Siamo davvero così legati ai nostri ricordi più cari? O potremmo tranquillamente farne merce di scambio? Per capire se e quanto siamo realmente disposti a separarci dai nostri ricordi più preziosi, lastminute.com ha proposto ad alcuni passanti di rimuoverli dalla loro memoria in cambio di una somma di denaro. Il risultato? I ricordi non hannoRead More →

Bere per dimenticare è un’illusione. In effetti l’alcol non solo non cancella i brutti ricordi, ma li rafforza, secondo un nuovo studio, fatto dai ricercatori della Johns Hopkins University di Baltimora (Usa). Sulla rivista Translational Psychiatry, in cui sono stati pubblicati i risultati dello studio, i ricercatori dicono che seRead More →

“Non andare a letto arrabbiato”, dice un antico consiglio. Ora, un nuovo studio ha dimostrato che un brutto evento vissuto prima di andare a dormire si fissa nella memoria e diventa più vivido e forte dopo una notte di sonno. Il nuovo studio fatto da un team internazionale di ricercaRead More →

I malati di Alzheimer potrebbero non aver perso i loro ricordi, ma avere solo difficoltà ad accedervi, secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista scientifica ‘Nature’. Lo studio, condotto su dei topi dallo scienziato giapponese Susumu Tonegawa, premio Nobel per la medicina 1987, ha mostrato che stimolando specifiche aree delRead More →

La memoria ha bisogno di oblio, ossia di quel meccanismo che porta a dimenticare le cose, anche per fare spazio ai nuovi ricordi. Ciascuno di noi può immaginare come sarebbe la vita se, ad esempio, un ricordo doloroso non attutisse la sua presa col tempo e se si provasse, adRead More →

Certi gesti, apparentemente senza significato, in realtà hanno ragioni profonde. Uno studio della Montclair State University (USA), assicura che chiudere e serrare con forza la mano destra durante un evento o mentre si cerca di imparare qualcosa di nuovo, aiuta a registrare il fatto con più forza nella memoria. GliRead More →

Un incidente d’auto, un ictus, il coma, il risveglio, e…un brutto scherzo: cancellati 12 anni di vita e di ricordi. Il protagonista di questa vicenda è il medico lodigiano Pierdante Piccioni, tornato al lavoro all’ospedale di Codogno (Lodi), dopo la lunga malattia e un’altrettanto lunga riabilitazione, che ha comopreso unRead More →

Non si ricordano di solito le banali informazioni, ma il dolore migliora i ricordi deboli, secondo un nuovo studio. Lo studio, pubblicato sulla rivista “Nature”, dice che su di noi continuamente piovono delle impressioni e informazioni, ma la maggior parte di esse non sono importanti e vengono memorizzate debolmente. IRead More →