“Una costante attività fisica e una corretta alimentazione sono elementi fondamentali per una buona salute del fegato” spiega Salvatore Petta, Segretario AISF   EPATOLOGI: VECCHIE E NUOVE SFIDE – Il panorama delle malattie del fegato è in continua evoluzione e così il ruolo dell’epatologo. Le sfide tradizionali dell’epatologia restano quelleRead More →

Se il danno epatico è causato principalmente dall’alcol, specialmente se bevuto in grandi quantità, anche il consumo eccessivo di grassi e di farmaci può essere nocivo per il fegato. Un migliaio di farmaci chimici e di integratori, usati da più della metà della popolazione, come antibiotici, contraccettivi, anti-infiammatori, farmaci antifungini,Read More →

Il consumo moderato di caffè, circa tre o quattro tazze al giorno, può avere benefici per la salute e può persino ridurre alcuni tipi di cancro, secondo un nuovo studio pubblicato dal British Medical Journal (BMJ). Secondo questa ricerca, fatta dagli esperti della Facoltà di Medicina dell’Università di Southampton, ilRead More →

Quasi 2 milioni di persone muoiono ogni anno per infezioni, fibrosi e cancro del fegato, associati all’epatite. Lo hanno rivelato i ricercatori dell’Università di Washington, negli Stati Uniti, e dell’Imperial College di Londra, in Gran Bretagna. Dallo studio è emerso che l’epatite uccide dell’AIDS, della malaria e della tubercolosi. SecondoRead More →

Alcuni ricercatori hanno identificato una proteina del fegato molto piccola, che quando non funziona in modo equilibrato, può portare a malattie cardiovascolari, nonché a steatosi epatica e a cancro. La disattivazione meccanica della proteina avviene tramite un acido grasso presente nella carne rossa e nel burro, secondo Shadab Siddiqi dell’UniversityRead More →

Aumentare l’assunzione di caffè può aiutare a ridurre le probabilità di sviluppare la cirrosi da alcol, secondo uno studio apparso su ‘Alimentary Pharmacology and Therapeutics’. Da una revisione di alcuni studi è emerso che due o più tazze di caffè ogni giorno possono ridurre il rischio di sviluppare la malattiaRead More →