Senigallia si tinge di giallo

18 – 26 agosto 2019

Senigallia (AN)

Al celebre Festival dedicato al noir e al giallo civile ci saranno Gianrico Carofiglio, Giancarlo De Cataldo, Ilaria Cucchi, Giampaolo Simi, Alessandro Robecchi e Maurizio De Giovanni e tanti altri.

Image

Dal 18 al 26 agosto di rinnova l’appuntamento con il Festival Ventimilarighesottoimari inGiallo, il popolare evento letterario che Senigallia dedica al noir e al giallo civile.

 

Tante le novità, ma anche i ritorni, per un’edizione che si annuncia più interessante che mai e che dimostra come il Festival, cresciuto anno dopo anno, sia ormai capace di intercettare i nomi dei più grandi scrittori presenti sulla scena nazionale. E a proposito di novità, quella sicuramente più suggestiva è data dalla nuova convezione stipulata tra il Comune di Senigallia e la Fondazione Pordenone Legge, organizzatrice dell’omonimo Festival, che prevede l’organizzazione di un evento esclusivo a cui, nel 2019, si potrà assistere solo nell’ambito di queste due rassegne. Si tratta di Sconvenienti Verità, che vedrà protagonisti due tra i più influenti autori del noir nazionale: Gianrico Carofiglio e Giancarlo De Cataldo, i quali saliranno insieme sul palco del Teatro La Fenice sabato 24 agosto per conversare insieme sulle “inattese ragioni del delitto”, ripercorrendo alcuni dei più celebri casi di cronaca nera avvenuti in Italia.

 

Altro appuntamento sicuramente da non perdere è quello del 19 agosto al teatro La Fenice con Ilaria Cucchi, la quale presenterà insieme all’avvocato Fabio Anselmo il libro Federico, un’accurata ricostruzione della torbida vicenda riguardante la tragica morte di Federico Aldrovandi. Sempre nell’ottica di riservare uno sguardo privilegiato ai temi civili il programma include la presentazioni di altri due libri dedicati ad altrettante vicende mai chiarite fino in fondo: Il caso Mattei di Vincenzo Calia e Sabrina Pisu (21 agosto), in cui uno dei più vecchi misteri d’Italia viene analizzato alla luce di nuove letture e documenti, e Uccidete Guido Rossa di Donatella Alfonso e Massimo Razzi (22 agosto), che ripercorre l’omicidio dell’operaio e sindacalista dell’Italsider di Genova Cornigliano, assassinato da un commando delle Brigate Rosse il mattino del 24 gennaio 1979.

 

Un Festival – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – già iniziato sotto i migliori auspici con la presentazione del programma al 32° Salone del Libro di Torino lo scorso maggio e con la prestigiosa collaborazione che siamo riusciti a stringere con la Fondazione Pordenone Legge. Anche quest’anno il programma sarà di altissimo profilo culturale e vedrà i nomi più rappresentativi del panorama letterario nazionale giungere a Senigallia per presentare le loro ultime opere. Grande attenzione, come al solito, sarà data al giallo civile, genere che caratterizza in maniera originale il nostro Festival. Un ringraziamento particolare va a tutti coloro che hanno collaborato all’organizzazione della manifestazione, e in particolare alla Fondazione Rosellini che si conferma partner prezioso e imprescindibile”.

 

Tra i nomi più noti al grande pubblico, poi, spiccano quelli di Marcello Simoni, uno dei massimi esponenti del giallo storico che sarà a Senigallia per presentare L’enigma dell’abate nero (19 agosto), Giampaolo Simi, con il suo libro  Come una famiglia  (20 agosto), la giovane, ma già apprezzatissima dal pubblico e dalla critica, Ilaria Tuti, con il suo Ninfa dormiente (23 agosto), e, per il giallo internazionale, l’inglese Kate Rhodes, che presenterà l’ultima sua opera La baia (18 agosto). Non mancherà, inoltre, l’imperdibile appuntamento con la lectio magistralis  del filologo e critico letterario Massimo Raffaeli (22 agosto), dedicata quest’anno a Vincenzo Consolo, l’ultimo testimone della grande narrativa siciliana a partire dal suo capolavoro Il sorriso dell’ignoto marinaio del 1976.

 

Da non perdere anche lo spettacolo teatrale La lista. Salvare l’arte: il capolavoro di Pasquale Rotondi di e con Laura Curino, che sarà messo in scena in anteprima regionale al teatro La Fenice il 23 agosto, alle ore 21,30. Il recital ripercorre i cinque anni, tre mesi e otto giorni di rischi, avventure rocambolesche, decisioni prese sul filo del rasoio dall’uomo che in gran segreto, all’indomani dell’8 settembre del 1943 e dell’invasione tedesca, obbedendo solo alla sua coscienza etica e al suo senso del dovere, anche a rischio della propria vita e di quella della sua famiglia impedì ai nazisti di mettere le mani sui Giorgione, Tintoretto, Piero della Francesca, Lotto, Mantegna, Donatello, Correggio, Caravaggio, Tiepolo e tante altre opere presenti nei musei e nelle pinacoteche delle Marche, del Veneto, della Lombardia, di Roma e di Napoli (i biglietti sono acquistabili sul circuito www.vivaticket.it e alla biglietteria del teatro La Fenice, aperta il venerdì e sabato dalle ore 18 alle ore 20,30).

 

Il Festival si concluderà il 26 agosto con due grandissimi ritorni: Alessandro Robecchi, con un altro divertente capitolo della saga che vede protagonista nelle vesti di un improbabile indagatore l’eccentrico autore televisivo milanese Carlo Monterossi, e Maurizio De Giovanni, autore di serie di grande successo come quelle del commissario Ricciardi e de “I Bastardi di Pizzofalcone”, che a Senigallia racconterà il suo universo narrativo, dove la vera protagonista è la città di Napoli, ed eseguirà un reading di alcuni brani del suo ultimo romanzo Il pianto dell’alba, accompagnato dal sax del maestro Marco Zurzolo.

 

Infine, si rinnoverà l’appuntamento con la mostra che, in occasione dei novant’anni del giallo Mondadori, avrà come tema “I grandi del giallo”. Allestita nei locali dell’Expo Ex dalla Fondazione Rosellini per la letteratura popolare, partner storico del Festival Ventimilarighesottoimari inGiallo, l’esposizione sarà inaugurata domenica 18 agosto da Franco Forte, direttore editoriale delle collane edicola di Mondadori.

Sarà l’appuntamento di venerdì 9 agosto, a Senigallia, a dare il via a “Incontriamoci d’estate”,
Continua il tour del van Aperol Spritz che anche quest’anno porta i colori del suo happy hour
Non una semplice occasione di svago e divertimento, ma un momento concreto di crescita e

“Incontriamoci d’estate”, degustazioni sulle spiagge di Senigallia

Sarà l’appuntamento di venerdì 9 agosto, a Senigallia, a dare il via a “Incontriamoci d’estate”, il ciclo di incontri gratuiti promosso da Trevalli Cooperlat per far conoscere a marchigiani e turisti, il gusto e il racconto legati a grandi prodotti simbolo della regione Marche.

Si parte con un’eccellenza “quotidiana”, il Latte Alta Qualità QM che, venerdì alle ore 10, ai bagni Armando 98 (lungomare Dante Alighieri) regalerà tutto il sapore della “Colazione Marchigiana”. Cerimonieri della mattinata saranno Paolo Cesaretti, brand manager di Trevalli Cooperlat e Gianfranco Scatolini, presidente della cooperativa Il Biroccio – Pane e Dolci (dal 1970 di Filottrano) a cui spetterà il compito di raccontare le ricette e i valori nutrizionali di tutto il buono che sarà servito ai bagnanti: paste del batte, biscotti con uvetta, paste con cacao e mandorle. A “sfornare” caffè sarà la ciclopica moka da 24 porzioni, usata per preparare il caffè d’orzo.

Protagonista assoluto della mattinata sarà però il latte Alta Qualità QM (Qualità Marche), un prodotto 100% marchigiano. Confezionato entro 48 ore dalla mungitura, è sottoposto al solo processo di pastorizzazione tradizionale, per conservare tutte le sue caratteristiche nutrizionali e il suo gusto naturale. È realizzato attraverso un modello produttivo che integra agricoltura e allevamento per ottenere qualità eccellente e sostenere un metodo di lavoro capace di valorizzare il territorio.

Si prosegue poi martedì 13 agosto, ore 17, ai Bagni Sandra 32 (Lungomare Mameli di Senigallia) con la degustazione di Mozzarella STG – Specialità Tradizionale Garantita, prodotto fresco a pasta filata realizzato con latte vaccino selezionato 100% Italiano nell’area dei Monti Sibillini; si conclude martedì 20 agosto, sempre alle 17, ancora una volta ai Bagni Sandra che ospiteranno la degustazione e il racconto della storia e del gusto della Casciotta d’Urbino Dop, la prima Denominaziona casearia d’Italia che cela, nel suo passato, una appassionata storia d’amore tra Michelangelo Buonarroti e il cacio che a lui veniva spedito a Roma dal suo fido domestico Francesco Amadori detto “l’Urbino”. Le degustazioni casearie del 13 e 20 agosto saranno guidate dal sommelier ed enogastronomo Sauro Boria.

Incontriamoci d’estate, il modo coinvolgente – e goloso – per recuperare la tradizione.

Non una semplice occasione di svago e divertimento, ma un momento concreto di crescita e
Dall'estro purissimo e dalla geniale intuizione del team di designer scandinavi al cui capo c’è
Il cantante canadese Justin Bieber per il centesimo numero di Clash Magazine è apparso nudo

Senigallia, Summer Jamboree, tappa dell’Aperol Spritz Tour

Continua il tour del van Aperol Spritz che anche quest’anno porta i colori del suo happy hour in giro per l’Italia. Per il tour 2019 – anno del centenario di Aperol, ricco di festeggiamenti e iniziative per celebrare l’iconico drink italiano – l’onda arancione di Aperol Spritz fa tappa a Senigallia, per tante serate all’insegna del motto #HappyTogether, del divertimento e dello stare insieme.

Dal 31 luglio all’11 agosto, ad animare Senigallia in occasione della prossima edizione del Summer Jamboree – il grande festival internazionale ricco di musica, cultura ed esibizioni, dedicato agli anni Quaranta e Cinquanta – ci saranno così anche i colori e la vivacità del van Volkswagen Hostaria del Vecio dove sarà possibile godersi un Aperol Spritz, per un momento di condivisione e spensieratezza.

Con il suo tour, Aperol Spritz porterà momenti di gioia e condivisione in tutta Italia, raccontando il suo legame con la regione e al tempo stesso il suo carattere internazionale, in grado di unire le persone ovunque si trovino nel mondo, attraverso il suo linguaggio universale.

L’appuntamento con il van di Aperol Spritz in occasione del Summer Jamboree è dal 31 luglio all’11 agosto dalle 17.30 all’1.30 a Senigallia, presso il giardino di Rocca Roveresca. 

Non servono occhiali 3D per immergersi nella vivace entusiasmante multidimensione del sogno americano anni ’40
Il 31 Dicembre 2016 ritorna alla Rotonda a mare di Senigallia il New Year’s Eve
Il Summer Jamboree ha raggiunto nuovi traguardi e si è confermato un fenomeno in crescita,

I soggiorni estivi della Lega del Filo d’Oro sono iniziati

Non una semplice occasione di svago e divertimento, ma un momento concreto di crescita e di esperienza attraverso visite guidate, fattorie didattiche, laboratori artigianali, giochi, mare e passeggiate in montagna: sono queste solo alcune delle attività dei soggiorni estivi organizzati dalla Lega del Filo d’Oro per le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali nel corso della prossima stagione estiva.

I soggiorni estivi della Lega del Filo d’Oro rappresentano una delle attività storiche dell’Associazione: avviati dalla fondatrice Sabina Santilli nell’estate del 1964 sono stati nel corso degli anni – e continuano ad essere – per le persone sordocieche un’occasione privilegiata di incontro, di socializzazione e conoscenza. Ma sono anche un momento fondamentale per l’Associazione che, ogni anno, in estate organizza queste vacanze “speciali” che, oltre ad un’importante opportunità per gli utenti della “Lega” di trascorrere momenti piacevoli e svolgere attività ricreative, sono anche un’occasione per dare sollievo e riposo alle loro famiglie.

Sono rivolti alle persone sordocieche provenienti dalle diverse regioni e si propongono di far vivere un’esperienza di gruppo insieme ai volontari, per la durata di almeno una settimana alloggiando presso strutture alberghiere in diverse località turistiche italiane. Inoltre, vengono organizzate uscite culturali e naturalistiche e proposte attività sportive, feste e incontri. E proprio perché lo scopo dei soggiorni estivi è quello di favorire la socializzazione, a partecipare sono soprattutto volontari della Lega del Filo d’Oro.

I soggiorni estivi – ha spiegato Rossano Bartoli, Segretario Generale della Lega del Filo d’Oro permettono alle persone sordocieche di fare nuove esperienze e di uscire, così, dall’isolamento, acquisendo maggiore autonomia. In oltre 50 anni di storia della “Lega” sono stati più di mille i volontari che vi hanno preso parte e senza i quali tutto questo non sarebbe possibile “.

Quattro i soggiorni previsti per l’estate 2018: un soggiorno di una settimana dal 17 al 24 giugno a Senigallia (AN), un altro nella stessa località dal 24 giugno al 1° luglio, un soggiorno a Giulianova (TE) dal 15 al 29 luglio ed infine un soggiorno in montagna, dal 26 agosto al 9 settembre, a Pinzolo (TN).

A Senigallia i partecipanti potranno effettuare diverse attività ludico-ricreative come andare in spiaggia, partecipare a feste organizzate negli stabilimenti o in località vicine, fare shopping in negozi, botteghe artigiane locali e al mercato settimanale e andare alcune serate al pub. Lo stesso programma sarà previsto anche per tutti i presenti al soggiorno estivo di Giulianova.

Infine, dal 24 agosto al 9 settembre a Pinzolo, tutti i partecipanti potranno scegliere tra diverse attività come: andare in piscina, andare a cavallo in un maneggio della zona, fare escursioni, shopping in negozi, botteghe artigiane locali e al mercato settimanale e visitare località e sagre in luoghi limitrofi.

Ogni anno, l’attività dei soggiorni estivi per la Lega del Filo d’Oro implica un notevole impegno sia per l’elevato numero di persone coinvolte, sia per la complessità degli aspetti organizzativi e logistici da considerare e risulta fondamentale il rapporto di collaborazione che si istaura con la rete dei servizi sul territorio.

In questa edizione sono coinvolti oltre 100 persone sordocieche e altrettanti volontari, a cui si aggiungono operatori specializzati ed interpreti LIS. La sordocecità, è una combinazione della perdita, totale o parziale, della vista e dell’udito che è di ostacolo o impedisce di svolgere le normali funzioni della vita quotidiana. Inoltre, quando, oltre al deficit visivo o uditivo, sono presenti altre minorazioni (motorie, intellettive, danni neurologici, malformazioni scheletriche, ecc.) si ha la pluriminorazione psicosensoriale, molto frequente negli utenti della Lega del Filo d’Oro. La Lega del Filo d’Oro da oltre 50 anni si impegna per offrire supporto alle persone con questa disabilità e alle loro famiglie, aiutandole a vivere una vita quanto più dignitosa possibile.

L’Associazione conta circa 600 dipendenti, tra operatori specializzati, personale sanitario, psicologi, assistenti sociali, e oltre 650 volontari impegnati nelle attività di assistenza e cura delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali. La Lega del Filo d’Oro eroga i propri servizi nei Centri di Osimo (AN), Sede principale dell’Ente, Lesmo (MB), Modena, Molfetta (BA) e Termini Imerese (PA) e nelle sedi territoriali di Padova, Roma e Napoli.

Per maggiori informazioni visitare il sito www.legadelfilodoro.it

Sarà l’appuntamento di venerdì 9 agosto, a Senigallia, a dare il via a “Incontriamoci d’estate”,
Continua il tour del van Aperol Spritz che anche quest’anno porta i colori del suo happy hour