Cisliano, messa a dimora di 70 alberi, dopo #unalberoè

Un albero ogni 50 post sui social con #unalberoè da destinare alle aree bisognose di interventi individuate da Legambiente: questo era l’impegno preso da Conlegno in occasione della Festa dell’Albero. Ora dalle parole si passa ai fatti: grazie ai 1.963 hashtag raccolti e alla generosità del Consorzio, venerdì 6 aprile carpini, aceri, biancospini, querce e frassini troveranno casa a Cisliano nel Parco Agricolo Sud Milano

La campagna social “Per fare un albero ci vuole un hashtag”, lanciata il 21 novembre da Conlegno (Consorzio Servizi Legno Sughero) in collaborazione con Legambiente, si concretizzerà venerdì 6 aprile, dalle ore 10.30, in un’area verde di circa 2000 mCisliano, comune a sud-ovest di Milano, con la messa a dimora di 70 alberi. La promessa fatta in occasione della Festa dell’Albero prevedeva l’impegno del Consorzio a regalare un albero ogni 50 post pubblicati con l’#unalberoèinvitando il popolo dei social a condividere su Facebook, Twitter e Instagram il loro amore per la natura. Grazie alla partecipazione attiva degli utenti, l’#unalberoè è stato utilizzandolo per ben 1.963 volte in 24 ore, entrando tra le tendenze del giorno e raggiungendo la soglia di 40 nuovi alberi, ai quali il Consorzio ne ha voluti aggiungere altri 30 moltiplicando la solidarietà.

“La tutela e la valorizzazione del patrimonio forestale sono da sempre gli obiettivi principali di Conlegno – spiega Fausto Iaccheripresidente del Consorzio – Attraverso la realizzazione di una campagna social abbiamo voluto coinvolgere attivamente i cittadini per sensibilizzarli nei confronti di un tema che tocca tutti da vicino. L’impegno di Conlegno consiste nel concretizzare l’interesse che le persone hanno dimostrato nei confronti dell’ambiente, gettando i semi per un futuro più verde e sostenibile, con la collaborazione di Legambiente”.

La superficie da piantumare, individuata con la collaborazione di Legambiente, si colloca in uno dei sessantuno comuni che costituiscono il Parco Agricolo Sud Milano, un parco regionale  gestito dalla città metropolitana di Milano, nato con lo scopo di proteggere e valorizzare l’economia agricola del capoluogo lombardo e tutelare l’ambiente e il paesaggio, mettendo a disposizione di milioni di cittadini un enorme polmone verde.

“Partecipare alla creazione di nuovi boschi – dichiara Marzio Marzorati, vice presidente di Legambiente Lombardia – significa aumentare il polmone verde che ci permette di respirare. In particolare piantare alberi attorno alla città significa ridurre i problemi ambientali, migliorare il paesaggio e sostenere la rete ecologica e la biodiversità. Grazie alla collaborazione con Conlegno, Legambiente attiva la partecipazione di cittadini e amministrazioni pubbliche locali che permetteranno agli alberi di sopravvivere e di essere accuditi per le prossime stagioni consentendo la nascita di un bosco esteso e bello. L’iniziativa è sostenuta, infatti, dal nostro circolo Legambiente che svolge attività a Cisliano”.

Tra le specie che andranno a ripopolare l’area ci saranno carpini, aceri campestri, ligustri, biancospini, cornioli, querce e frassini. Un’iniziativa dal forte impatto sociale e ecologico alla quale parteciperanno anche le istituzioni locali.

In occasione della Campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi Indifesa, Terre des Hommes lancia i risultati dell’indagine effettuata
Si parla di numeri che si moltiplicano si è partiti da 20 imprenditori e in
L'uso dei social network, come Facebook, Instagram e Twitter, rende i giovani più ansiosi e

Giovani: è allarme sexting

In occasione della Campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi IndifesaTerre des Hommes lancia i risultati dell’indagine effettuata tra gli adolescenti italiani nell’ambito dell’Osservatorio sulla Violenza e gli Stereotipi di Genere realizzato in collaborazione conScuolaZoo.

I dati sono significativi ed offrono una fotografia sulla percezione delle ragazze in rapporto ad argomenti di grandissima attualità come sextingsicurezza onlinebullismo e cyberbullismomolestie e violenzediscriminazioni e stereotipi di genere.

Con la Campagna di raccolta fondi Indifesa, Terre des Hommes realizzerà interventi di prevenzione della violenza, discriminazioni e stereotipi di genere nelle scuole superiori italiane e fino all’8 marzo si può donare con sms o chiamata al numero solidale 45549.

E’ emerso dall’indagine che 6 ragazze adolescenti su 10 nel nostro Paese ammettono di trascorrere la maggior parte del proprio tempo libero online e sui social network (il 21,3% dice di passarlo giocando con il cellulare e il 12% guardando video in rete), ma è proprio nella solitudine del mondo online che le ragazze si sentono meno sicure.

Quasi il 60% di loro ha infatti indicato la piazza virtuale come quella in cui si sentono maggiormente vulnerabili.

1 ragazza su 5 (il 19%) ammette di aver praticato il sextingmentre 4 ragazze su 10 dicono di aver visto circolare foto o video intimi o a sfondo sessuale loro o di amici sui social network, online o sui servizi di messaggistica.

La società italiana, specializzata nella gestione dei contenuti audio e video, provvederà a costruire un
Estate da ricordare al SettemariClub Alonissos Beach per la straordinaria apparizione di un cucciolo di foca monaca
Beyoncé ha, per la seconda volta, assicurato un suo spettacolo al Coachella Festival (a Indio,

Il passa parola strutturato crea business

Si parla di numeri che si moltiplicano si è partiti da 20 imprenditori e in pochi mesi dalla nascita di ConverGO si è arrivati a 100. Ogni settimana ciascun team scambia più di 50 referenze generando un fatturato settimanale tra i ventimila e i trentamila euro. Il giro d’affari dei vari partner, supera i 40 milioni di euro.

Questo è il risultato del nuovo modo di fare rete di ConverGO. È un metodo strutturato ed efficace, realizza un passaparola tra imprenditori tale da creare connessioni, richieste e scambi di referenze. La possibilità grazie alla conoscenza diretta di raggiungere la figura del decisore all’interno dell’azienda che si sta cercando di contattare per aumentare il business.

Un progetto concreto

Una rete che crea sinergie come il progetto rilievi: quattro giorni di missioni con droni, più di 200 voli, oltre 450 foto aeree, circa 11mila metri quadri rilevati. Sono i numeri di un importante lavoro di fotogrammetria e rilievo di facciata che si è svolto nel pieno centro di Bologna, a due passi dalla stazione centrale. Una location molto critica per operare con i droni sia dal punto di vista tecnico che da quello normativo / legale.

Il progetto è il frutto della sinergia tra due partner che si sono incontrati a ConverGo e che si sono scoperti essere professionalmente compatibili.

La fiducia si crea

Un metodo che si basa sulla fiducia reciproca, dove le persone incontrandosi a colazione, condividono e scambiano business one to one. L’equivalente di un social che permette di connettere le persone e le aziende, un linkedin reale che fa crescere la fiducia nei partner.

ConverGO social

Proprio perché l’obiettivo è quello di moltiplicare le possibilità di incontro e di business tra i partner verrà inaugurato il 14 novembre, dalle 7.30 am alle 9.00 am, presso l’hotel Relais Bellaria di Bologna, il social network di ConverGO, che unirà le potenzialità di un social a quelle del networking face to face. Sarà anche l’occasione di incontrarsi con più di 200 imprenditori che davanti ad un caffè si racconteranno. Durante l’evento il Team Copernico, (uno dei gruppi ConverGO) presenterà le proprie professionalità a tutti gli imprenditori e liberi professionisti presenti. Ogni gruppo ha professionalità differenti in cui non si troverà mai un concorrente, ma solo collaborazione attiva tra i partner.

L’amministratore delegato

“Il professionista che fa parte di questa rete – dichiara Dario Argentini, Amministratore Delegato di ConverGO – non diventa un socio ma un partner che crede nel progetto, perché non compra un servizio ma diviene parte attiva nel fare crescere questo servizio: dare per ricevere. Ha la possibilità di creare con la rete una visione di come deve essere il suo luogo di lavoro e scambio di opportunità”. Per info www.convergo.it

Un albero ogni 50 post sui social con #unalberoè da destinare alle aree bisognose di
In occasione della Campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi Indifesa, Terre des Hommes lancia i risultati dell’indagine effettuata
L'uso dei social network, come Facebook, Instagram e Twitter, rende i giovani più ansiosi e

L’uso dei social rende i giovani ansiosi

L’uso dei social network, come Facebook, Instagram e Twitter, rende i giovani più ansiosi e paurosi, secondo un nuovo sondaggio fatto nel Regno Unito.

L’indagine, che ha coinvolto oltre 10.000 giovani di età compresa tra i 12 e i 20 anni, suggerisce che il cyberbullismo è diffuso in Rete.

Un giovane su tre ha dichiarato nell’intervista, di aver vissuto la paura del cyberbullismo.

Secondo l’indagine, fatta da Ditch the Label, organizzazione non profit contro il bullismo, il 40 per cento dei partecipanti si sente male se nessuno mette un ‘mi piace’ su un selfie e il 35 per cento lega la sua autostima al numero di seguaci.

Il sette per cento dei giovani utenti della Rete ha dichiarato di essere stato oggetto di bullismo sulle app per foto di Facebook.

Ha ricevuto molestie il 6 per cento dei giovani su Facebook, il 5 per cento su Snapchat e il 2 per cento su Twitter.

Quasi la metà (il 47 per cento) dei giovani ha dichiarato di aver detto cose cattive sui social media e molti hanno offerto solo una versione modificata della loro vita.

In un mondo che corre veloce, i social network ci “riempiono” la vita e i
La modella e stilista statunitense Amber Rose, ha pubblicato una sua foto in cui appare
Non solo noiosa letteratura da sorbirsi in classe, ma letteratura coinvolgente, pensata per il web con #furioso16tw