“Napule è…” diventa la Capitale dell’Infanzia

Dal 25 al 28 aprile la SIPPS riunirà presso l’Hotel Royal Continental di Napoli pediatri di famiglia ed esperti del settore provenienti da tutta Italia nel consueto appuntamento “Napule è…”.

Per l’occasione il capoluogo partenopeo diventa la Capitale dell’Infanzia e della Pediatria preventiva e sociale.

Il convegno inaugura i lavori il pomeriggio di giovedì 25 aprile con la presentazione da parte del Dott. Giuseppe Di Mauro, Presidente della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, a cui seguirà il saluto dei rappresentanti delle Istituzioni.

Nel corso della quattro giorni di incontri e dibattiti Napoli sarà teatro di confronto su temi di interesse generale della Pediatria, relativi a cinque macro aree: Prevenzione, Nutrizione, Allergologia, Dermatologia e Gastroenterologia.

“Anche quest’anno – dichiara il Dott. Giuseppe Di Mauro – abbiamo voluto costruire un’occasione di incontro preziosa per approfondire e fornire aggiornamenti adeguati con il supporto dei massimi esperti del settore. Affronteremo infatti tutti gli argomenti per fornire ai pediatri e alla comunità che gravita intorno alla SIPPS le migliori evidenze scientifiche per la cura ed il benessere dei nostri piccoli pazienti”.

A conclusione della prima giornata sono previste tre importanti letture: la prima è un omaggio al “Centenario della nascita di Roberto Giuseppe Burgio”, figura fondamentale nel campo della pediatria; la seconda si soffermerà su “Il mistero del microchimerismo nel bambino” e l’ultima affronterà il tema “Diabete mellito di tipo 1: la dolcezza della prevenzione”.

 

Venerdì 26 aprile spazio alla “Consensus sull’Alimentazione Complementare: strumento per la prevenzione delle malattie croniche non trasmissibili e per la riduzione delle ineguaglianze sociali”. La tematica sarà sviluppata in due sessioni. La mattina verranno affrontati diversi argomenti: dalla “Definizione di Alimentazione complementare e metodologia della Consensus” ai “Fabbisogni di micro e macronutrienti da 4 a 24 mesi” con Andrea Vania, fino agli interventi “Bambino alimentato al seno e il bambino alimentato con formula” e “Alimenti industriali e casalinghi”.

La sessione pomeridiana è incentrata sull’intervento di Vassilios Fanos dal titolo “Alimentazione ed epigenetica: sviluppo di malattie croniche non trasmissibili”.

“Una corretta alimentazione – spiega il Dott. Di Mauro – equivale ad una corretta prevenzione primaria di malattie metaboliche e croniche nel bambino e, successivamente, nell’adulto. Nei primi anni di vita del bambino la sua alimentazione è fondamentale e sicuramente è uno dei più importanti determinanti di salute”.

La seconda giornata si conclude con le “Relazioni affettive e strumenti di educazione parentali nell’attuazione dell’Alimentazione complementare” e con la sessione “Alimentazione complementare responsiva a richiesta/Autosvezzamento. Aspetti nutrizionali a breve termine, effetti a lungo termine, rischi e vantaggi”, a cura di Margherita Caroli.

 

La sessione mattutina di sabato 27 aprile è incentrata sulla “Guida pratica Oculistica in età evolutiva. Prevenzione, screening e principali patologie di interesse ambulatoriale”.

Gli oculisti pediatri affronteranno vari argomenti: dalla terapia farmacologica topica alla cataratta congenita (a cura di Adriano Magli); dai difetti refrattivi e ambliopia (sessione di Paolo Nucci), a blefariti, cheratiti, congiuntiviti, per finire all’occhio ed alle infezioni congenite e connatali.

“Il nostro obiettivo – conclude il Presidente SIPPS – è quello di realizzare il ‘passaporto per lo screening dell’ambliopia’ per i bambini che non hanno ancora iniziato la scuola elementare. In questo modo possiamo prevenire gravi problemi oculistici ed evitare che i bimbi siano condannati in futuro a non vedere nel migliore dei modi”.

A chiusura della mattinata l’interessante lettura: “To be or not to be… “veg”: this is the question” a cura di Margherita Caroli. Il messaggio della SIPPS, attraverso il proprio Position Paper, è chiaro: per un corretto sviluppo del bimbo, le diete latto-ovo-vegetariane e vegane sono inadeguate, soprattutto se si prendono in esame l’ambito neurologico, psicologico e motorio. Gli esperti della SIPPS non escludono il vegetarianesimo a priori ma hanno effettuato un’attenta, rigorosa disamina delle evidenze scientifiche su queste diete in età evolutiva. Sulla tavola devono sempre essere presenti latte, uova ed alimenti ricchi di vitamina B12, senza dimenticare ferro e omega 3. Fin dai primi mesi di vita, dunque, la scelta migliore prevede il consumo di alimenti vegetali e quello limitato di prodotti animali.

La sessione pomeridiana affronterà il tema “Ginecologia in età evolutiva. Prevenzione, diagnosi e terapia”. Insieme a quelle sull’alimentazione e sull’oculistica, la ginecologia pediatrica è una delle tre macro aree sulle quali si concentrano le Guide pratiche della SIPPS 2018 – 2019.

Gli argomenti trattati da questo documento scientifico spaziano dalla “Pubertà precoce” alle “Problematiche ginecologiche nei bilanci di salute”, fino a temi come “Educazione alla sessualità”, con Metella Dei, e “Maltrattamento e abuso”.

 

L’ultimo giorno del Congresso, domenica 28 aprile, si apre con la sessione dedicata alla “Pediatria preventiva e sociale”.

Sarà presentato un Summary document intersocietario su prevenzione e gestione del prurito nelle patologie dermatologiche; si discuterà poi della Consensus intersocietaria sull’uso dei corticosteroidi per via inalatoria realizzato con il contributo di 8 Società Scientifiche: SIPPS, SIP, FIMP, SIAIP (Società Italiana di Allergologia e Immunologia Pediatrica), SIMA (Società Italiana di Medicina dell’Adolescenza), SIMEUP (Società Italiana di Medicina di Emergenza ed Urgenza Pediatrica), SIMRI (Società Italiana per le Malattie Respiratorie Infantili) e SICuPP (Società Italiana delle Cure Primarie Pediatriche).

 

Anche in questa penultima sessione sono numerosi gli argomenti trattati: dalla “Vitamina D e sistema Immunitario: perché è importante l’integrazione nella seconda e terza infanzia”, a come “Prevenire le infezioni respiratorie ricorrenti e possibili esiti: quale ruolo hanno i diversi lisati batterici?”, con i riflettori puntati sull’OM-85.

 

“Saranno famosi” è il titolo emblematico dell’ultima sessione, che unisce a doppio filo presente e futuro della Pediatria: un importante tributo che la SIPPS vuole dare a giovani medici e specializzandi che a Napoli potranno dare spazio a comunicazioni, attività, progetti e casi clinici.

 

Sabato prossimo, 18 novembre, a Perugia nella prestigiosa Sala dei Notari sarà una giornata dedicata
Il 19 aprile, la Clinica Pediatrica di Perugia apre le sue porte ai pediatri ospedalieri
SIPPS: al via alla Reggia di Caserta i lavori del XXVIII Congresso Nazionale “Radici profonde

Perugia: “4 topics in pediatria”

Sabato prossimo, 18 novembre, a Perugia nella prestigiosa Sala dei Notari sarà una giornata dedicata alla pediatria e alle patologie croniche. Fibrosi cistica,  diabete mellito di tipo 1celiachia e malattie rare al centro del convegno, promosso dalla prof.ssa Susanna Esposito, ordinario di Pediatria all’Università degli Studi Perugia e presidente dell’Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini Immunologici, WAidid.

“L’incontro di oggi ha l’obiettivo di rafforzare l’integrazione ospedale-territorio per le cure in età pediatrica nella Regione Umbria – evidenzia Susanna Esposito. E’ fondamentale garantire un’adeguata prevenzione primaria e una diagnosi precoce nelle malattie croniche che colpiscono i bambini, asssicurando loro cure e riabilitazione adeguate. Il nostro impegno è volto anche a promuovere programmi di ricerca clinica e di base per malattie come la fibrosi cistica e il diabete”.

Tra le iniziative importanti nell’ambito delle malattie croniche, va segnalato il Piano Regionale delle Cronicità che l’Assessorato alla Salute e la Direzione Salute, Welfare e Organizzazione e Risorse Umane della Regione Umbria hanno stipulato con l’obiettivo di introdurre una cultura nuova del sistema salute basata sul paziente come persona, non solo malattia incentrata sul caso clinico, con un’analisi integrata dei suoi bisogni globali, garantendo un approccio multidimensionale e di team e non solo relazione “medico-paziente”. Viene introdotto anche per la prima volta il concetto di medicina di genere per garantire equità e appropriatezza delle cure.

E nell’ottica di continuare a promuovere la ricerca scientifica sulle malattie croniche, la Sezione di Pediatria dell’Università degli Studi di Perugia diretta dalla prof.ssa Esposito ha siglato un accordo quadro per l’anno 2017-2018 con l’Università del Cile accogliendo a Perugia il prof. Miguel O’Ryan,  professore ordinario presso l’Università del Cile, Centro di ricerca Millenium Institute of Immunology and Immunotherapy, Santiago del Cile, al fine di svolgere attività didattica e di ricerca in infettivologia e immunologia pediatrica.

Tra le malattie croniche in età pediatrica, la fibrosi cistica rappresenta la malattia genetica rara più diffusa, coinvolgendo prevalentemente l’apparato respiratorio e digerente. Con un’incidenza di circa 200 nuovi casi ogni anno, in Italia colpisce circa 1 neonato su 2.500/3.000 nati vivi, indifferentemente maschi e femmine. Molto elevata, poi, la prevalenza dei portatori sani nella popolazione generale: 1 portatore sano ogni 25-27 persone. Nella Regione Umbria sono più di 70 i soggetti che soffrono di Fibrosi Cistica e più del 50% adulti. In Umbria si ipotizza la presenza di 35.000 portatori sani. Nellasettimana mondiale dell’antimicrobico-resistenza (13-19 novembre) è fondamentale ottimizzare gli schemi di terapia antibiotica per i pazienti con fibrosi cistica che presentano infezioni da batteri multiresistenti.

Anche il diabete è molto diffuso nel nostro Paese: attualmente vivono in Italia oltre 3 milioni di persone con diabete (dati del Ministero della Salute), ed è stato registrato un aumento dei casi di diabete mellito di tipo 1 con un’incidenza annua media di 8.1 su 100.000 bambini tra 0 e 14 anni, aumento in parte dovuto all’invecchiamento generale della popolazione ma principalmente alla diffusione di condizioni a rischio come sovrappeso e obesità, scorretta alimentazione, sedentarietà e disuguaglianze economiche. Durante la Giornata Mondiale del Diabete (14 novembre) numerose sono state le iniziative di formazione e comunicazione che hanno coinvolto direttamente il Centro Regionale dell’Umbria per la Cura del Diabete in Età Pediatrica, diretto dalla prof.ssa Esposito e guidato dalla dott.ssa Maria Giulia Berioli.

Festival Internazionale del Giornalismo Una città medievale di rara bellezza, un
Dal 26 al 28 maggio 2017, nel centro storico di Perugia, si terrà la II
Il 19 aprile, la Clinica Pediatrica di Perugia apre le sue porte ai pediatri ospedalieri

Nuovi progetti per l’assistenza integrata ospedale-territorio

Il 19 aprile, la Clinica Pediatrica di Perugia apre le sue porte ai pediatri ospedalieri e ai pediatri di famiglia per presentare i nuovi progetti finalizzati al potenziamento dell’assistenza integrata ospedale-territorio.

L’appuntamento è fissato per le ore 12,30 presso l’Ospedale di Perugia con i saluti da parte del Magnifico Rettore Prof. Franco Moriconi e dell’Assessore alla Salute, Luca Barberini. Un centinaio gli ospiti attesi, insieme alle Associazioni di pazienti rappresentate dal Comitato Chianelli e dall’Associazione per l’Aiuto ai Giovani con Diabete dell’Umbria (AGDU).

“Ero sicura – sottolinea la prof.ssa Susanna Esposito, professore ordinario di pediatria e direttore della S.C. Clinica Pediatrica dell’Università degli Studi di Perugia – che arrivando a Perugia avrei trovato figure professionali valide e competenti, in grado di poter garantire un’assistenza pediatrica a 360 gradi per tutte le patologie. Stiamo facendo un ottimo lavoro di squadra all’interno del Dipartimento Materno-infantile, in sinergia con l’Unità di Oncoematologia pediatrica e quella di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale, con l’obiettivo di rappresentare una struttura di eccellenza e di richiamo per le cure mediche pediatriche non solo per le famiglie dell’Umbria ma anche delle Regioni limitrofe. In questi primi mesi dal mio arrivo, mi sono occupata soprattutto di come ri-organizzare la rete dell’emergenza, del pronto soccorso e della terapia intensiva e sub-intensiva”.

All’incontro parteciperanno con i loro collaboratori:

Franco Moriconi, Magnifico Rettore, Università degli Studi di Perugia

Luca Barberini, Assessore alla Salute, Regione Umbria

Emilio Duca, Direttore Generale, Azienda Ospedaliera di Perugia, Perugia

Maurizio Caniglia, Direttore del Dipartimento Materno-Infantile, Perugia

Susanna Esposito, Professore Ordinario di Pediatria, Direttore SC Clinica Pediatrica, Università degli Studi di Perugia, Perugia

Gabriela Stangoni, Responsabile Centro di Riferimento Regionale di Genetica Medica, Perugia

Stefania Troiani, Direttore SC Neonatologia e UTIN, Perugia

Al termine delle presentazioni delle attività pediatriche specialistiche, l’incontro si concluderà con la visita della Struttura Complessa Clinica Pediatrica, come da programma allegato.

“La Fimp Perugia – interviene il dott. Gennaro Troianiello, Segretario Provinciale FIMP Perugia –  accoglie con grande soddisfazione e attenzione l’iniziativa della Clinica Pediatrica di Perugia. Il tema dei rapporti Ospedale/Territorio crediamo sia importante non solo perché rende manifesta la volontà di migliorare i percorsi diagnostico/terapeutici che interessano i nostri piccoli pazienti e le loro famiglie, ma dimostra anche quanto ormai sia irrinunciabile lo sforzo di trovare soluzioni a quelle problematiche assistenziali che in questo convegno cercano le giuste risposte”.

“Già dal mese di maggio – conclude Susanna Esposito potenzieremo l’offerta delle attività specialistiche ambulatoriali, faciliteremo i percorsi per i bambini che richiedono la risonanza magnetica in sedazione e speriamo di poter attivare presto nuovi servizi multidisciplinari tra cui un ambulatorio di endocrinologia-ginecologia per le adolescenti e quello di celiachia con la collaborazione tra pediatri e gastroenterologi. Inoltre, spero presto di potere attivare anche l’attività di ricerca clinica sulla fibrosi cistica, con la preziosa collaborazione della Prof.ssa Luigina Romani che ha di recente scoperto una nuova possibile terapia per i pazienti con la mutazione genetica più frequente”.

Festival Internazionale del Giornalismo Una città medievale di rara bellezza, un
Sabato prossimo, 18 novembre, a Perugia nella prestigiosa Sala dei Notari sarà una giornata dedicata
Dal 26 al 28 maggio 2017, nel centro storico di Perugia, si terrà la II

I saluti del Ministro Lorenzin al XXVIII Congresso Nazionale dei pediatri SIPPS

SIPPS: al via alla Reggia di Caserta i lavori del XXVIII Congresso Nazionale “Radici profonde per l’adulto di domani”.

Fino al 18 settembre, la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale si dà appuntamento nella splendida location della città campana.

Una sede davvero prestigiosa, un luogo che l’UNESCO ha proclamato patrimonio dell’umanità. La Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale ha scelto la Reggia di Caserta per aprire il proprio XXVIII Congresso Nazionale.

Il tema di quest’anno è “Radici profonde per l’adulto di domani”, concetto che rimanda alla mission della SIPPS, cioè essere accanto ai pediatri ed alle famiglie nel percorso di crescita del bambino, affinché diventi un adulto solido, con radici profonde.
Da domani a domenica 18 settembre oltre 150 relatori e più di 500 esperti e Opinion Leader provenienti da tutta Italia e dall’estero si danno appuntamento nel capolavoro dell’architetto napoletano Luigi Vanvitelli e nelle sale del Grand Hotel Vanvitelli per discutere delle tematiche riguardanti la salute del bambino.

“Sono entusiasta di aver portato tutti questi grandi pediatri nella meravigliosa Reggia di Caserta, luogo unico che tutto il mondo ci invidia – dichiara il Dott. Giuseppe Di Mauro, Presidente SIPPS. – E’ un traguardo che rappresenta l’ennesimo tassello dell’attenzione costante che la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale rivolge alle problematiche di prevenzione dell’età evolutiva. E’ con grandissima abnegazione che siamo quotidianamente impegnati nell’offrire ai genitori e agli educatori strumenti utili per affrontare il difficile compito di far crescere i bimbi in salute ed equilibrio psicofisico”.

“Il grande e costante lavoro dei nostri pediatri, esperti nella prevenzione, nella diagnosi e nella terapia delle patologie infantili – conclude il Dott. Di Mauro – ha consentito alla SIPPS di inserirsi con autorevolezza nel panorama scientifico nazionale e di essere proiettata anche in quello internazionale. I bambini rappresentano un patrimonio unico ed insostituibile e sul quale occorre investire ed impegnarsi sempre di più”.

Sono tre i principali argomenti sui quali si confronteranno i pediatri della SIPPS nelle stanze del Grand Hotel Vanvitelli.

· La Consensus HELP (“Human Early Life Prevention”) sulla prevenzione precoce delle malattie non trasmissibili e sulla promozione di un corretto sviluppo neurocognitivo

· La Guida pratica sulle Immunodeficienze nell’Ambulatorio del Pediatra

· Il Manuale di Nutrizione in Età Evolutiva.

A Napoli si è discusso di prevenzione precoce delle malattie non trasmissibili e di promozione
Pediatri riuniti a Stresa per una quattro giorni di incontri, dibattiti e riflessioni “L’Aquilone, il