Facendo “pesi” si riscopre l’orgasmo femminile

Per (ri)scoprire l’orgasmo femminile? Bisogna fare pesi.
Il 64% delle donne riesce a raggiungere più facilmente l’orgasmo attraverso l’utilizzo degli Esercizi di Kegel e l’utilizzo di piccoli pesi nel canale vaginale.
Lovelab presenta “Stringimi forte!”, il primo kit per esercizi di Kegel, con 5 pesi differenti.
 Degli Esercizi di Kegel si parla spesso: attraverso contrazioni volontarie ed intermittenti del pavimento pelvico, permettono di curare o comunque ridurre incontinenza urinaria, vulvodinia e sopratutto l’anorgasmia. Sono numerosi gli studi scientifici che in particolare prescrivono questi esercizi per permettere di raggiungere, o comunque di migliorare, l’orgasmo femminile. Dati Doxa sostengono che addirittura il 73% delle donne ha difficoltà a raggiungere sempre l’orgasmo. Addirittura il 20% non lo raggiunge mai i comunque raramente. Dopo 6 mesi di continuativa ed attenta pratica degli esercizi di Kegel però, il 64% delle donne (su un panel di 500) afferma di aver riscontrato miglioramenti significativi, con orgasmi più facili e intensi. Addirittura anche il 33% dei loro partner afferma che il rapporto sessuale sia sembrato più piacevole. (Dati Lovelab)
Occorre però che gli Esercizi sia svolti nel modo giusto: identificare il muscolo pubococcigeo, saperlo contrarre nel modo opportuno e con il gusto ritmo, utilizzando specifiche palline che devono essere appositamente pensate a questo scopo, ossia caratterizzate da un peso crescente da 30 a 110 grammi. In sostanza come funziona con il sollevamento pesi, il muscolo pubococcigeo deve essere pian piano allenato a “sostenere” un peso sempre crescente. Solo in questo modo potrà davvero rinforzarsi e permettere di ottenere benefici effettivi e riscontrabili.
Per questo Lovelab, primo brand italiano di prodotti studiati per il divertimento e per il benessere della coppia, presenta “Stringimi forte!”, il primo kit per gli esercizi di Kegel, che comprende 5 pesi diversi e le istruzioni su come e per quanti giorni utilizzarle.
Sono realizzate in silicone medicale, a forma di ciliegia, con tanto di picciolo che permette di facilitare l’estrazione.
“Stringimi Forte!” è disponibile in farmacia, nei supermercati ad Euro 44,90 (la confezione comprende tutte e 5 le palline) oppure on line all’indirizzo:
L'orgasmo femminile è sfuggente, ma alcuni ricercatori ora dicono che si possono aumentare le probabilità
Un nuovo studio americano ha rivelato che praticare il bodybuilding, anche solo due volte a

Il modo migliore per portare una donna all’orgasmo

L’orgasmo femminile è una questione molto complessa, scrive il giornale greco Tanea, che ha sentito il parere di un esperto in materia. Degli studi hanno trovato che solo una donna su quattro prova il culmine del piacere in ogni incontro sessuale. Delle restanti donne, alcune non fanno mai l’esperienza orgasmica, mentre una su cinque raramente raggiunge il culmine del piacere durante il sesso.

Per molte donne il clitoride è una fonte di intenso piacere sessuale, perché esso ha migliaia di terminazioni nervose e quindi la sua stimolazione provoca orgasmo. Tuttavia questo non è vero per tutte le donne.

L’orgasmo, tuttavia, non è solo un fatto clitorideo o vaginale, ma può essere causato da vari stimoli che non sono necessariamente quelli dell’area genitale.

Molte donne non sono in grado di avere un orgasmo con la stimolazione clitoridea, in particolare quando la dimensione del clitoride è troppo piccola o la pelle che lo ricopre è troppo spessa.

In questo contesto, gli operatori sanitari britannici, insieme con gli specialisti di Durex, dicono che c’è un modo per aumentare le possibilità delle donne di avere un orgasmo e sostengono di aver trovato il modo più efficace per portare una donna all’orgasmo.

In uno studio è stato rilevato che il 37% delle donne inglesi preferiscono i giocattoli sessuali.

Tuttavia, benché ci sia stata l’emancipazione, non tutto il gentil sesso è pronto a discutere il problema della mancanza di orgasmo con il partner.

I ricercatori hanno dimostrato che un lubrificante intimo può aumentare le probabilità di avere un orgasmo più volte.

 

Per una coppia decidere di diventare genitori è una scelta molto importante. E sul tema
Una vita sessuale soddisfacente dipende anche dal percorso compiuto prima di arrivare in camera da
A pochi giorni dalla Giornata internazionale contro la tratta di esseri umani, Save the Children
Solo il 16% dei maschi italici over 35 desidererebbe essere come un attore porno; il 59% riconosce che si

L’età migliore per l’orgasmo femminile

Quando si è giovani donne, non si raggiungono gli orgasmi migliori, il piacere si evolve in positivo con la pratica e la sicurezza in se stesse.

Lo ha trovato un recente studio condotto da Natural Cycles, la famosa applicazione contraccettiva, che ha cercato di scoprire a quale età le donne abbiano orgasmi migliori.
https://www.naturalcycles.com/en

L’indagine durata diversi mesi ha seguito un campione di 2.600 donne di tre gruppi di età: under 23, 23 – 26 anni e oltre 36 anni.

I risultati dello studio hanno rivelato che le donne che hanno intorno ai 36 anni raggiungono nuovi e migliori orgasmi.

In quel periodo riescono a conoscere meglio il loro corpo e le loro zone erogene, aprendo la porta al godimento sessuale completo.

Inoltre, le donne, a quell’età, hanno più fiducia nelle loro prestazioni di coppia e non hanno paura di mostrare la loro anatomia.

Le donne di circa 23 anni hanno invece orgasmi meno piacevoli nonostante si sentano più sensuali e fisicamente attraenti.

Lo studio conclude che il segreto per godere appieno il rapporto sessuale è di essere libere e disinibite.

Per (ri)scoprire l'orgasmo femminile? Bisogna fare pesi. Il 64% delle donne riesce a raggiungere più
L'orgasmo femminile è una questione molto complessa, scrive il giornale greco Tanea, che ha sentito
L'orgasmo femminile è sfuggente, ma alcuni ricercatori ora dicono che si possono aumentare le probabilità

Le tre cose che aiutano le donne a raggiungere l’orgasmo

L’orgasmo femminile è sfuggente, ma alcuni ricercatori ora dicono che si possono aumentare le probabilità di indurlo, tramite tre cose.

Almeno questo è quel che sostiene uno studio fatto da un team di ricercatori degli Stati Uniti, secondo cui una stimolazione genitale, combinata con baci profondi e sesso orale potrebbe aumentare la probabilità di raggiungere il picco del piacere con un partner sessuale.

Pubblicato sulla rivista Archives of Sexual Behavior, lo studio presenta i risultati di un lavoro in cui sono stati analizzati i dati raccolti tramite un sondaggio online, fatto sulle risposte date da più di 52.000 partecipanti, di età compresa tra 18 e 65 anni.

E’ emerso che il 95% degli uomini eterosessuali giungeva all’orgasmo durante l’intimità sessuale, ma solo il 65% delle donne eterosessuali raggiungeva il picco del piacere. Al contrario, raggiungeva l’orgasmo l’89% degli uomini gay, l’86% delle donne lesbiche, l’88% degli uomini bisessuali e il 66% delle donne bisessuali.

“Circa il 30% degli uomini in realtà crede che il rapporto sessuale sia il modo migliore per le donne per avere un orgasmo…ciò non potrebbe essere più errato”, ha detto uno degli autori della ricerca, Elisabeth Lloyd, professore dell’Indiana University.

Secondo la ricerca, solo il 35% delle donne eterosessuali raggiunge sempre, o di solito, l’orgasmo durante il sesso vaginale da solo, mentre il 44% non lo raggiunge mai o lo raggiunge raramente. Per contro, l’80% delle donne eterosessuali e il 91% delle lesbiche sempre, o di solito, raggiunge l’orgasmo con una combinazione di stimolazione genitale, baci profondi e sesso orale, ma senza sesso vaginale.

Solo il 16% dei maschi italici over 35 desidererebbe essere come un attore porno; il 59% riconosce che si
Fare sesso può prevenire alcuni disturbi e farne sparire altri, comprese le emicranie. Accampare la
Molti uomini attribuiscono maggior valore ai loro genitali quando sono più grandi e sviluppano una
Otto uomini con disfunzione erettile, dopo un intervento chirurgico alla prostata, hanno riguadagnato una normale