Windows 10 non si aggiornerà più senza il consenso dell’utente

Con l’approssimarsi della scadenza dell’aggiornamento gratuito a Windows 10, molti utenti si sono lamentati perché si sono ritrovati il computer aggiornato senza essersene resi conto. Così Microsoft ha risposto alle richieste degli utenti e ha tolto l’aggiornamento automatico.

Da questo momento in poi, prima di procedere con l’installazione, il sistema operativo chiederà l’autorizzazione all’utente.

Microsoft ha anche detto che gli utilizzatori avranno “un’ulteriore opportunità” per annullare l’aggiornamento effettuato senza che ne fossero consapevoli o riprogrammare il pc.

Al momento dell’aggiornamento pianificato, se si desidera eseguire l’aggiornamento, si deve fare clic su “OK” e in caso contrario, sarà sufficiente chiudere la notifica per annullare il processo.

L’aggiornamento automatico si è verificato in alcuni casi perché gli utenti avevano tenuto i loro computer configurati per accettare gli aggiornamenti automaticamente.

L’aggiornamento a Windows 10 non sarà più gratuito dopo il 29 luglio.

Il 29 luglio termina l’aggiornamento gratis a Windows 10

Windows 10 è adesso su 300 milioni di dispositivi, circa 9 mesi dopo il suo lancio.

Microsoft, nell’annunciarlo, ha colto l’occasione per ricordare che, passato il 29 luglio, si dovrà procedere al checkout per il sistema operativo.

Se si vorrà aggiornare il proprio sistema operativo dopo il 29 luglio ci si potrebbe trovare a dover acquistare una versione completa di Windows 10 Home al costo di 149 euro, Iva inclusa.

L’aggiornamento gratuito a Windows 10 per i possessori di PC con Windows 7, 8 e smartphone Windows 8.1 dovrebbe, infatti, terminare il 29 luglio.

Ma, come ha sottolineato l’azienda di Redmond nel suo blog, Microsoft si è prefissa l’obiettivo di raggiungere un miliardi dispositivi con Windows 10 nel 2018.

NetMarketShare dice che la società è ben lontana da questi obiettivi. Microsoft così potrebbe scegliere di estendere l’offerta.

Nulla è stato annunciato, ma questa possibilità in ogni caso non è stata ufficialmente esclusa.

Più di un milione di smartphone con Windows 10

Secondo Mary Jo Foley, uno dei più grandi specialisti al mondo di Windows, poco più di un milione di smartphone con Windows 10 sarebbero oggi in circolazione.

Mary Jo Foley di ZDNet, durante l’ultimo podcast di Windows Weekly, ha detto che 180 milioni di installazioni di Windows 10 circolanti nel mondo riguardano PC e tablet, 18 milioni sono stati, invece, gli aggiornamenti effettuati su Ones Xbox. Un milione di Windows 10 sarebbero in circolazione sugli smartphone.

L’analista non ha svelato le fonti dei suoi dati, che sono giunti giorni dopo che Microsoft ha rivelato che più di 200 milioni di dispositivi attivi in ​​tutto il mondo usano Windows 10, senza specificare il tipo dei dispositivi.

Secondo l’ultima ricerca di mercato condotta da Net Applications, Windows 10 è già presente nel 10% dei computer di tutto il mondo. E’ un risultato impressionante dato che è stato lanciato solo circa 5 mesi fa.

Non sempre va bene passare a Windows 10

Aggiornare il pc con Windows 10, il nuovo sistema operativo Microsoft, non sempre è consigliabile. Di fronte a problemi tecnici il supporto helpdesk di HP o Dell, regolarmente consiglia di disinstallare il sistema operativo e tornare a Windows 8.1 per la soluzione di alcuni problemi.

Dell e HP sono importanti partner di Microsoft, ma entrambe le società dicono che se Windows 10 va bene sui dispositivi relativamente nuovi, va meno bene su altre macchine più vecchie, che hanno i driver degli hardware non adatti.

Windows 10 è disponibile gratuitamente da quest’estate e Microsoft sta invogliando gli utenti a scaricarlo.

In precedenza, Sony aveva anche consigliato per i suoi computer portatili Vaio di attendere, prima di aggiornare, anche se la società ha tutti i driver per il nuovo sistema operativo.

Mozilla ha aggiornato Firefox per Windows 10

Mozilla ha aggiornato il suo browser Firefox per Windows 10, non solo nell’aspetto.

Il browser, infatti, non è solo stato adattato al nuovo sistema operativo, ma è anche diventato più sicuro e permette di cambiare il motore di ricerca predefinito, su Windows 10.

Firefox 40 nel nuovo sistema operativo Microsoft, avrà la barra degli indirizzi che apparirà leggermente più grande. Inoltre, la nuova modalità tablet è supportata, cosa piuttosto comoda, soprattutto nei dispositivi ibridi, come i computer portatili con touch screen.

Il nuovo Firefox utilizza anche la funzione “Navigazione sicura”, analizzando i file che vengono scaricati.

Mozilla: la futura versione del browser Firefox per Windows 10

La Mozilla Foundation ha pubblicato alcune immagini della futura versione del suo browser Firefox per Windows 10.

Alcuni elementi dell’interfaccia utente di questa nuova versione del famoso browser sono state riviste per meglio integrarsi con il sistema.

La scorsa settimana Mozilla aveva promesso di ottimizzare il suo browser Firefox.

Le immagini pubblicate da Mozilla lasciano intravedere un’interfaccia un po’ più minimalista rispetto alla precedente, con un campo di ricerca dedicato, sempre separato dall’indirizzo predefinito, nonché vari pulsanti personalizzabili a destra.

Rivelato il prezzo di Windows 10: in Europa costerà 135 euro

Windows 10, in Europa, costerà 135 euro. A svelarlo, la mini app di Microsoft, “Get Windows 10”, che, adesso, riporta alcune informazioni sui prezzi delle licenze.

Windows 10 sarà gratuito per tutti gli utenti che dispongono di una licenza originale di Windows 7 / 8.1, ma ha ancora un prezzo per coloro che non hanno questi sistemi operativi, se, ad esempio lo si vuole mettere su un nuovo PC, o se si dispone di una licenza precedente o di una copia pirata di Windows 7.

Il sistema operativo risulta più costoso in Europa che negli Stati Uniti, dove il prezzo ufficiale di Windows 10 è di 119 dollari per la Home Edition e di 199 dollari per Windows Pro 10.