Ravenna: sempre più una città in giallo

Dopo sedici anni continuativi di rassegna, con quasi duecento ospiti, decine di eventi collaterali (cinema, serie tv, teatro, convegni scientifici, concerti, animazione per bambini e ragazzi), GialloLuna Nero Notte, il festival del giallo e del noir italiani, si rinnova e per l’edizione numero 17 in programma dal 31 ottobre al 22 novembre a Ravenna sperimenta nuovi percorsi.

A partire da “Una città in giallo”. Dall’1 al 3 novembre, infatti, a Ravenna si raduneranno editori indipendenti di gialli, thriller, noir e spionaggio (con la possibilità di spaziare nell’horror), in una specie di “fiera” simile alla bella manifestazione milanese “Strani Mondi”, dedicata al fantastico e alla fantascienza. Nella Sala Mostre della Biblioteca Oriani saranno allestiti gli stand degli editori, che avranno così anche la possibilità di presentare i propri autori.

Il nucleo centrale di GialloLuna NeroNotte rimane comunque quello scandito dagli incontri con gli scrittori nella Sala Spadolini sempre della Biblioteca Oriani. Autori affermati, per proporre le novità dell’anno; autori esordienti, per proseguire nella propria campagna di informazione sulla letteratura popolare e di genere. Tra i tanti ospiti attesi: Marcello SimoniAlessia Gazzola, Licia Troisi, Cristiano Governa, Giampaolo Simi. Sarà presente anche Gianluca Di Matola, autore del romanzo “Pulcinella è cattivo” (Clown Bianco Edizioni), vincitore del premio per gli inediti 2018.

Prosegue, invece, la collaborazione fra il Festival e le scuole ravennati. In occasione dei 90 anni del periodico “Il Giallo Mondadori”, alcune classi del liceo artistico “Nervi-Severini” hanno realizzato opere pensando all’evoluzione delle copertine dei libri da edicola. La mostra con tutte le opere sarà allestita al Palazzo dei Congressi dall’19 ottobre al 3 novembre. L’esposizione comprenderà anche opere di docenti dell’istituto superiore e di giovani artisti ravennati. Confermate anche le borse di studio per gli studenti più meritevoli, grazie alla collaborazione della BPER: Banca.

Del resto la collaborazione con “Il Giallo Mondadori” scandisce un altro importante momento del Festival, che anche in questo 2019 ospiterà la manifestazione di chiusura della settima edizione del Concorso per racconti inediti. La premiazione, con i dieci finalisti, farà parte della Serata di gala. Tornano per questo l’editor del Giallo, Franco Forte; e la scrittrice Annamaria Fassio. In quell’occasione ci sarà anche la consegna del nuovo Premio GialloLuna NeroNotte a un personaggio che si sia distinto per il proprio impegno nella diffusione della letteratura e, in modo più ampio, della cultura popolare. Quarta edizione, invece, per il concorso riservato a romanzi inediti, in collaborazione con “Clown Bianco Edizioni” di Ravenna.

Come anteprima del Festival, ai Passatelli del Mariani, giovedì 31 ottobre verrà proposto “La specialità”, spettacolo “con uso di cucina” (non una cena con delitto), del Teatro di Après-Coup, regia di Federica Santambrogio, con Erika Urban e Christian Giammarini. Il testo è ispirato al racconto “La specialità della casa” di Stanley Ellin.

Quattro eventi dell’edizione numero 17 del festival saranno realizzati insieme al Centro Relazioni Culturali. Gli appuntamenti si terranno alla Biblioteca Classense il 22 novembre 2019; e il 17 e 18 gennaio 2020. Rinnovata poi anche la collaborazione con la Fondazione Flaminia per l’Università in Romagna, che consentirà l’allestimento della mostra

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito, a esclusione della dello spettacolo “con uso di cucina”, che si svolgerà durante una cena.

Vittorio Prato è il Conte di Almaviva ne Le Nozze di Figaro in scena al Teatro Coccia di
A Ravenna dal 26 ottobre al 4 novembre  La XVI^ edizione del Festival “GialloLuna NeroNotte”, organizzato a Ravenna
Ravenna dal 26 ottobre al 4 novembre  La XVI^ edizione del Festival “GialloLuna NeroNotte”, organizzato a Ravenna dal

Le Nozze di Figaro in scena a Novara e Ravenna

Vittorio Prato è il Conte di Almaviva ne Le Nozze di Figaro in scena al Teatro Coccia di Novara, il 15 e il 17 febbraio e al Teatro Alighieri di Ravenna il 22 e il 24 febbraio

l baritono Vittorio Prato è il Conte di Almaviva nella ripresa delle fortunate “Nozze di Figaro” che inaugurarono il Festival dei 2 Mondi nel 2016, con la regia di Giorgio Ferrara, le scene di Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, i costumi di Maurizio Galante.

L’opera, una coproduzione con il Festival di Spoleto, il Ravenna Festival e il Teatro Coccia, sarà diretta da Erina Yashima alla guida dell’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini e del Coro San Gregorio Magno.

 

A Ravenna dal 26 ottobre al 4 novembre  La XVI^ edizione del Festival “GialloLuna NeroNotte”, organizzato a Ravenna
Ravenna dal 26 ottobre al 4 novembre  La XVI^ edizione del Festival “GialloLuna NeroNotte”, organizzato a Ravenna dal

Frankenstein e “La guerra dei Mondi” ispirano il nuovo GialloLuna NeroNotte

A Ravenna dal 26 ottobre al 4 novembre

 La XVI^ edizione del Festival “GialloLuna NeroNotte”, organizzato a Ravenna dal 26 ottobre al 4 novembre 2018dell’Associazione culturale Pa.Gi.Ne., presenta molte novità e preziose collaborazioni nel duecentesimo anno dalla prima pubblicazione di “Frankenstein” di Mary Shelley, pubblicata in forma anonima per la prima volta nel 1818, e negli 80 anni della trasmissione radio “La guerra dei mondi” realizzata da Orson Wells.

 Da segnalare un’anteprima d’eccezione: il 27 ottobre (ore 18) la casa editrice Neri Pozza presenterà a “GialloLuna NeroNotte” la prima edizione italiana della versione originale di “Frankenstein”. Interverranno Nadia Fusini (che si è occupata dell’introduzione all’edizione) e Alessandro Fabrizi (responsabile della nuova traduzione, in uscita a metà ottobre). Saranno inoltre presenti, per l’incontro dal titolo “La fantascienza nasce donna”, le scrittrici: Emanuela Valentini, Nicoletta Vallorani e Francesca Bertuzzi.

 Gli 80 anni della trasmissione radio “La Guerra dei Mondi” realizzata da Orson Welles, dal romanzo omonimo di Herbert G. Wells, sarà un momento di particolare efficacia e suggestione. In programma una mostra dal titolo “Urania e gli altri mondi” dedicata a Franco Brambilla, creatore delle copertine di Urania alla Manica Lunga della Classense, in collaborazione con il Museo d’Arte della Città (inaugurazione il 26 ottobre, aperta fino all’11 di novembre). A questa sono collegati l’incontro con l’artista e gli scrittori di fantascienza Maico Morellini e Dario Tonani (26 ottobre ore 18) e la serata omaggio alla storica trasmissione radiofonica di Wells (30 ottobre ore 21)

Novità d’eccezione, domenica 28 ottobre ore 18: Danilo Arona ed Edoardo Rosati presenteranno la nuova collana di Ink Edizioni “Medical noir”.

 Come sempre si cercherà di offrire una vetrina delle novità firmate anche da autori locali: Alberto Cassani, Riccardo Landini, Fabio Mongardi, Mauro Baldrati (1 novembre, ore 18).

 L’organizzazione ha anche concluso gli accordi per replicare la collaborazione con l’Università, dopo il gradimento dimostrato da docenti e studenti di giurisprudenza e conservazione dei beni culturali per le Master Class con Alan D. Altieri, Franco Forte, Alessandro Fabbri, Valerio Evangelisti e Nicola D’Agostino. Coordinerà il nuovo progetto di master class il professor Alessandro Iannucci.

Il convegno si svolgerà sabato 27 ottobre ore 10, con il titolo “Prometeo, la creatura di Frankenstein e i robot protocollari”.

 

Rinnovata anche la collaborazione con il Ravenna Nightmare Film Fest e torna quella con Ravenna Teatro, grazie ai quali venerdì 2 alle ore 18 al Palazzo dei Congressi arriverà Giancarlo de Cataldo. In serata, alle ore 21, ci si sposta al Teatro Rasi per lo spettacolo “Gul. Uno sparo al buio”, scritto dallo stesso De Cataldo (assieme a Gemma Carbone, Giulia Maria Falzea, Riccardo Festa) che, al termine della pièce, incontrerà il pubblico.

 

Poliziotti e investigatori saranno i protagonisti letterari dell’incontro del 3 novembre con Hans Tuzzi, Antonio Manzini e Luca Poldelmengo.

 

Il festival ospiterà ancora la manifestazione di chiusura della sesta edizione del Concorso per racconti inediti, organizzato insieme alla prestigiosa collana “Il Giallo Mondadori”. La premiazione, con i dieci finalisti, farà parte della Serata di gala, il 4 novembre ore 21 al Mariani Life Style (via Ponte Marino, 2) a conclusione del Festival. Saranno presenti Franco Forte, editor del Giallo Mondadori, e la scrittrice Annamaria Fassio.

 

La partecipazione a tutti gli incontri con gli autori e la visita della mostra sono gratuiti. Gli incontri, dove non diversamente specificato, si terranno alla Biblioteca Classense di Ravenna (via Alfredo Baccarini, 3).

Diretto da Nevio Galeati e organizzato dall’Associazione culturale Pa.Gi.Ne., in compartecipazione con il Comune di Ravenna, GialloLuna NeroNotte gode della preziosa collaborazione di: Accademia di Belle Arti di Ravenna, Alma Mater Studiorum Università di Bologna-Dipartimento di Beni Culturali, BPER Banca, Banca di Credito Cooperativo Ravennate, Forlivese e Imolese, Besant Srl, Con.Eco Trasporti, Confesercenti-Sindacato Librai, Elios Digital Print, Fondazione Flaminia per l’Università in Romagna, Hotel Diana; Istituzione Biblioteca Classense, Liberamente Libri, Mariani Life Style, Ravenna Nightmare Film Fest.

GialloLuna NeroNotte ha il piacere di avvalersi della partnership de “Il Giallo Mondadori”, per il sesto anno consecutivo.

Dopo sedici anni continuativi di rassegna, con quasi duecento ospiti, decine di eventi collaterali (cinema,
Vittorio Prato è il Conte di Almaviva ne Le Nozze di Figaro in scena al Teatro Coccia di
Ravenna dal 26 ottobre al 4 novembre  La XVI^ edizione del Festival “GialloLuna NeroNotte”, organizzato a Ravenna dal

Frankenstein e “La guerra dei Mondi” ispirano il nuovo GialloLuna NeroNotte

Ravenna dal 26 ottobre al 4 novembre

 La XVI^ edizione del Festival “GialloLuna NeroNotte”, organizzato a Ravenna dal 26 ottobre al 4 novembre 2018 dell’Associazione culturale Pa.Gi.Ne., presenta molte novità e preziose collaborazioni nel duecentesimo anno dalla prima pubblicazione di “Frankenstein” di Mary Shelley, pubblicata in forma anonima per la prima volta nel 1818, e negli 80 anni della trasmissione radio “La guerra dei mondi” realizzata da Orson Wells.

Da segnalare un’anteprima d’eccezione: il 27 ottobre (ore 18) la casa editrice Neri Pozza presenterà a “GialloLuna NeroNotte” la prima edizione italiana dellaversione originale di “Frankenstein”. Interverranno Nadia Fusini (che si è occupata dell’introduzione all’edizione) e Alessandro Fabrizi (responsabile della nuova traduzione, in uscita a metà ottobre).

Gli 80 anni della trasmissione radio “La Guerra dei Mondi” realizzata da Orson Welles, dal romanzo omonimo di Herbert G. Wells, sarà un momento di particolare efficacia e suggestione. In programma una mostra dedicata a Franco Brambilla, creatore delle copertine di Urania alla Manica Lunga della Classense, in collaborazione con il Museo d’Arte della Città (inaugurazione il 26 ottobre, aperta fino all’11 di novembre). A questa sono collegati due incontri: il primo con l’autore e gli scrittori di fantascienza Maico Morellini e Dario Tonani (26 ottobre ore 18). Il secondo sarà dedicato alla fantascienza al femminile (27 ottobre ore 18). Si seguirà così la traccia di Frankenstein, cogliendo l’occasione di presentare un’antologia di racconti di fantascienza firmati solo da donne: “Materia oscura” a cura di Emanuela Valentini (Odissea Digital Fantascienza).

Novità d’eccezione, domenica 28 ottobre ore 18: Danilo Arona ed Edoardo Rosati presenteranno la nuova collana di Ink Edizioni “Medical noir”.

Il festival ospiterà ancora la manifestazione di chiusura della sesta edizione del Concorso per racconti inediti, organizzato insieme alla prestigiosa collana “Il Giallo Mondadori”. La premiazione, con i dieci finalisti, farà parte della Serata di gala, il 2 novembre ore 21 al Mariani Life Style (via Ponte Marino, 2). In quell’occasione ci sarà anche la consegna del nuovo Premio GialloLuna NeroNotte, a un personaggio che si sia distinto per il proprio impegno nella diffusione della letteratura e, in modo più ampio, della cultura popolare.

Si replica poi, per la terza volta, il concorso anche per romanzo inedito, confermando la cadenza biennale; in questa occasione Pa.Gi.Ne. ha trovato la collaborazione di “Clown Bianco Edizioni” di Ravenna, realtà fondata da poco più di due anni, ma che sta conquistando l’attenzione dei lettori e degli addetti ai lavori.

Come sempre si cercherà poi di offrire una vetrina delle novità nel settore della letteratura popolare, presentando i migliori esordienti della stagione, selezionati insieme alle case editrici nazionali, le opere più interessanti thriller e noir uscite negli ultimi mesi e quelle firmate da autori locali (1 novembre, ore 18).

 Novità sul versante della collaborazione con gli istituti scolastici. L’edizione 2018 vede l’avvio di un progetto – pensato per l’Accademia di Belle Arti di Ravenna – che trae spunto dai duecento anni dalla pubblicazione di“Frankenstein”. Non ci si fermerà alla lettura di primo livello del romanzo – che può considerarsi anche l’avvio della fantascienza moderna – ma si analizzerà anche il concetto di “creature artificiali” e di “mostri”. Le opere realizzate dagli studenti saranno esposte nella “Manichetta” della Biblioteca Classense dal 26 ottobre all’11 novembre.

L’organizzazione ha anche concluso gli accordi per replicare la collaborazione con l’Università, dopo il gradimento dimostrato da docenti e studenti di giurisprudenza e conservazione dei beni culturali per le Master Class con Alan D. Altieri, Franco Forte, Alessandro Fabbri, Valerio Evangelisti e Nicola D’Agostino. Coordinerà il nuovo progetto di master class il professor Alessandro Iannucci.

Il convegno si svolgerà sabato 27 ottobre ore 10, con il titolo “Prometeo, la creatura di Frankenstein e i robot protocollari”.

Dopo sedici anni continuativi di rassegna, con quasi duecento ospiti, decine di eventi collaterali (cinema,
Vittorio Prato è il Conte di Almaviva ne Le Nozze di Figaro in scena al Teatro Coccia di
A Ravenna dal 26 ottobre al 4 novembre  La XVI^ edizione del Festival “GialloLuna NeroNotte”, organizzato a Ravenna