Luminarie con materiale di riciclo, concorso aperto

Aperte le iscrizioni al concorso artistico dedicato al rispetto dell’ambiente, al risparmio energetico e all’eco-design

In palio premi da 2.000 €, 1.000 € e 500 € per i primi tre classificati. Iscrizioni aperte fino al 15 novembre

Leggi tutto “Luminarie con materiale di riciclo, concorso aperto”

Dare nuova vita a residui di produzione, ideare prodotti creativi e originali e offrire opportunità
L’economia circolare non solamente si può toccare, sfogliare e persino mangiare, ma fa pensare. Perpetua Recorder
“Mineracqua, insieme alla Federazione europea delle acque in bottiglia – EFBW – è sempre più

Emofilia, al via il ‘Progetto Riabilitazione’ nel Lazio

L’Associazione Emofilici Lazio (A.E.L. Onlus) ha presentato un servizio di riabilitazione a domicilio dedicato ai pazienti emofilici affetti da artropatia e ai pazienti emofilici in fase riabilitativa post-chirurgica con limitazioni funzionali, difficoltà logistiche o fragilità che impediscano loro l’autonoma fruizione dell’offerta riabilitativa pubblica.

Si tratta di un vero e proprio Progetto realizzato a misura della comunità emofilica del Lazio, illustrato nei giorni scorsi presso lo Starhotels Metropole di Roma. Il progetto è stato supportato da Bayer.

L’offerta terapeutica riabilitativa del Progetto prevede due possibilità: la fisioterapia a domicilio e la idrochinesi-terapia presso le terme di Tivoli, da attuare con diverse modalità di spostamento del paziente.

“Siamo davvero orgogliosi di questa iniziativa, pensata essenzialmente per tutti i pazienti che si rivolgono a noi con diverse attività a supporto delle loro necessità, sia mediche che di qualità di vita di tutti i giorni – ha spiegato il Dottor Ernesto Borrelli, Presidente A.E.L. Onlus.

“Grazie alla presenza dei clinici di riferimento per l’emofilia come ematologi, ortopedici, fisiatri, medici dello sport, specialisti della riabilitazione ma anche fisioterapisti, traumatologi, liberi professionisti ed organizzatori, cui va tutta la nostra riconoscenza e ringraziamento per l’impegno profuso nella articolazione medico scientifica del progetto – ha aggiunto Borrelli – è stato possibile apprendere tutti i particolari medici e organizzativi: dalla modalità di accesso fino all’offerta riabilitativa”.

Davvero una bella notizia, dunque, per i circa 400 pazienti emofilici e/o coagulopatici presenti nel Lazio e che fanno riferimento all’A.E.L. in parte come iscritti, in parte genericamente afferenti all’Associazione con una distribuzione territoriale estesa in tutta la Regione.

Il ‘Progetto Riabilitazione’ è l’ultimo realizzato dall’A.E.L. a supporto della comunità emofilica: tra queste, quella che prevede il servizio gratuito di trasferimento con mezzo sanitario dei pazienti con particolari fragilità da e per i centri medici di riferimento e/o ambulatori specialistici e quella che prevede l’invio di personale infermieristico a domicilio su specifiche richiesta – filtrata dai centri medici – per supporto per infusione farmaco specifico, prelievi per analisi e simili.

Azioni ed iniziative ribadite anche dall’ On. Rodolfo Lena che ha presenziato all’evento con un suo breve commento proprio evocando alcuni risultati già raggiunti ed altri da implementare affermando che “Si è trattato di una buona occasione per fare il punto su quanto è stato fatto in questi anni, come il protocollo per la gestione del paziente emofilici nei Pronto Soccorso e a quanto c’è ancora da fare come la carta dei diritti della persona con Emofilia”.

L’obiettivo dell’OMS dell’eliminazione dell’Epatite C entro il 2030 è possibile per l’Italia grazie alle nuove
“U=U, Undetectable=Untransmittable, ossia Non rilevabile=Non trasmissibile. Si tratta di un’evidenza rivoluzionaria, poiché permette alle coppie
Domenica 10 novembre dalle 09:00 alle 13:00 si presenta un’occasione imperdibile per salvaguardare la salute
Roma – Proseguono i lavori per la Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia, riunita fino

HIV: in terapia più di 100mila pazienti

Oggi in Italia sono in terapia più di 100mila pazienti con HIV. Secondo l’ultimo bollettino del Centro Operativo AIDS dell’Istituto Superiore di Sanità i cui dati si riferiscono al 2016, poco meno di 4000 sono le nuove diagnosi di infezione che vengono fatte ogni anno, con una incidenza di circa 5,7 su 100mila abitanti“Un elemento, quest’ultimo, da non sottovalutare – spiega il Prof. Massimo Andreoni – perché equivale a un grosso fallimento: non siamo stati in grado di interrompere la trasmissione di questa malattia”Le fasce d’età più a rischio sono quelle più giovani, tra i 25 e i 29 anniNel 50% dei casi si tratta di maschi che fanno sesso con maschi; rimane costante, invece, il numero di donne con nuova diagnosi di HIV (30%). Nel 2016 sono state segnalate 796 nuove diagnosi di HIV in donne, delle quali 488 (61,3%) in donne straniere e 297 (38,7%) in donne italiane.

La modalità di contagio prevalente è quella sessuale, mentre la trasmissione tramite tossicodipendenza riguarda una quota minimale, pari a pochi punti percentuali. Si osserva, anche, un rilevante numero di stranieri con una nuova diagnosi di HIV. E’ stato stimato, inoltre, che il 40% delle persone alla prima diagnosi risulta essere inconsapevole di essersi esposta all’HIV. La trasmissione per uso iniettivo di sostanze, la trasmissione eterosessuale, l’essere residenti nel Nord Italia, il genere femminile, nonché l’età più avanzata sono risultati fattori di rischio associati alla inconsapevolezza del rischio di HIV.

Lombardia e Lazio sono le regioni dove si sono registrate il maggior numero di nuove diagnosi, rispettivamente con 691 e 557 nuovi casi. A seguire, invece, troviamo l’Emilia Romagna (328), la Toscana (292), la Sicilia (274), il Piemonte (253) e il Veneto (210). A livello di incidenza, invece, queste le regioni con incidenza superiore alla media nazionale: Lazio (8,5), Marche (7,2), Toscana (7,1), Lombardia (6,7), Liguria (6,6). Emilia Romagna (6,5), Umbria (6,2) e Piemonte (5,8).

I dati sono stati comunicati da ICAR (Italian Conference on AIDS and Antiviral Research), che compie quest’anno dieci anni.

Congressi ICAR dal 22 al 24 maggio 2018 a Roma.

Parte a Roma la prima stagione di teatro terapia diretta dallo psicoterapeuta Giovanni Porta. E’
“Il bambino con tosse” è il focus di un Corso itinerante rivolto a medici e
ASMA E BPCO - Broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e Asma Bronchiale continuano ad affliggere gli

Sapori e canti tradizionali del Lazio

Una mattinata di musica e degustazioni gratuite che farà conoscere le eccellenze alimentari delle aziende agricole presenti nel romano MERCATO AGRICOLO A VENDITA DIRETTA di via San Teodoro. Sabato 2 dicembre l’Accademia Musicale Europea presenta infatti SAPORI E CANTI TRADIZIONALI del LAZIO, un’occasione eccellente per scoprire il gusto e qualità, promuovendo i prodotti tipici dell’eccellenza enogastronomica locale per ottenere un effetto economico positivo a favore dei tanti produttori che da poco hanno iniziato o ripreso l’attività nel Mercato prima conosciuto come Mercato di Circo Massimo.
Sapori e Canti Tradizionali del Lazio inizierà alle ore 10 con una mostra di oggetti della civiltà contadina e strumenti popolari per far conoscere, soprattutto ai bambini, gli strumenti con cui si trasportava il latte, si producevano formaggi, si seccavano e selezionavano cereali e legumi e si raccoglieva il foraggio.
A seguire, alle ore 11, i Cantori in Terra di Lavoro, uno dei più interessanti gruppi di musica tradizionale popolare del Lazio, guideranno i convenuti in un viaggio tra i canti della semina, del raccolto, della vendemmia e dei migranti.
Alla fine del concerto inizierà una kermesse di oltre 35 Degustazioni gratuite di Formaggi rari e Confetture in accompagnamento, Oli novelli Sabina DOP, Salumi e Porchette artigianali, Pani fatti con Grani antichi e Lievito Madre, Zuppe prodotte con gli ortaggi ed i legumi degli agricoltori del Mercato.
Ciascun assaggio sarà preceduto da una breve presentazione di ciascuna azienda agricola e dei suoi prodotti in un affascinante racconto di storia, vita quotidiana e suggerimenti gastronomici per conoscere le eccellenze agroalimentari del Lazio.
Dulcis in fundo, in tutti i sensi, una degustazione dedicata ai bambini e che farà scoprire alle mamme una merenda golosa e sana “must” del Lazio: protagonisti il Latte Nobile al Cioccolato e la Cioccolivacrema spalmabile di cioccolato e Nocciole del Viterbese Olio Sabina DOP.
L’evento è realizzato con il sostegno di ARSIAL e Regione Lazio ed in collaborazione con la Fondazione Campagna Amica e Coldiretti Lazio.

Mercato Agricolo a Vendita Diretta
Via San Teodoro 74 – Roma

Ingresso libero e degustazioni gratuite

Ore 10 – Mostra Civiltà Contadina e Strumenti Popolari
Ore 11 – Concerto e storytelling dell’Ensemble Cantori in Terra di Lavoro
Semina, raccolto, vendemmia, emigrazione
Ore 12,30 – Viaggio tra i sapori del Lazio
Presentazione delle Aziende e Degustazioni gratuite di Formaggi tipici e DOP,
Oli DOP Sabina, Vini del Lazio, Pani con grani antichi, confetture, salumi artigianali e prodotti gastronomici dell’eccellenza del Lazio

 

L’obiettivo dell’OMS dell’eliminazione dell’Epatite C entro il 2030 è possibile per l’Italia grazie alle nuove
“U=U, Undetectable=Untransmittable, ossia Non rilevabile=Non trasmissibile. Si tratta di un’evidenza rivoluzionaria, poiché permette alle coppie
Domenica 10 novembre dalle 09:00 alle 13:00 si presenta un’occasione imperdibile per salvaguardare la salute
Roma – Proseguono i lavori per la Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia, riunita fino