Arriva il tatuaggio connesso, che controlla lo smartphone

Un tatuaggio d’oro che può essere collegato a uno smartphone è una delle ultime creazioni del MIT. Grazie alla tecnologia DuoSkin, messa a punto dai ricercatori del Media Lab del MIT, a Cambridge, negli Stati Uniti, in collaborazione con gli ingegneri di Microsoft, il tatuaggio potrà presto essere utilizzato per aumentare il volume della musica o memorizzare e trasmettere informazioni in remoto.

“L’elemento chiave di DuoSkin è una sfoglia d’oro, un materiale conduttore che rispetta la pelle”, hanno spiegato i ricercatori descrivendo online i risultati di un loro studio, che sarà presentato al Simposio internazionale su Wearable Computer 2016 a Heidelberg, il 12 settembre prossimo.

Questo strumento elettronico si attacca alla pelle come un normale tatuaggio temporaneo e i più esigenti possono anche aggiungere ad esso dei LED colorati.

La pelle diventa così un’interfaccia collegata allo schermo del computer o di uno smartphone, o può misurare lo stato di salute della persona, cambiando colore a seconda della temperatura del corpo (trasmettendo anche i dati in remoto sullo smartphone o altri oggetti connessi) tramite tecnologia NFC.

“Crediamo che la pelle possa servire come un ponte fra il mondo fisico e quello digitale, consentendo agli utenti di avere un dispositivo estetico e personalizzabile”, dicono i realizzatori del tatuaggio, spiegando che esso si può progettare utilizzando qualsiasi programma di grafica.

Con più di 400 artisti quella romana è una tra le manifestazioni di tatuaggi più
Si terrà dal 13 al 15 aprile presso il BEST WESTERN PREMIER BHR TREVISO HOTEL
Una ragazza si è fatta tatuare sul corpo l'onda sonora di un messaggio, che sua

Microsoft acquista LinkedIn  per 26,2 milioni dollari

Microsoft ha annunciato ieri che acquisterà il social network LinkedIn  per circa 26,2 milioni dollari. L’azienda fondata nel 1970 da Bill Gates e Paul Allen, che ha la sua sede a Redmond, nello stato di Washington, prevede che l’accordo diventi una realtà quest’anno.

L’attuale amministratore delegato di LinkedIn, Jeff Weiner, continuerà a guidare le operazioni del social network.

È la più grande operazione nel settore della tecnologia dall’inizio dell’anno e il principale investimento fatto da Microsoft che aveva già acquistato per 7500 milioni dollari, nel 2014, la divisione dei telefoni cellulari Nokia.

Tre anni prima, l’azienda aveva investito 8500 milioni dollari per assumere il controllo di Skype.

LinkedIn, società che ha la sua sede a Mountain View, ora ha più di 430 milioni di membri e uffici in 200 paesi. Tuttavia, ha chiuso l’anno scorso con una perdita di 166 milioni di dollari e un fatturato di 2900 milioni di dollari.

I titoli di LinkedIn avevano raggiunto i massimi livelli nel febbraio dello scorso anno, ma da allora hanno perso quasi metà del loro valore.

Un albero ogni 50 post sui social con #unalberoè da destinare alle aree bisognose di
In occasione della Campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi Indifesa, Terre des Hommes lancia i risultati dell’indagine effettuata
Si parla di numeri che si moltiplicano si è partiti da 20 imprenditori e in
L'uso dei social network, come Facebook, Instagram e Twitter, rende i giovani più ansiosi e

Ue, Microsoft, Facebook, YouTube e Twitter in lotta contro l’incitamento all’odio

La Commissione europea martedì insieme a Microsoft, Google, YouTube e Facebook ha presentato un codice di condotta europeo per la lotta contro le forme illegali di incitamento all’odio.

Le quattro aziende hanno preso una serie di impegni. Così essi vieteranno l’incitamento alla violenza e all’odio e rimuoveranno, ove possibile, le pubblicazioni con tali contenuti, entro 24 ore.

Microsoft, Facebook, YouTube e Twitter comunicheranno chiaramente ai loro utenti che certe espressioni sono contrarie alle linee guida delle loro aziende e investiranno in progetti educativi che stimolano il pensiero critico.

Secondo la Commissione europea, le linee guida sono importanti per garantire la libertà di espressione su internet.

Per prevenire la diffusione di forme illegali di incitamento all’odio, è fondamentale garantire che le leggi nazionali recepiscano la decisione applicando le norme, sia online che offline.

“I recenti attacchi terroristici ci hanno ricordato la necessità di affrontare le forme illegali di incitamento all’odio,” ha detto Věra Jourová, Commissaria per la Giustizia, aggiungendo: “I social media purtroppo sono uno degli strumenti che utilizzano i gruppi terroristici per radicalizzare i giovani”.

Dalla metà del 2015 Twitter ha sospeso oltre 125.000 account per minacce o per l’apologia di atti terroristici, provenienti per lo più dallo Stato Islamico.

Sulla piattaforma 'YouTube' del gigante della rete Google è stato scoperto un errore questa settimana.
Il 14 febbraio 2005 era stato creato il nome del dominio YouTube.com. Dieci anni più
Un gruppo che dice di essere dell'organizzazione dello stato islamico ha preso il controllo dell'account

Windows 10 non si aggiornerà più senza il consenso dell’utente

Con l’approssimarsi della scadenza dell’aggiornamento gratuito a Windows 10, molti utenti si sono lamentati perché si sono ritrovati il computer aggiornato senza essersene resi conto. Così Microsoft ha risposto alle richieste degli utenti e ha tolto l’aggiornamento automatico.

Da questo momento in poi, prima di procedere con l’installazione, il sistema operativo chiederà l’autorizzazione all’utente.

Microsoft ha anche detto che gli utilizzatori avranno “un’ulteriore opportunità” per annullare l’aggiornamento effettuato senza che ne fossero consapevoli o riprogrammare il pc.

Al momento dell’aggiornamento pianificato, se si desidera eseguire l’aggiornamento, si deve fare clic su “OK” e in caso contrario, sarà sufficiente chiudere la notifica per annullare il processo.

L’aggiornamento automatico si è verificato in alcuni casi perché gli utenti avevano tenuto i loro computer configurati per accettare gli aggiornamenti automaticamente.

L’aggiornamento a Windows 10 non sarà più gratuito dopo il 29 luglio.

Windows 10 è adesso su 300 milioni di dispositivi, circa 9 mesi dopo il suo
Secondo Mary Jo Foley, uno dei più grandi specialisti al mondo di Windows, poco più
Aggiornare il pc con Windows 10, il nuovo sistema operativo Microsoft, non sempre è consigliabile.