I 100 anni della Restaurazione dello Stato Lituano

Il 2018 è un anno particolarmente speciale per la Lituania che invita i visitatori di tutto il mondo ad unirsi ai festeggiamenti in programma per i 100 anni della Restaurazione dello Stato Lituano. La prima indipendenza della Lituania, proclamata ufficialmente il 16 febbraio 1918, è uno dei più importanti momenti della storia del Paese e della costruzione dell’identità nazionale della Lituania.

“La Lituania offre all’interno del suo piccolo territorio, una grandissima varietà di esperienze e di attrazioni, sempre più apprezzate dei turisti di tutto il mondo, come dimostrato dalla costante crescita dei visitatori, del 10% circa ogni anno. Nel 2018 ci saranno ancora più ragioni per visitare la Lituania e invitiamo i turisti a unirsi ai festeggiamenti del centenario della Restaurazione dello Stato Lituano per il quale sono in programma centinaia di eventi, mostre e manifestazioni speciali”, ha dichiarato Indrė Trakimaitė-Šeškuvienė, direttrice del Dipartimento del Turismo.

Il cuore delle celebrazioni per il Centenario sarà la capitale Vilnius. Dal 9 al 18 febbraio, le strade della città vecchia, patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, si trasformeranno per riproporre lo stesso look che avevano nel 1918: molte istituzioni sostituiranno le loro insegne con quelli che utilizzavano un secolo fa, le strade riprenderanno i loro nomi antichi e i ristoranti proporranno speciali menu con piatti popolari del tempo dell’indipendenza e ospiteranno performance musicali dal vivo. Sarà possibile partecipare a tour gratuiti della città, anche in inglese, per scoprire come si viveva a Vilnius nei giorni della dichiarazione dell’Indipendenza.

Il 16 febbraio, il programma di festeggiamenti a Vilnius è molto ricco. Alle 10:00 prenderà inizio la marcia dei giovani “Road of Statewood”, nelle strade della città; alle 12:00 saranno alzate le bandiere delle tre Repubbliche baltiche presso la residenza del Presidente della Lituania. Alle 12:30, a Vilnius e in tutto il Paese, 100 tra le più preziose campane della Lituania suoneranno all’unisono per dare il via ufficiale alle celebrazioni. A seguire, sarà celebrata la Santa messa nella Cattedrale. Alle 14:30 è prevista una commemorazione ufficiale presso la Casa dei Firmatari, mentre alle 17:00 su Gediminas Avenue, una delle principali vie della città, saranno accesi 100 focolari, simbolo dei 100 anni dell’Indipendenza. Alle 18:00 inizierà il concerto “Gloria alla Lituania” presso la National Opera and Ballet Theatre, con musiche composte appositamente per il Centenario. Nella Piazza della cattedrale, invece, alle 19:00 si terrà un grande concerto gratuito in cui si esibiranno i più grandi musicisti lituani.

Per chi desidera conoscere più da vicino la storia dell’Indipendenza della Lituania, due mostre da segnare in agenda: fino al 15 novembre 2018, presso la Casa dei Firmatari di Vilnius sarà possibile vedere l’atto di Indipendenza originale, ritrovato nell’archivio del Ministero degli Affari Esteri della Germania nel 2017.  Fino al 5 ottobre 2018, invece, il Museo lituano del Teatro, della Musica e del Cinema presenta una mostra dedicata all’arte del teatro negli anni che seguirono la dichiarazione di Indipendenza.

Anche a Kaunas sono in programma diverse celebrazioni per il Centenario. Dal 15 al 18 febbraio, la città, che fu capitale della Lituania tra le due guerre, presenta il Festival delle Luci, durante il quale 18 edifici modernisti saranno protagonisti di istallazioni luminose, per uno spettacolo open-air e gratuito di grande impatto. Il 16 febbraio, inoltre, in programma parate e concerti gratuiti.

L’evento più atteso dell’anno si svolgerà quest’estate, tra Vilnius e Kaunas: il Lithuanian Song and Dance Festival, grande celebrazione che si ripete in Lituania ogni 4 anni, sarà ancora più grandiosa e dedicata al Centenario. Il festival si svolgerà dal 30 giugno al 6 luglio 2018 e coinvolgerà decine di migliaia tra danzatori, coristi, musicisti e artigiani provenienti da ogni angolo della Lituania. Come da tradizione, l’evento di apertura del 30 giugno, si terrà a Kaunas, la città che per prima ospitò la manifestazione nel 1924, per poi proseguire in diverse location di Vilnius, tra cui Virgis Park, nello speciale auditorium realizzato per questo festival. E’ il momento migliore per scoprire le usanze delle diverse regioni etnografiche lituane, dalla cucina all’artigianato locale. Il festival celebra la tradizione musicale del Paese, in tutte le sue forme e stili, dalle più antiche canzoni popolari fino alle composizioni contemporanee.  Dal 2003, Il Lithuanian Song and Dance Festival è incluso tra i siti Patrimonio orale e immateriale dell’umanità dell’UNESCO, per la sua valenza storica e culturale.

Alberi di Natale, mercatini, eventi per tutta la famiglia tra Vilnius e Kaunas E’ tempo
La Lituania, paese ricco di storia, cultura e siti naturalistici, partecipa per la prima volta
La festa del patrono della Lituania si svolge dal 3 al 5 marzo, con numerosi

Aspettando il Natale in Lituania

Alberi di Natale, mercatini, eventi per tutta la famiglia tra Vilnius e Kaunas

E’ tempo di Natale in Lituania: tra decorazioni, mercatini, spettacoli speciali, eventi per tutta la famiglia, Vilnius e Kaunas si stanno preparando per festeggiare al meglio le feste più attese dell’anno.

Vilnius: mercatini di Natale, concerti e spettacoli di luci

Il Natale nella capitale della Lituania è un tripudio di eventi per tutta la famiglia, che hanno inizio il 1° dicembre con l’accensione dell’albero di Natale nella Piazza della Cattedrale.  La cerimonia inizia alle 19:00 e prevede un grande concerto gratuito. Intorno all’albero, lo stesso giorno aprono anche le oltre 50 casette di legno della Christmas Town, il tradizionale mercatino di Natale. Questo è il luogo perfetto per fare incetta di regali, ma anche per trascorrere una giornata immersi nel calore delle feste, gustando i dolci tipici della Lituania come l’apple cheese. Nella stessa data, fino al 7 gennaio, inizieranno i tour del tradizionale Trenino di Natale, che parte dalla Piazza della Cattedrale per portare grandi e piccoli alla scoperta delle strade più belle e decorate della città vecchia. Il 25 al 28 dicembre sul muro esterno della Cattedrale viene proiettata la Favola di Natale in 3D, uno spettacolo di luci e suoni  che attrae ogni anno più di 120.000 visitatori.

La Piazza del Municipio è un altro punto focale delle feste a Vilnius, dove l’albero di Natale viene acceso a partire dal 2 dicembre con un concerto. Qui è in programma un secondo mercato di Natale, aperto tutti i giorni dal 4 dicembre al 7 gennaio. In più, all’interno del Municipio, il 2 dicembre torna l’International Christmas Charity Bazar, giunto alla 15° edizione, dove acquistare prodotti artigianali, decorazioni, dolci e souvenir realizzati dalle mogli degli ambasciatori che risiedono in Lituania. In contemporanea, nella Piazza Rotušės le ambasciate presenteranno le ricette del Natale di diversi Paesi.

La Fiera di beneficienza di Natale si svolge invece il 3 dicembre (dalle 13:00 alle 16:00) nella Piazza Simonas Daukantas: diverse organizzazioni non governative della Lituania presentano qui i loro progetti e si possono acquistare regali di Natale fatti a mano i cui proventi andranno in beneficienza. Dal 12 al 17 dicembre, invece, gli appassionati di design non possono perdere la Christmas Design Square, che si svolge nella Piazza  V. Kudirkos, l’appuntamento più trendy del Natale della capitale.

Anche i più sportivi avranno occasione per entrare nello spirito delle feste a Vilnius, partecipando il 17 dicembre alla Vilnius Christmas Run, una tradizione che si ripete dal 1975. La corsa può essere affrontata da tutti: sono infatti disponibili percorsi da 3, 6 o 12 chilometri.

Da non perdere inoltre i festeggiamenti della notte di Capodanno, con fuochi d’artificio nella Piazza della Cattedrale. Mentre il giorno dell’Epifania, 6 gennaio, è in programma la processione dei Re Magi con inizio alla Porta dell’Aurora alle 16:30 e grande finale nella Piazza della Cattedrale.

Kaunas, l’albero da primati e le fiere di Natale

Anche la vicina Kaunas, seconda città della Lituania a circa un’ora di distanza da Vilnius, non è da meno in fatto di festeggiamenti per il Natale. La città è famosa per il suo albero di Natale, ogni anno diverso e innovativo. L’albero di quest’anno, che verrà acceso il 2 dicembre nella piazza del Municipio, sarà alimentato dall’energia eco-friendly tratta da fondi di caffè, alla cui raccolta sono stati coinvolti tutti i locali e le caffetterie della città.

Oltre alle bancarelle del Villaggio di Natale nella Piazza del Municipio, intorno all’albero, per tutto il mese di dicembre, le opportunità di fare shopping di Natale sono tantissime a Kaunas. Il 9 e 10 dicembre presso la M. Žilinskas Gallery of Art apre il Christmas Pop-Up, dove si danno appuntamento i giovani creativi della Lituania: abbigliamento, accessori, gioielli e non solo sono alcuni degli articoli in vendita in questo mercato di tendenza. Il 10 dicembre, invece, gli edifici modernisti della Kaunas Sport Hall ospitano Gift Town dove trovare giocattoli, libri, accessori per la casa, abiti e gioielli.

Per Natale la Zalgirio arena, la più grande dei Baltici e tempio del basket, ospita due grandi appuntamenti per lo shopping. Il 9 novembre si svolge il Fashion Bazaar, dove scovare grandi brand di moda, mentre il 16 dicembre è la volta della Great Kaunas Christmas Fair, dove trovare tutto per decorazioni e regali di Natalemercatini, fiereni

Il 2018 è un anno particolarmente speciale per la Lituania che invita i visitatori di
La Lituania, paese ricco di storia, cultura e siti naturalistici, partecipa per la prima volta
La festa del patrono della Lituania si svolge dal 3 al 5 marzo, con numerosi

Lituania a misura di bambino

Castelli medievali, piste da sci in città, parchi tematici, musei sorprendenti: la Lituania è una destinazione perfetta da scoprire con la famiglia anche in autunno e inverno, grazie ad innumerevoli attrazioni dedicate ai più piccoli. Di seguito alcuni dei luoghi da non perdere in tutto il Paese, perfetti per stimolare la curiosità e voglia di scoperta dei giovani viaggiatori.

1. Musei (e non) a Vilnius
A Vilnius, i piccoli viaggiatori non vedranno l’ora di visitare questi tre musei. Il Museo delle Illusioni è una delle novità della capitale, dove scattare foto… “impossibili”: dalla casa sottosopra fino alla stanza degli specchi deformanti, il divertimento è assicurato! Un’altra grande novità della capitale è il NonMuseum: un’esperienza di realtà virtuale che consente di scoprire 700 anni di storia della città in 15 minuti. Un altro indirizzo da segnare è il Museo dei Giocattoli, che ripercorre la storia dei giocattoli, dai tempi antichi fino ai nostri giorni. “Guardare e non toccare” qui non vale: i bambini potranno toccare e giocare con i pezzi in esposizione.

2. Avventure sulla neve a Vilnius e nel Parco Nazionale del Neris
Chi l’ha detto che servono le montagne per sciare? A pochi minuti dal centro storico di Vilnius, si raggiungono gli impianti sciistici di Liepkalnis, per un totale di 10 piste aperte tutto l’inverno con diversi gradi di difficoltà. E’ possibile noleggiare in loco l’attrezzatura e prendere lezioni (dai 3 anni in su) di sci e snowboard. Il tutto ammirando il bel panorama della capitale della Lituania!
A circa 45km di distanza dalla capitale, inoltre, nel Parco Nazionale del Neris, si può vivere un’altra avventura sulla neve: quella di salire a bordo di una slitta trainata dagli husky nel cuore della natura tinta di bianco.

3. Dame, cavalieri e Babbo Natale a Trakai
Trakai sembra uscita da una fiaba. La capitale medievale della Lituania, infatti, è uno dei luoghi più suggestivi da visitare con i bambini. Nel castello rosso affacciato sul lago Galve, durante l’anno si organizzano rivisitazioni storiche, con dame, cavalieri e giullari. Nel periodo di Natale, inoltre, i bambini potranno incontrare Santa Claus nel Villaggio di Babbo Natale e pattinare sul ghiaccio nel lago ghiacciato.

4. Kaunas per bimbi curiosi
Kaunas è una vera sorpresa per grandi e piccoli. La città ospita il più grande centro di edutainment delle Repubbliche baltiche: si tratta di CurioCity, interamente dedicato ai bambini curiosi da 1 a 13 anni che potranno diventare astronauti, crocerossine, detective, chef o pasticceri. Non solo: altre attività includono il percorso a ostacoli lungo un fiume di lava incandescente, la possibilità di registrare una propria traccia audio in studio oppure di cavalcare un arcobaleno.

5. Delfini e dinosauri a Klaipeda
Klaipeda, sul Mar Baltico, da non perdere una visita al delfinario, all’interno del Lithuanian Sea Museum, in quella che fu un’antica fortezza prussiana in riva al mare. Oltre ai delfini, è possibile ammirare molti altri animali, tra cui i leoni marini. Non lontano dal museo si trova il parco dei dinosauri, una vera e propria oasi del divertimento, con ricostruzioni di T-Rex e brontosauri, un cinema in 5D, un labirinto a specchio, un parco giochi e persino una casa sottosopra.

6. Acqua e neve a Druskininkai
Druskininkai è il luogo giusto dove abbinare relax, sport e divertimento. Il più famoso centro termale lituano offre numerose Spa, alcune delle quali aperte anche ai più piccoli: da non perdere l’AquaPark che propone in un’unica struttura al coperto spazi per il benessere insieme a scivoli e giochi d’acqua.Per chi invece preferisce la neve, la Snow Arena, è una pista da sci indoor aperta tutto l’anno.

7. Magie d’ambra a Palanga
La cittadina di Palanga è il luogo migliore dove scoprire l’ambra del Baltico: ancora oggi la si può trovare cercando sulla spiaggia, una vera caccia al tesoro che appassionerà i più piccoli! Immerso nel bel Parco di Birute, il Museo dell’Ambra è una tappa immancabile. Allestito all’interno del Tiškevičiai Palace del 19° secolo, conserva oltre 5.000 pezzi d’ambra, alcuni dei quali contenenti inclusioni animali o vegetali. Il museo è stato recentemente ristrutturato e durante la visita si possono ammirare anche le magnifiche stanze del palazzo con i mobili originali.

8. Nel cuore della natura ad Anykščiai
Ci sono tanti motivi per visitare il Parco Regionale di Anykščiai con i bambini. Il Treetop Walking Path è un percorso a 21 metri di altezza aperto tutto l’anno che si snoda nel bosco. Lungo 300 metri, comprende 13 stazioni di sosta e una torre panoramica alta 34 metri: non c’è niente di meglio per osservare da vicino la bellezza della natura della Lituania. A poca distanza, si raggiunge il Museo dei Cavalli dove scoprire l’affascinante mondo equino, cavalcare e salire a bordo di una carrozza.

9. Incontro con i bisonti a Pasiliai
In Lituania è possibile ammirare i più grandi animali d’Europa: i bisonti. Vivono nella riserva di  Pašiliai, dove sono liberi di pascolare come un tempo. Qui sono stati creati speciali stazioni di osservazione da cui guardare questi possenti animali senza disturbarli e in tutta sicurezza.

10. Samogizia tra storia e natura
La regione della Samogizia è una delle più affascinanti di tutta la Lituania e ospita alcune attrazioni che piaceranno ai giovani visitatori: dal Museo della Guerra Fredda, situato in una vecchia base missilistica, fino allo Stone Museum dove ammirare pietre preziose e rare.  Il parco avventura di Tauragė, inoltre, offre un’esperienza unica: quella di trascorrere la notte in una casa sull’albero. Infine, il lago Plateliai, da scoprire in bicicletta seguendo la pista ciclabile di 24 km.

Per informazioni sulla Lituania, visitare www.lithuania.travel

Alberi di Natale, mercatini, eventi per tutta la famiglia tra Vilnius e Kaunas E’ tempo
La Lituania, paese ricco di storia, cultura e siti naturalistici, partecipa per la prima volta

La Lituania e i suoi siti patrimonio dell’umanità dell’UNESCO

La Lituania, paese ricco di storia, cultura e siti naturalistici, partecipa per la prima volta al World Tourism Event di Siena, dal 22 al 24 settembre. Il Paese presenterà al pubblico del Salone i suoi siti Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO come la città vecchia di Vilnius, la Penisola Curlandese sul Mar Baltico e il sito archeologico di Kernave. Sono invece inclusi nella lista Patrimonio orale e immateriale dell’umanità dell’UNESCO la produzione artigianale delle croci, di cui si possono ammirare splendidi esempi nella Collina delle Croci a Šiauliai, e il Lithuanian Song and Dance Festival, un grande evento culturale che si svolge ogni quattro anni e che torna a Vilnius nel 2018.

Presso il desk dedicato, sarà disponibile materiale informativo, per ispirare i visitatori e far scoprire le attrattive di una delle destinazioni più interessanti d’Europa; inoltre, è in programma il 22 settembre alle 17:00 presso la Sala della Bibliotechina del Complesso Museale di Santa Maria della Scala, il seminario “La Lituania e i suoi siti patrimonio dell’UNESCO”, a cura dell’Ufficio del Turismo della Lituania in Italia.

CITTÀ VECCHIA DI VILNIUS
Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO dal 1994
Prima tappa alla scoperta dei siti patrimonio della Lituania è la città vecchia di Vilnius. Il centro storico, ben preservato, presenta stili architettonici differenti, che si sposano in maniera armonica: conserva il layout medievale, caratterizzato da isolati irregolari e strade strette che si aprono su grandi piazze realizzate in periodi successivi e sulle quali si affacciano edifici gotici, rinascimentali, barocchi e neoclassici.
La Torre di Gediminas, simbolo della città medievale, il complesso risalente al 16° secolo dell’Università con il suoi 13 cortili, il Municipio neoclassico con la sua piazza, le oltre 50 chiese come quella tardo-gotica di Sant’Anna e quella barocca di San Casimiro, dedicata al patrono della città, sono alcuni dei migliori esempi della fusione tra stili e della conservazione del patrimonio storico e culturale della Capitale della Lituania.

PENISOLA CURLANDESE
Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO dal 2000
La riserva naturale della Penisola Curlandese è un luogo di grande fascino della costa lituana.
Questa lunga lingua di sabbia si estende per 98km (di cui 52km in territorio lituano) tra il Mar Baltico e il bacino della Laguna Curlandese. E’ accessibile dalla città di Klaipeda con un breve tragitto in traghetto e attraversata da un’unica strada e da un percorso ciclabile all’ombra della pineta.
La Penisola Curlandese offre scenari inaspettati, come le grandi dune di sabbia di Nagliai e Parnidis, scolpite dal vento, e lunghe spiagge dove ancora oggi si raccoglie l’ambra. I villaggi di pescatori, dove trovare hotel, guesthouse e ristoranti, si caratterizzano da un’architettura unica al mondo, con casette colorate in legno e le banderuole, un tempo utilizzate sulle barche dei pescatori. Un percorso interessante nel bosco è quello della Collina delle Streghe a Juodkrante, dove ammirare oltre 80 sculture di legno realizzate da artisti lituani e ispirate a fiabe e leggende locali.

KERNAVE
Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO dal 2004
Il sito archeologico di Kernavė, situato a circa 35 km a nord-ovest di Vilnius, è uno straordinario esempio dell’evoluzione degli insediamenti umani nella regione del Baltico dal Paleolitico al Medioevo. Situato nella valle del fiume Neris, ha conservato tracce di forti e sistemi di difesa, antichi cimiteri e altri monumenti storici e archeologici. Kernavė fu un centro di grande importanza nel corso del XIII secolo, diventando sede dell’Ordine Teutonico. Nel XIV secolo fu raso al suolo dai crociati che incendiarono le costruzioni in legno. Il paesaggio è caratterizzato dalla presenza di cinque collinette verdi una vicino all’altra, che si formarono durante le ere glaciali e sulle quali furono costruiti forti difensivi nel Medioevo. In estate, questo sito attrae numerosi visitatori per la festa di mezza estate e durante i Giorni dell’Archeologia Vivente, che celebrano l’artigianato e le antiche arti, la musica e le tradizioni del passato.

LITHUANIAN SONG AND DANCE FESTIVAL
Patrimonio orale e immateriale dell’umanità dell’UNESCO dal 2003
Massima espressione della cultura, delle tradizioni e dell’identità nazionale della Lituania, il Lithuanian Song and Dance Festival si tiene dal 1924 ogni quattro anni. La prossima edizione si svolgerà nel 2018, dal 30 giugno al 6 luglio, anno importante per il Paese che celebrerà anche il 100° anniversario della Prima Indipendenza. Sono oltre decine di migliaia i partecipanti, tra musicisti, cantanti, ballerini, artigiani e artisti, professionisti e non, di tutte le età. Il pubblico assiste a emozionanti performance di musica e danza tradizionale su larga scala, eseguite in diverse location della città di Vilnius, tra cui l’auditorium realizzato appositamente per il festival. E’ il momento migliore per scoprire le usanze delle diverse regioni etnografiche lituane, dalla cucina all’artigianato locale. Il festival celebra la tradizione musicale del Paese, in tutte le sue forme e stili, dalle più antiche canzoni popolari fino alle composizioni contemporanee.

ARTIGIANATO DELLE CROCI E IL SUO SIMBOLISMO
Patrimonio orale e immateriale dell’umanità dell’UNESCO dal 2001
L’artigianato delle croci in Lituania si riferisce alla tradizione radicata di realizzare croci e altari intagliati generalmente in legno di quercia. Le croci divennero il simbolo dell’identità religiosa e nazionale durante l’Impero Russo nel 19° secolo e il loro ruolo simbolico venne rafforzato durante il regime sovietico nonostante in quegli anni fossero bandite. Alte da uno a cinque metri, sono spesso adornate con piccoli tetti, decorazioni geometriche o floreali e talvolta da statue. Le croci possono essere ammirate sulle strade, all’ingresso dei villaggi, vicino ai monumenti o nei cimiteri. La maggiore concentrazione si trova presso la Collina delle Croci di Šiauliai, sito iconico del Paese dove sono conservate oltre 200.000 croci, portate da pellegrini di tutto il mondo a partire dal 1831.

Il 2018 è un anno particolarmente speciale per la Lituania che invita i visitatori di
Alberi di Natale, mercatini, eventi per tutta la famiglia tra Vilnius e Kaunas E’ tempo
La festa del patrono della Lituania si svolge dal 3 al 5 marzo, con numerosi