Un asteroide “potenzialmente pericoloso” sfiorerà la Terra

Un asteroide “potenzialmente pericoloso” si avvicinerà alla Terra fra pochi giorni. Esso arriverà a 4,2 milioni di chilometri dalla Terra (undici volte la distanza Terra-Luna) il 4 febbraio prossimo, viaggiando ad una velocità di 108.000 km / h.

L’asteroide che è stato chiamato 2002 AJ129 è lungo circa 1,1 km ed è stato classificato dalla NASA come “potenzialmente pericoloso”.

Tuttavia i rischi che abbia un impatto sulla terra sono praticamente inesistenti.

Tuttavia, se dovesse verificarsi, lo shock potrebbe immergerci in un mini periodo glaciale, con le temperature che si abbasserebbero di circa 8 ° C per quasi un decennio.

Secondo la NASA e il suo ufficio di coordinamento della difesa planetaria, c’è un altro asteroide che passerà ancora più vicino alla Terra il 24 febbraio prossimo e arriverà a una distanza da noi che è quattro volte la distanza Terra-Luna.

In ottobre, un piccolo asteroide brillante (2012 TC4) era passato vicino alla Terra, offrendo agli astronomi l’opportunità di tracciare con precisione questo corpo celeste, sempre “potenzialmente pericoloso” per il nostro pianeta.

Un asteroide ‘sfiorerà’ la Terra giovedì. Fine del mondo?

Un asteroide della dimensione “di una casa” passerà a 44.000 chilometri dal pianeta Terra, giovedì 12 ottobre.

Il suo nome è 2012 TC4. Dopo essere scomparso dal 2012, l’anno in cui era stato avvistato per la prima volta, l’asteroide è stato recentemente individuato dal Very Large Telescope (Vlt) in Cile.

Non è molto grande e non rappresenta un pericolo per la Terra.

Però ci sono i conspiratori che vedono nel passaggio di esso l’inizio della fine del mondo.

Il poeta Mel Brake, afferma sul suo blog che il passaggio di questo asteroide è un segno dell’inizio della fine del mondo.

L’autore si basa sul fatto che è anche il centesimo anniversario delle apparizioni di Nostra Signora di Fatima in Portogallo.

Durante queste apparizioni,agli abitanti del villaggio, la Vergine avrebbe parlato dell’apocalisse e i cospiratori vedono un collegamento tra queste parole e il passaggio dell’asteroide.

Un grande asteroide sta per “sfiorare” la Terra

Un grande asteroide “sfiorerà” la Terra venerdì, il corpo celeste che ha un diametro di più di quattro chilometri passerà vicino a noi durante il fine settimana. L’evento non presenta rischi, anche se tale asteroide, col suo diametro medio di 4,35 km è classificato come “potenzialmente pericoloso” a causa della sua orbita e della sua dimensione.

L’asteroide “3122 Florence” si avvicinerà poco dopo mezzogiorno e sarà a circa sette milioni di chilometri dalla Terra, in sostanza 8 volte la distanza che esiste tra la Terra e la Luna.

Altri asteroidi, in passato, sono giunti anche più vicini alla Terra, ma nessuno era così grande.

È uno dei più grandi asteroidi che passano vicino alla terra e molti telescopi saranno puntati verso il cielo, venerdì, per osservare il suo passaggio,

La NASA prevede di concentrare i suoi radar sul corpo celeste, in particolare per confermare la sua dimensione e scoprire i dettagli della sua superficie. “3122 Florence” (o ET3 1981) è stato scoperto nel 1981 dal Siding Spring Observatory in Australia.

Non ci si aspetta che il corpo celeste passerà vicino alla Terra così vicino prima del 2500, secondo gli scienziati.

3122 Florence, è stato chiamato così in onore di Florence Nightingale, fondatrice delle moderne scienze infermieristiche.

Un asteroide “sfiorerà” la Terra il 19 aprile

Un asteroide che misura un chilometro di diametro si sta attualmente dirigendo verso la Terra ed è considerato dalla NASA “potenzialmente pericoloso”.

Il 19 aprile, questo asteroide passerà vicino al nostro pianeta. Vicino…si fa per dire, dal momento che il corpo celeste dovrebbe effettivamente arrivare a 1,9 milioni di chilometri da noi,circa 5 volte la distanza tra la Terra e la Luna.

La grande roccia denominata “2014 JO25”, era stata identificata dall’astronomo britannico Ron Baalke, ed è comunque considerata dall’agenzia spaziale degli Stati Uniti come “potenzialmente pericolosa”.

Anche se si può ragionevolmente escludere qualsiasi rischio di collisione con la Terra, la NASA la tiene d’occhio, anche per osservarla e saperne di più sugli asteroidi.

L’asteroide viene analizzato da tre anni con diversi telescopi e dovrebbe di nuovo “sfiorare” la Terra nel corso del prossimo decennio.

In generale, un asteroide è considerato altamente pericoloso per la Terra dall’agenzia spaziale degli Stati Uniti quando misura oltre 140 metri di diametro. Le dimensioni sono sufficienti per passare attraverso l’atmosfera terrestre senza che il corpo celeste si disintegri completamente.

La NASA per questo ha anche lanciato nel 2016 un programma chiamato “Scout”, che mira a valutare il rischio di collisione tra un asteroide e il nostro pianeta.

Anche se parecchi piccoli asteroidi passano ad una certa distanza dalla terra, più volte a settimana, “2014 JO25” è il più vicino e tra i più grandi che negli ultimi 13 anni si sono avvicinati alla Terra.

L’asteroide 2003 SD220 non rappresenta un pericolo

L ‘”asteroide di Natale”, chiamato dagli scienziati ‘2003 SD220’, non causerà attività sismica, come temuto da alcuni, a patto che non si scontri con la Terra.

A rassicurare è stato Eddie Irizarry, scienziato della NASA.

Una caratteristica notevole di questo asteroide è la sua dimensione: ha una larghezza di due chilometri, secondo le osservazioni recenti fatte col telescopio di Arecibo a Puerto Rico.

I segnali dell’asteroide erano stati catturati tra il 17 e il 22 dicembre, quando il corpo celeste era giunto a circa 12 milioni di chilometri dalla Terra.

“Il passaggio ravvicinato di un asteroide non ha alcun effetto sul nostro pianeta, figuriamoci se esso passa molto lontano”, hanno detto gli esperti.

Il corpo celeste era stato scoperto nel settembre 2003 dal Lowell Observatory in Arizona (Stati Uniti).

Secondo gli astronomi, percorrerà un’orbita di circa 28 volte la distanza tra il nostro pianeta e la luna.

In termini astronomici è considerata una distanza che pone la Terra “fuori pericolo” da incidenti.

La distanza renderà impossibile osservare l’asteroide a occhio nudo.

Inoltre, non è la prima volta che esso passa vicino alla Terra e si prevede che riapparirà nel dicembre 2018 e nel 2021.

La NASA spera di inviare degli uomini su un asteroide nei prossimi decenni.

Anche l’asteroide Halloween aveva la forma di teschio

Un asteroide di grandi dimensioni, grande come quattro campi di calcio, si è avvicinato questo sabato alla terra.

Un fenomeno di questo genere, non visibile a occhio nudo, accade solo ogni 10 anni, secondo gli esperti.

L’asteroide è passato a 490 mila chilometri dalla terra, cioè ad una distanza leggermente più grande di quella che separa la luna dalla terra, secondo la Nasa.

Con un diametro di 400 metri, l’asteroide TB145 2015 è sfrecciato ad una velocità di 126 chilometri all’ora.

Probabilmente si è trattato di una cometa morta che ha perso i suoi materiali volatili dopo i molti passaggi intorno al sole, hanno detto gli esperti della NASA.

Strana coincidenza, l’asteroide aveva la forma di un teschio, con due cavità scure per gli occhi, un foro rotondo per il naso su una forma biancastra a forma di teschio.

“Sembra che si sia travestita da cranio per il suo passaggio vicino a terra per Halloween”, ha detto Kelly Fast, scienziata della NASA.

Gli asteroidi di questa dimensione non passano spesso così vicino alla terra.

Il corpo celeste era stato scoperto il 10 ottobre da un telescopio nelle Hawaii (Stati Uniti).

Il 31 ottobre, l’asteroide 2015 TB145 si avvicinerà alla Terra

Il 31 ottobre, l’asteroide 2015 TB145, sfrecciando attraverso lo spazio a una velocità di oltre 126.000 km/h, si avvicinerà alla terra. Il corpo celeste ha un diametro di circa 500 metri e sfiorerà la Terra a una velocità di 35 chilometri al secondo.

Secondo gli esperti, però, non ci sono pericoli di impatto con il nostro pianeta.

Per un nuovo passaggio ravvicinato di un oggetto di queste dimensioni, ha detto la Nasa, l’Agenzia spaziale americana, bisognerà attendere fino al 2027, quando passerà l’asteroide 1999 AN10.

Il 13 novembre prossimo, comunque, un detrito spaziale cadrà nell’oceano Indiano vicino allo Sri Lanka. Anche quello non dovrebbe costituire un pericolo per gli abitanti della terra.

Noi spesso dimentichiamo che il nostro pianeta è solo un piccolo punto dello spazio e dell’affollato sistema solare, pieno di asteroidi, comete e spazzatura.