Sapori e corsi di cucina a Marrakech

Chi desidera scoprire il lato più autentico di Marrakech, non può prescindere dall’avventurarsi in un viaggio tra i suoi sapori: profumi inebrianti, aromi decisi e colori vivaci caratterizzano le strade della città e i gustosi piatti tradizionali. Il Riad Dar Darma è il giusto punto di partenza per esplorare la cucina marocchina. All’interno di uno spazio intimo e confortevole, la deliziosa offerta gastronomica di Dar Darma conquista i visitatori grazie alla maestria della chef Maria, che non solo sceglie esclusivamente ingredienti freschi e di stagione, ma arricchisce le preparazioni con le molte celebri spezie di questo angolo del Nordafrica, tra cui zafferano, cumino, coriandolo, zenzero e cannella.

Il ristorante di Dar Darma è aperto su prenotazione anche agli ospiti esterni, che possono pranzare o cenare negli esclusivi ambienti interni o sulle terrazze, che offrono scorci mozzafiato sulla vibrante città imperiale, sui tetti di Medina e sulla catena dell’Atlante. Maria organizza corsi di cucina nel Riad, un’esperienza divertente per entrare in contatto con la cultura marocchina, i suoi ingredienti e le sue spezie e per cimentarsi nella preparazione di alcune ricette da riproporre agli amici al ritorno a casa.
I piatti cucinati potranno essere gustati a pranzo sulle terrazze ombreggiate di Dar Darma per vivere un’esperienza gastronomica unica. Tra i grandi classici della chef, la zuppaHarira, le tajine di carne o di verdura, il pollo al limone e l’immancabile cous cous.

Qui la ricetta del cous cous della nostra chef Maria.

Corsi di cucina a partire da 40 euro a persona.

Preparazione 1 ora e mezza          Cottura 50 minuti Dosi 4-6 persone Ingredienti ½ kg di
Un incendio, che si è verificato sabato presso un hotel di Medina, ha fatto 13

Vivere la Marrakech notturna

Marrakech da qualche anno è una delle mete più gettonate dai viaggiatori europei. Si tratta di una città da visitare lentamente per scoprire gli angoli più nascosti, perdersi nei suoi affollati mercati e godere degli aromi e sapori. Gli amanti della vita notturnasono nella città giusta perché Marrakech è una delle mete più vibranti del mondo arabo con sofisticati lounge bar e fascinosi ristoranti ospitati in antiche dimore tradizionali e cortili nella Medina.

La serata potrà cominciare con una deliziosa cena al Latitude 131 (foto) ristorante in cui la tradizione si fonde con la modernità con l’obiettivo di far conoscere la cucina marocchina rivisitata in chiave gourmet. Per gli amanti della pura tradizione c’è anche il Dar Yacout, che grazie alla location intima ed elegante è perfetto per una cena romantica. Altro locale imperdibile è Le Salama, allegro con una frequentazione giovane e frizzante diventa il luogo perfetto per una cena o un cocktail dopocena.

Marrakech offre anche una serie di ristoranti con menuinternazionali, orientale e sushi che dimostrano la multiculturalità della città raggiunta negli ultimi anni. Tra i migliori ristoranti non si può non menzionare Kosybar, un ristorante giapponese in cui ogni giorno lo chef Nao Tamaki prepara degli speciali piatti che gli ospiti potranno anche gustare sulla terrazza mentre osservano il sole che tramonta sulla Koutoubia per una serata davvero speciale.

Per passare una serata tranquilla e gustare un ottimo cocktail dopo o prima di cena ecco due indirizzi da non perdere: Cafè Arabe e Palais Jad Mahal. Cafè Arabe offre raffinati e selezionati cocktail accompagnati da briouates – pasta ripiena di carne o formaggio tipici della tradizione gastronomica marocchina – per un’atmosfera suggestiva vi consigliamo di accomodarvi in terrazza e godere del panorama e della vista sulla città. Spettacoli con i mangiafuoco, live show musicali di Le Mahal’s Band che suonerà i grandi classici degli anni ’80 sono alcuni degli intrattenimenti che animano le serate del Palais Jad Mahal.

Si potrà continuare la serata in alcuni dei club più frequentati di Marrakech. Assolutamente da non perdere Theatro, vero e proprio club che ospita ogni mese tante serate dedicate alla musica sia con Dj che spettacoli dal vivo rispettando la cultura e le tradizioni marocchine. The Lotus Club è il locale perfetto per chi ama gli spettacoli di musica dal vivo, prima e durante i vari show gli ospiti potranno scegliere tra un menu marocchino, uno mediterraneo e uno giapponese. DaComptoir Darna si potranno gustare ottimi cocktail selezionati e preparati da esperti bar-tender, il club è spesso teatro di eventi musicali come Souktronic in cui si mescolano sonorità elettroniche e orientali per dar vita a una festa unica nel suo genere e davvero imperdibile.

Nonostante sia principalmente conosciuta per i suoi souk dai colori vivaci, Marrakech ospita moltissimi musei
Preparazione 1 ora e mezza          Cottura 50 minuti Dosi 4-6 persone Ingredienti ½ kg di
Chi desidera scoprire il lato più autentico di Marrakech, non può prescindere dall’avventurarsi in un

Marrakech:rigenerarsi in Marocco prima dell’arrivo della primavera

La Mamounia, Marrakech:
rigenerarsi in Marocco prima dell’arrivo della primavera
Milano, 2 marzo 2017 – La bella stagione è alle porte, ma le vacanze sono ancora lontane. Dopo le temperature rigide e i giorni grigi invernali non c’è nulla di meglio che prepararsi alla primavera con un soggiorno a Marrakech.

Le temperature in questo periodo sono ideali per partire alla scoperta della Medina o per fare escursioni nei dintorni. Per chi cerca un buen retiro nella “città rossa”, La Mamounia è perfetta, immersa nel profumo dei magnifici giardini Majorelle con vista sulla catena montuosa dell’Atlante.

Fin dall’arrivo in hotel, è possibile concedersi una coccola nell’hammam della sontuosa Spa o fare un tuffo nella piscina all’aperto per poi godersi una passeggiata nei lussureggianti giardini. Il sontuoso parco ospita palme, ulivi, cespugli di rose, aranci e cactus oltre a un orto di circa 1.500 mq dove è facile osservare gli chef mentre scelgono i prodotti freschi che andranno a comporre il menu del giorno. Tra le diverse erbe non manca l’ingrediente essenziale per preparate il tè marocchino, la Borji Mint, che si può gustare durante il rituale di 60 minuti nell’Hammam o direttamente al Menzeh, il padiglione nel parco.

Per la notte gli ospiti possono decidere di soggiornare nelle splendide camere, suite e signature suite all’interno dello storico palazzo oppure in uno dei magnifici riad sparsi nel giardino decorati in stile tradizionale con raffinate terrecotte, lampade in vetro colorato e ottone, e ricche decorazioni in legno intarsiato. Tutti con patio, terrazza, e piscina privata per garantire agli ospiti un’esperienza esclusiva e raffinata nell’iconico hotel marocchino.

La Mamounia non è solo un luogo esclusivo da vivere grazie alla bella architettura moresca, l’ambiente intimo, l’atmosfera regale, ma è anche la porta ideale per scoprire il meglio che Marrakech ha da offrire durante i ponti di primavera. Per chi inizia adesso a organizzare il viaggio, l’hotel ha in serbo un pacchetto speciale, della durata di 3 giorni, la “Very Morocco Experience” che include:

  • Trasferimento da/per aeroporto in Daimler Jaguar o Range Rover
  • Massaggio rilassante all’arrivo (30 min)
  • Colazione Buffet in piscina
  • Tour guidato di Marrakech (1/2  giornata)
  • Hammam Evasion (60 min)
  • Cena à la carte al ristorante Le Marocain
  • Pranzo Buffet al Pavillon de la Piscine
  • Tea Ritual al Menzeh (o Salon de Thé)
    (bevande escluse)
Tariffe a partire da :
Deluxe Park Room                34.101 MAD (3.177 EUR circa)
Agdal suite                            41.301 MAD (3.848 EUR circa)
Baldaquin suite                    62.301 MAD (5.805 EUR circa)

Possibilità di usufruire delle special experiences a richiesta e in base a disponibilità. Non disponibili durante il weekend di Pasqua.

Vigevano, città che vanta un  ricco patrimonio culturale situata a soli 35km da Milano, è
GIOSEPPO apre ufficialmente le porte della collezione Primavera-Estate 2017 con una nuova linea di sneakers pronta a fare breccia nei
Dici Primavera e pensi subito a rilassanti giornate all’aria aperta da dedicare agli sport preferiti,

I migliori indirizzi fashion a Marrakech

Caftani, borse e accessori, il meglio delle tendenze della moda nella Città Rossa

Marrakech negli ultimi anni è diventata una meta amatissima per lo shopping in quanto pullula di negozi e boutique molto interessanti che mescolano le tendenze europee con gli elementi tradizionali del Marocco. Dar Darma, esclusivo riad nel cuore della Medina, accompagna i suoi ospiti a scoprire i migliori indirizzi fashion della città rossa mettendo a disposizione un personal shopper.

Si inizia con le botteghe artigianali dei souk, uno dei più grandi mercati del mondo, con ottomila negozi. alla ricerca delle comode babouches, acquistabili in migliaia di colori e fantasie, per poi perdersi tra i caftani, i pellami, le passamanerie e nappe in seta proposte in una straordinaria gamma di sfumature fino alle botteghe più esclusive del quartiere Guéliz.

Per le babbucce l’indirizzo giusto è da Watla Aziz. Qui c’è l’imbarazzodella scelta per forme, colori e decori e i prezzi variano tra gli 8-10 euro. Le regole base per l’acquisto di una babbuccia sono che deve essere morbida, cucita a mano, tagliata bene.  E ancora Quabil (59, Dab Cher Ca, tel. 00212.660.424421) crea raffinate babouche con scampoli di stoffa di famosi stilisti.

Per i caftani, un evergreen iperfemminile, è Lourika Boutique(77, Daffa Warbaa – Semmarine) che “ha vestito” anche i reali del Marocco. Qui i prezzi variano da pochi euro per i modelli industriali fino ad arrivare a 8000 euro per quelli fatti a mano e ricamati artigianalmente. Una tunica in puro cachemire, costa sui 400 euro e una in lino tutta ricamata a mano sui 450.

Sempre nel souk ha appena aperto i battenti anche Gold&Coffee (48, rue Dar el Bacha, tel. 00212.524.383141), gioielli di alta fattura, oro italiano e design berbero.

Tra le nuove tendenze Original Marrakech (4 Souk Cherifia, Sidi Abdelaziz, Medina) che propone il panier in foglie di palma. Qui si troveranno non solo i tradizionali cabas e cappelli intrecciati, ma si avrà anche la possibilità di farli customizzare con il proprio nome e con scritte ad hoc in soli 30 minuti.

Sarah Maj (Rue Amsefah 88, Sidi Abdelazize) è una boutique dal gusto un pò francese in cui scoprire il mondo femminile della giovane designer. Le sue collezioni sono un mix di motivi marocchini e grandi trend internazionali. Da comprare: i parka con ricami tradizionali, gli ampi abiti da sera, le robes in velluto super chic come la vestaglia con stampa floreale.

Joykech Bazar (Rue Amsefah 12, Sidi Abdelazize) Il piccolo store di Joao Ribeiro, creative director e fashion stylist trasferitosi in Marocco da oltre dieci anni, è l’indirizzo giusto in cui scovare pezzi unici dallo stile etnico e boho con tocchi artigianali e custom made. Joao ricerca e recupera tessuti vintage, sete e broccati da cui crea kimono one-of-a-kind, cuscini, envelope bag e caftani ricamati.

ArtC (96 Residence Kelly, Rue Mohamed El Bequal, Gueliz). Nella sua Marrakech, il visionario designer autodidatta è un’autentica celebrità, le sue creazioni vanno oltre l’abito per essere sempre una forma d’arte, una performance, significanti che veicolano messaggi e cambiamenti. Con il suo talento unico e la sua boutique cool e deluxe nel Gueliz si conferma uno dei nomi più interessanti della moda marocchina.

33 Rue majorelle (33 Rue Yves Saint Laurent), il concept store più famoso di Marrakech offre una selezione super cool di abiti, accessori, oggettistica per la casa, tappeti (e molto altro) ricercando tra i più interessanti designer, creativi, artigiani e produttori locali. Decisamente l’indirizzo must di Marrakech, anche per il suo raffinato caffè.

Max & Jan ( Rue Amsefah 14, Sidi Abdelazize) Un concept store nel cuore della medina ospita l’omonimo brand fondato dal designer belga Jan Pauwels e da Maximilien Scharl. Le loro collezioni donna e uomo si ispirano a un’ideale bohemian chic fatto di libertà e romanticismo, in cui gli influssi africani si mescolano a un approccio anticonformista, con twist urbani, sporty e contemporanei.
Che lo shopping abbia inizio!


Fare shopping? È un piacere, a patto che i capi si possano provare prima dell’acquisto.
Agli italiani lo shopping piace. Eccome. Lo conferma l’88% dei partecipanti al sondaggio commissionato da
Gli Italiani acquistano e lo fanno sempre di più online. Il valore degli acquisti online
CONVEGNO SHOPPING MAP 2018 14 giugno h. 18:00 Triennale di Milano – Viale E. Alemagna,