Pennichella: 1 italiano su 4 la fa all’ora dell’aperitivo

Sul letto, sul divano, in pubblico o in privato la pennichella negli ultimi anni sta riconquistando un posto fisso nella routine degli italiani e non solo. Ricorrere al breve riposo pomeridiano per ricaricare le energie è, infatti, un’abitudine per un italiano su 4. Il divano di casa è il posto prediletto (52%), seguito dal letto (27%), mentre l’11% approfitta degli spostamenti sui mezzi pubblici, il 6% non ha un luogo fisso ma si dichiara pronto a cogliere ogni momento favorevole, addirittura il 4% dichiara di riuscire a farlo anche sulla scrivania dell’ufficio durante la pausa pranzo. Sono questi i risultati di una ricerca di PerDormire, brand italiano leader nella produzione di materassi e sistemi letto, sui nuovi trend del riposo nel Bel Paese, condotta su un campione di 1200 italiani equamente suddivisi tra nord, sud e centro Italia.

Nel dettaglio per il 58% degli intervistati la classica pennichella dopo pranzo e orari di lavoro sono inconciliabili. Per questo, 1 su 2 dei “pennichella addicted” italiani dichiara di posticiparla nel tardo pomeriggio, in media tra le 17.30 e le 19, in modo da trascorrere più energici le ore della sera dedicate agli amici, alla famiglia o a sé stessi. Una sorta di “apennichella”, riposo all’ora dell’aperitivo, che gli intervistati dichiarano durare non più di 20 minuti. Una nuova tendenza spiegata forse dal fatto che l’Italia è la nazione che tende andare a letto più tardi, alle 23.42 in media, e che dedica alla sera numerose attività come rivelato da un recente studio internazionale pubblicato sulla rivista Science Advances (http://advances.sciencemag.org/content/2/5/e1501705 ).

“Siamo certi che dormire bene è il modo più naturale per raggiungere il benessere psico-fisico – commenta Paolo Luchi, direttore commerciale e marketing di PerDormire – per questo Perdormire è attenta a tutte le situazioni e momenti dedicate al risposo. Il monitoraggio e l’analisi dei trend in corso sono fondamentali per creare e ideare nuovi prodotti dedicati al sonno che sappiano soddisfare al meglio le esigenze e i bisogni delle persone.

Quindi il riposo pomeridiano, ritenuto da molti sintomo di pigrizia, sembra vivere una stagione di rilancio e numerosi studi scientifici, negli ultimi anni, ne hanno indicato i tanti effetti positivi. Benefici tanto ricercati, in un mondo sempre più frenetico, che hanno trasformato la siesta pomeridiana in una tendenza più che consolidata. Infatti, nel mondo sono sempre più numerose le attività e le iniziative che lo promuovono. Ad esempio come riportato in un recente articolo del quotidiano inglese The Telegraph (http://www.telegraph.co.uk/business/2017/06/29/spanish-entrepreneurs-open-nap-bar-workers-siesta-madrid/), è in continua crescita il numero di Nap Bar, locali in cui è possibile concedersi una pausa rigenerante e che spopolano in città come Tokyo, Londra, New York (http://www.nytimes.com/2007/02/01/fashion/01skin.html) , Parigi e Bruxelles (http://www.pauz.be/en/index.html#).

Ma non solo, gli sleep concert, spettacoli che conciliano il sonno e che possono essere seguiti distesi comodamente su un letto e in pigiama, ideati per la prima volta dal musicista Robert Rich, stanno riscuotendo un enorme successo in tutto il mondo. Insomma, un bisogno quello di dormire anche pochi minuti durante il giorno che sembra essere sempre più in voga e preso sul serio anche da numerosi multinazionali, come Google, che nei propri uffici prevede per i propri dipendenti degli spazi appositamente dedicati, come rivelato dalla americana NBC News (https://www.nbcnews.com/better/health/how-take-nap-will-actually-boost-your-energy-ncna793681 ).

Lo spirito spagnolo de LA SIESTA debutta a Pitti Uomo 92! LA SIESTA (www.lasiestashoes.es) è
Fare la siesta per un'ora nel pomeriggio può dare una spinta mentale agli anziani, migliorando
Uno studio della Saarland University, in Germania, dice che una siesta al giorno migliora la

Un pisolino può aiutare a contrastare i danni di una notte insonne

Un breve sonnellino può aiutare ad alleviare lo stress e a rinforzare il sistema immunitario quando uno ha dormito poco la notte precedente, secondo un nuovo studio pubblicato sull’Endocrine Society’s Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism.

“I nostri dati suggeriscono che un pisolino di 30 minuti può invertire l’effetto ormonale di una notte di scarso sonno”, ha detto uno degli autori dello studio, Brice Faraut, dell’Université Paris Descartes-Sorbonne Paris Cité a Parigi.

“Questo è il primo studio che ha trovato come un pisolino possa ripristinare i biomarcatori neuroendocrini e immunitari ai livelli normali”, ha aggiunto.

Una pennichella può offrire un modo per contrastare gli effetti dannosi dello scarso sonno aiutando i sistemi immunitari e neuroendocrini a recuperare, ha spiegato Faraut.

La mancanza di sonno è ormai un problema di salute pubblica. Dormire poco può contribuire a ridurre la produttività ed ad aumentare gli incidenti stradali e nei luoghi di lavoro. Inoltre, le persone che dormono troppo poco hanno più probabilità di sviluppare malattie croniche quali obesità, diabete, ipertensione e depressione.

Quasi 3 adulti su 10 adulti dormono solo, in media, sei ore a notte, o di meno, secondo alcune recenti indagini.

Per gli studenti di tutta Italia stanno per riaprirsi le porte della scuola. L’estate e
Uno studio fatto su dei giovani e degli adulti di mezza età ha scoperto che
Sonno e estate: un connubio che se ben gestito riesce a contrastare lo stress e
Partire, che sia per un weekend o per una breve vacanza. Esiste un modo migliore