Nasa: Kepler ha scoperto nuovi pianeti simili alla Terra

Gli scienziati utilizzando la sonda della NASA Kepler hanno confermato l’esistenza di almeno otto nuovi pianeti più o meno grandi come la Terra, che stanno nelle zone abitabili delle stelle.

La scoperta, descritta nella riunione dell’American Astronomical Society a Seattle, ha portato a 4.175 il numero dei possibili pianeti esistenti nelle zone abitabili.

Due di questi pianeti, descritti nella ricerca guidata dall’Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics, denominati Kepler-438b e Kepler-442b, sono il primo a 470 anni luce dalla Terra e il secondo a 1100 anni luce.

Entrambi orbitano intorno a due stelle nane rosse. Kepler-438b orbita intorno alla sua stella ogni 35,2 giorni e Kepler-442b ogni 112 giorni.

Oltre ad essi, martedì, era stata annunciata l’esistenza di due altri pianeti simili alla terra: Kepler-186f, con dimensioni 1,1 volte la Terra, e Kepler-62f, grande 1,4 volte la Terra.

“Il Pianeta è al collasso, siamo nel mezzo della sesta estinzione di massa, e i
Il 1° agosto, avremo consumato tutte le risorse naturali che la Terra è in grado di
Il ghiaccio VII si trova naturalmente anche sul nostro pianeta. Prima della nuova scoperta, descritta

Trovato pianeta simile alla terra fuori dal sistema solare

Alcuni astronomi, guidati guidati dalla Nasa, hanno scoperto il primo pianeta, al di fuori del sistema solare, che ha le dimensioni di terra e su cui potrebbe esistere l’acqua allo stato liquido, cosa che renderebbe la vita possibile.

Il pianeta è stato chiamato Kepler-186f e la sua scoperta è stata descritta sulla rivista “Science”.

“Ciò che rende questa scoperta particolarmente interessante è il fatto che questo pianeta è grande quanto la terra e orbita attorno a una stella nana, più piccola e più fresca rispetto al sole, in zona temperata, dove l’acqua può essere liquida,” dice la ricerca.

Far diventare il sabato, quando gran parte delle persone fa la spesa settimanale, il giorno
“Il Pianeta è al collasso, siamo nel mezzo della sesta estinzione di massa, e i
Il 1° agosto, avremo consumato tutte le risorse naturali che la Terra è in grado di
Il ghiaccio VII si trova naturalmente anche sul nostro pianeta. Prima della nuova scoperta, descritta