni dopo l’infezione

Dopo due anni di pandemia abbiamo imparato a convivere con il Covid-19, ma oggi sappiamo di più sugli effetti a lungo termine. Secondo il più lungo studio di follow-up fino effettuato pubblicato sul Lancet Respiratory Medicine, la metà dei pazienti che sono stati ricoverati in ospedale ha ancora almeno un sintomo due anni dopo l’infezione […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Allergie primaverili, quanto incidono sugli occhi?

Con l’’arrivo del caldo e della bella stagione arrivano anche le allergie primaverili; questo periodo dell’anno è infatti quello con la maggior produzione di pollini da parte delle piante, che si concentrano nell’aria e possono far nascere le temute reazioni allergiche. Anche se in generale si parla di allergie primaverili questo termine di solito si […]

Leggi tutto