Toyota richiama 6,39 milioni di automobili, 825.000 in Europa

Toyota sta richiamando nel mondo circa 6,39 milioni di veicoli a causa dei loro problemi tecnici.
Il richiamo comprende 27 modelli.

I difetti rilevati riguardano il cavo a spirale, la guida dei sedili, il piantone dello sterzo, i motori del tergicristallo del parabrezza e l’accensione.

“Toyota non è a conoscenza di incidenti, lesioni o decessi derivanti da queste condizioni”, ha detto, comunque, la società in una dichiarazione.

Circa 3,5 milioni di veicoli saranno richiamati per il cavo a spirale che è collegato all’air bag del conducente.

Saranno richiamati 27 modelli tra cui la Yaris, la Urban Cruiser, il RAV4, l’Hilux, la Matrix e l’Highlander.

Circa 825.000 veicoli saranno richiamati in Europa, anche se non ci sono stati incidenti associati con questi problemi.

News Tecnologia

Industria, il digitale entra nel marketing del B2B

Strumenti nuovi, creazione di reti, obiettivi condivisi, ma soprattutto digitale: cambia l’approccio al marketing delle aziende B2B. Il settore che, storicamente, ha sempre avuto una relazione più tradizionale nella vendita, si sta aprendo alle soluzioni più tecnologiche. «La centralità non è più data dall’agenda del singolo commerciale, ma dalla capacità di generare, catalogare e fare […]

Leggi tutto
News Tecnologia

Selfie: è giusto non apparire sempre in splendida forma nelle foto

Accettare, valorizzare e amare il proprio corpo non è mai stato semplice. Scattare e postare un selfie può rappresentare davvero tanto: può voler dire mettersi totalmente a nudo davanti a una vastissima community di utenti, accettandone le conseguenze, e a volte addirittura pagandone il prezzo, come anche mostrare ciò che in realtà non si è, […]

Leggi tutto
desertificazione, ambiente
News Scienza Tecnologia

L’intelligenza artificiale per tutelare acqua e coltivazioni

La siccità è realtà ed è un problema attuale e globale, che riguarda tutti e che va oltre specifiche zone, superando i confini regionali. In Italia la fotografia è allarmante, con oltre il 20% del territorio nazionale a rischio desertificazione fin dal 2018 e con una situazione ulteriormente complicata dall’assenza di precipitazioni degli ultimi mesi, […]

Leggi tutto